Dubai, info generali

Capoluogo: Dubai
Popolazione: 1.400.000 abitanti
Superficie: 4.114 Kmq
Prefisso per Dubai : 00971 4
Emiro: Muhammad b. Rāshid Āl Maktūm (già Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti)

 

Storia

Dubai ha una storia molto recente; infatti le prime testimonianze scritte risalgono al 1799. In particolare, è noto che nel ‘700 le famiglia Al Abu Falasa si stabilì nella zona e da quel momento la città restò sotto il potere di Abu Dhabi fino al 1833, quando la famiglia Al Maktum, dopo essersene andata da Abu Dhabi, prese il controllo di Dubai e lo rese indipendente. Da questo momento, Dubai intrattenne rapporti difficili con l’emirato di Abu Dhabi. Nel 1892 Dubai diventa protettorato britannico per difendersi dall’Impero Ottomano, che ambiva alla conquista di una zona strategica sulle rotte per l’India. Nel 1894 Maktoum bin Hasher al Maktoum eliminò le tasse per i mercanti stranieri in modo da incentivare i commercianti di Shariah e di Linagh a trasferirsi a Dubai. Questa politica, in breve tempo, fece diventare Dubai il punto di scambio tra le merci indiane e quelle europee. La politica intrapresa dallo sceicco Maktoum bin Hasher al Maktoum e continuata anche sotto la guida di altri sceicco portò Dubai a specializzarsi nel commercio di riesportazione. Nel 1966, a 120 Km dalla costa viene scoperto un giacimento di petrolio, che aiutò l’economia dell’emirato, seppur fortemente incentrata sul commercio. Il 2 dicembre 1971 nascono gli Emirati Arabi Uniti.
Dopo la morte dello sceicco Rashid bin Saeed al-Maktoum, che aveva fortemente appoggiato la politica del suo predecessore Maktoum, il figlio continuò con la politica di sviluppo, incentivando ancora di più il commercio e il turismo e contribuendo alla realizzazione di strutture che hanno profondamente cambiato l’aspetto del paese.

 

Ambiente

Il territorio di Dubai, prima della bonifica, si sviluppava per 1.500 Kmq, quasi un terzo dell’attuale estensione. Il paesaggio è per lo più desertico, contraddistinto da dune sabbiose, composte da coralli e conchiglie frantumati. Spostandoci più ad est, la sabbia assume una tonalità più rossastra per la presenza dell’ossido di ferro. Muovendoci ancora di più verso l’entroterra, si arriva alle Hajjar Mountains, le montagne più alte della penisola arabica, che offrono uno scenario unico con vette che raggiungono i 1.300 m.

 

Clima

L’emirato Dubai ha un clima desertico con estati che vanno da metà aprile a metà novembre con temperature che raggiungono anche picchi di 45°C. Il mare, nel mese di settembre, può registrare temperature superiori a 35°C. Le precipitazioni, per le più concentrate in inverno non superano i 100-150mm. In inverno le temperature minime non scendono al di sotto di 12°C.

 

