Il parco storico di Sukhothai, è situato nei pressi dell’attuale città di Sukhothai, capitale dell’omonima provincia.

È famoso in quanto racchiude le rovine proprio dell’antica Sukhothai, ovvero la capitale del regno di Sukhothai nel tredicesimo e quattordicesimo secolo.

La nuova città invece fu fondata attorno alla fine del XVIII secolo dal re Rama I, dopo le devastazioni subite da quella antica durante le invasioni birmane che causarono la distruzione del Regno di Ayutthaya.

L’antica cittadella aveva una sua particolare configurazione, la quale si ritrova in un’iscrizione del 1293, dove la si descrive come una città giardino, con un ampio campo all’aperto per le parate reali e con numerosi alberi da frutta piantati un po’ dappertutto, come ad esempio la palma da cocco, il mango e il tamarindo.

Le mura che sono rimaste della cittadella, formano un rettangolo lungo 1.810 metri circa sull’asse est-ovest e 1.400 su quello nord-sud, con una porta di accesso al centro di ogni lato.

All’interno oltre alle rovine del palazzo reale, sono presenti anche i resti di 21 templi, il più grande dei quali è di certo il Wat Mahathat, ovvero la cappella reale.

Il sito era circondato da tre cerchie di mura concentriche costruite in mattoni e da altrettanti fossati, una soluzione difensiva questa, che era molto comune nelle maggiori città thai di quel tempo, che spesso venivano minacciate dalle incursioni dei khmer e dei birmani.

Da notare inoltre l’importanza delle antiche opere idrauliche che la città possedeva, caratterizzate oltre che dal già citato fossato, anche dai 175 stagni e 147 pozzi, che venivano alimentati con le acque di un vicino canale ed usati appunto come riserva d’acqua, attraverso un sistema di trasmissione, costituito da tubature in terracotta smaltata.

All’esterno delle mura si sviluppava poi il resto della città, in cui viveva invece la popolazione comune.

Gli edifici furono costruiti nel classico stile di Sukhothai, che subì influenze dalle architetture khmer e cingalesi.

A sua volta lo stile di Sukhothai avrebbe influenzato gran parte della successiva architettura siamese.

Il parco, che viene ogni anno visitato da migliaia di turisti, è stato ufficialmente inaugurato nel luglio del 1988 e il 12 dicembre del 1991, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Un luogo meraviglioso e suggestivo, che vi darà come l’impressione di trovarvi indietro nel tempo.

Da visitare insieme a noi!

Se volete conoscere tutti nostri tour in Thailandia cliccate qui!

 

 

 

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 1.130 - Voli esclusi

Durata: 14 giorni / 11 notti

Su richiesta

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 620 - Voli internazionali esclusi

Durata: 12 giorni / 10 notti

da € 3.250 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Thimphu Thimphu, la capitale del Paese, sorge a 2250 m in una bella e boscosa valle sulla sponda del fiume Wang e affascina con le facciate colorate e decorate dei suoi edifici che le conferiscono un’impronta ancora medievale (una legge speciale, che rende obbligatorie le forme e i motivi dell’architettura tradizionale anche nelle nuove costruzioni, […]

Cultura La cultura di Dubai è molto tradizionalista, anche se abituata al mondo occidentale grazie alla massiccia presenza di turisti. Ad esempio, Dubai è considerata una delle migliori destinazioni del Medio Oriente per le viaggiatrici femminili. Può comunque capitare di essere oggetto di sgradite attenzione da parte degli uomini. Vi consigliamo di vestirvi in modo […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su