Cosa vedere in Libano

Baalbek

Deve il suo nome al Dio Baal, al quale era originariamente dedicata.
Baalbek ospita il più interessante sito archeologico del paese e la sua acropoli è una delle più grandi al mondo.

 

Bayrūt

Bayrūt è situata nel mezzo della costa mediterranea libanese.
La città non si è ancora ripresa del tutto, presenta ancora i segni della guerra ed è ricca di contrasti. A nord-ovest, la zona di Hamra è ideale per passeggiare e fare shopping nella tipica atmosfera libanese. A est della città, in una villa dell’800 ispirata alle ville italiane del Rinascimento, sorge il Museo Sursock in cui sono esposti argenti, opere contemporanee e una biblioteca. Per comprendere appieno la storia e la guerra del Libano è necessario visitare il quartiere Downtown e la piazza Place des Martyrs, quasi completamente rasa al suolo. Tra i pochi edifici che hanno resistito ai bombardamenti c’è la Grande Moschea.

 

Tripoli

Tripoli è la seconda città del Libano per grandezza ed il principale porto e centro commerciale del Libano settentrionale. Le attrattive principali sono la storia medievale e l’architettura dei mamelucchi, infatti questa è la città che ha resistito meglio alla guerra e presenta ancora oggi il fascino arabo di un tempo. Sono famosi i suoi dolci gustosamente appiccicosi che le hanno fornito l’appellativo di “dolce capitale” del Libano. Tripoli si trova a 86km a nord di Bayrūt.

 

Monumenti Unesco Patrimonio dell’Umanità

In Libano, secondo l’UNESCO, sono presenti 5 Patrimoni dell’Umanità:

• Anjar
È stata fondata dal califfo Walid I all’inizio del VIII secolo. Le sue rovine mostrano una disposizione molto regolare che ricorda le antiche città-palazzo e testimoniano la progettazione della città da parte degli Omayyadi.

• Baalbek
Questa città fenicia, dove si venerava una triade di divinità, era conosciuta come Heliopolis durante il periodo ellenistico. Baalbek ha conservato la sua funzione religiosa in epoca romana, quando il Santuario di Giove ha attirato migliaia di pellegrini. La città, con le sue strutture colossali, è uno dei migliori esempi dell’architettura dell’Impero Romano.

• Byblos
Byblos è una delle più antiche città fenicie e tra le sue rovine troviamo molte tracce delle varie civiltà che si sono susseguite. Abitata fin dal Neolitico, è stata strettamente legato alle leggende e alla storia della regione mediterranea per migliaia di anni. Byblos è anche direttamente connessa alla storia e alla diffusione dell’alfabeto fenicio.

• Tiro
Secondo la leggenda, la tinta viola è stata inventata a Tiro. Questa grande città fenicia dominò i mari e fondò floride colonie come Cadice e Cartagine, ma la sua importanza storica declinò alla fine delle Crociate. A Tiro troviamo importanti resti archeologici, soprattutto di epoca romana.

• La Santa Valle Ouadi Qadisha e la foresta dei Cedri di Dio (Horsh Arz el-Rab)
La valle Qadisha è uno dei maggiori primi insediamenti monastici cristiani in tutto il mondo. I suoi monasteri versano in condizioni drammatiche in un paesaggio rude. Nelle vicinanze si trovano i resti della grande foresta di cedri del Libano, molto stimata nell’antichità per la costruzione di grandi edifici religiosi.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 13 giorni / 12 notti

da € 1.090 - Voli internazionali esclusi

Durata: 14 giorni / 11 notti

da € 2.110 - Voli inclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.320 - Voli internazionali esclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.240 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Lingua: Il bengalese è originario della regione orientale dell’Asia meridionale conosciuta come Bengala che comprende il Bangladesh e lo stato indiano del Bengala Occidentale. Ci sono diverse comunità di lingua bengalese negli stati indiani dell’Assam e del Tripura e nelle popolazioni degli emigranti in Occidente e nel Medio Oriente. Con quasi 200 milioni di madrelingua […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su