Cosa sapere sull’Uzbekistan

Cultura

La cultura uzbeka si manifesta apertamente nell’architettura sacra e nelle opere d’artigianato. Le opere di artigianato sono rappresentate da tutto ciò che è trasportabile come vestiti, gioielli, ricami e tappeti, data la natura seminomade del popolo dell’Uzbekistan. Inoltre, la religione islamica vieta la raffigurazione di essere viventi, per questo motivo le arti tradizionali si sono incentrate nella forma calligrafica e nella scultura di portali e paraventi.

 

Letteratura

L’indipendenza del 1991 non ha comportato una maggiore libertà artistica, ma solo la reintroduzione dell’alfabeto latino, che era stato vietato nel 1940 da Stalin. Il controllo della letteratura da parte delle autorità è ancora molto forte, ne è la prova il romanzo satirico The Railway di H. Ismailov, bandito nel paese.

 

Musica e suoni

Le popolazioni iraniane e i nomadi turchi, che popolavano il territorio dell’attuale Uzbekistan, hanno influito profondamente nella tradizione musicale uzbeka.
Shash Maquam è il canto più popolare ed è costituito da un’introduzione musicale e da sei canti. I principali strumenti musicali utilizzati dalla popolazione uzbeka sono la viela ghidjak, il liuto, la dombra e la citara. Yulduz Usmanova è una cantante molto nota che unisce la musica techno e la musica tradizionale uzbeka.

Suoni
dombra
citara
Yulduz Usmanova

 

Film

Film ambientati in Uzbekistan 

  • Be water, my friend (Italia, 2009)
  • Sangue sulla Sabbia (URSS, 1937)

 

Gastronomia

La cucina uzbeka mischia i sapori mediorientali e quelli mediterranei, utilizzando ampiamente riso, condimenti saporiti, verdure e legumi, yogurt e carni grigliate. Nel nord dell’Uzbekistan i pasti sono generalmente più elaborati e maggiormente speziati, mentre nel sud del paese vengono serviti piatti dai sapori più delicati.
Il piatto per eccellenza è il plov uzbeko, riso speziato contornato da uva passa, piselli o mele cotogne. La tradizione culinaria uzbeka prevede piatti differenti per i vari periodi dell’anno: i piatti saranno a base di frutta, verdura e noci durante l’estate e a base di frutta secca, carne e durante il periodo invernale. Piatto tipico è la samsa, una orta di pasta condita con carne, cipolla o zucca, cavolo, funghi o noci. Nelle tipiche tchaï-khana (casa del tè) è possibile degustare il tè, verde o nero. Nonostante la religione musulmana, quasi tutti gli uzbeki bevono alcolici o almeno lo fanno se ci sono degli ospiti.

 

Curiosità

• Gli uomini indossano colori scuri, mentre le donne prediligono colori variopinti;
• Se la donna porta una o due trecce significa che è sposata, mentre se ne ha di più vuol dire che è nubile;
• le sopracciglia unite alla radice del naso sono considerate un segno di bellezza e spesso questa particolarità viene sottolineata con l’uso della matita;

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 10 giorni / 9 notti

da € 2.720 - Voli inclusi

Durata: 9 giorni / 7 notti

da € 1.490 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

I primi insediamenti umani del Pakistan risalgono all’età della pietra e si trovano sull’altopiano di Potwar (Punjab nord-occidentale); a essi fece seguito la raffinata civiltà della Valle dell’Indo (o di Harappa), che fiorì tra il XXIII e il XVIII secolo a.C. Successivamente arrivarono popoli seminomadi, che nel IX secolo a.C. si stanziarono tra Pakistan e […]

Il Pakistan si trova nell’Asia meridionale, si estende tra i 24° e i 37° di latitudine nord e i 61° e i 77° di longitudine est occupando una superficie di 796.095 km², questo dato non comprende i territori settentrionali dell’Azad Kashmir e del Gilgit-Baltistan amministrati dal Pakistan ma contesi con l’India e, quindi, non conteggiati […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su