Economia e politica

L’economia di Dubai dipende dal settore degli idrocarburi in misura decisamente inferiore rispetto agli altri emirati, visto che le sue riserve petrolifere sono un ventesimo di quelle di Abu Dhabi. Per questo motivo Dubai ha fortemente sviluppato il settore turistico negli anni e, recentemente, sta tentando di attrarre imprese dell’information technology e, grazie alla creazione del Dubai International Financial Center, della finanza. La TECOM (Technology, Electronic Commerce) è una delle recenti zone di libera iniziativa economica create dalle autorità per incentivare gli investimenti stranieri.
La metodologia di condurre gli affari privilegia questo paese rispetto agli altri centri mediorientali. La spinta del governo ad incentivare maggiormente il settore del turismo e dei servizi, ha comportato un’impennata dello sviluppo immobiliare, portando Dubai ad essere una delle maggiori città mondiali a livello di sviluppo urbanistico. Bastakia, la parte vecchia di Dubai, viene utilizzata per lo svolgimento di attività culturali e storiche, come il museo di Dubai. Deira, il quartiere in cui sorge il famoso mercato dell’oro (Gold Suq), è divisa dalla città dal fiume Creek. Girando per i mercati dell’oro e delle spezie i turisti vengono costantemente invitati da alcuni venditori a seguirli nei loro magazzini, per proporre l’acquisto di borse ed orologi contraffatti. La città moderna, sviluppata dal 1992 in poi, è piena di strutture uniche al mondo per dimensioni ed architettura. Per rendersi conto dell’importanza dello sviluppo immobiliare, basta pensare che nel 2006 a Dubai erano utilizzate il 23% delle gru mondiali da costruzione. Lo sviluppo immobiliare sta procedendo su due versanti paralleli: le attività commerciali e residenziali si stanno ingrandendo verso il deserto con costruzioni come l’International City, la Silicon City, la Sport City e Dubailand, mentre li strutture turistiche stanno crescendo sulla costa, con la creazione degli arcipelaghi artificiali Palm Islands e The Word e delle strutture ricettive come Burj al-Arab nella zona di Jumeirah. Dubai e Abu Dhabi sono gli unici due emirati con potere di veto riguardo a questioni critiche di rilevanza nazionale.

 

Popolazione

La popolazione di Dubai è un incontro di molte culture diverse. La politica che gli sceicchi hanno adottato negli anni per incentivare il commercio, ha favorito anche l’immigrazione nel paese di mercanti di diversa provenienza. Attualmente solo il 10% della popolazione è costituita da nativi, mentre gli immigrati sono il 90% della popolazione.

 

Religione

La religione osservata è il musulmanesimo, con piccole minoranze cristiane, induiste e buddiste.

 

Trasporti e comunicazioni

I trasporti locali sono molto efficienti e diversificati. Da e per l’aeroporto potete utilizzare i bus locali che fanno da spola, ogni 15 o 20 minuti, con la stazione di Deira, vicino al Gold Souq. La stazione di Bur Dubai, invece, si trova su Al-Ghubaiba Rd. Numeri e percorsi sono affissi sui bus in inglese e in arabo e nelle stazioni sono fornite gratuitamente le mappe dei percorsi. È possibile acquistae anche un abbonamento mensile (taufeer) che permettono di spostarsi da una parte all’altra del Dubai Creek senza limiti o, con una maggiorazione di prezzo, di viaggiare per tutta la città. Per attraversare il Creek e godersi appieno lo splendido panorama del litorale si consiglia di utilizzare l’abras, un motoscafo–taxisull’acqua, che effettua tratte dalle prime ore del mattino fino alla mezzanotte. Il modo migliore per spostarsi all’interno della città e per visitare i luoghi limitrofi sono i taxi della Dubai Transport (tel: 2080808), i cui autisti conoscono bene la strada e possono portarvi a destinazione in poco tempo. Gli autisti si taxi vuoti suonano se incontrano turisti che camminano a piedi per invitarli a salire. In città girano anche taxi senza tassametro, non autorizzati dalle autorità e provenienti da altre città, che possono essere utilizzate, ma con il rischio di non poter sporgere denuncia in caso di problemi. Chiamando un taxi dall’hotel è possibile che sarete invitati a salire su di una limousine: per evitare spiacevoli inconvenienti, consigliamo di controllare il costo della corsa prima di salire a bordo. Data la massiccia presenza di auto, è sconsigliato guidare per la città. Se si desidera comunque noleggiare un’auto, è necessario portare con sé la carta di credito e una copia del passaporto. Negli Emirati Arabi Uniti è valida la patente internazionale ed è obbligatorio stipulare una RCC auto. Ricordiamo, inoltre, che è obbligatorio denunciare alla polizia tutti gli incidenti, anche i più insignificanti. Le chiamate all’interno dell’emirato sono gratuite, ad esclusione di quelle per la città di Hatta. Se non avete un servizio di roaming mondiale e volete utilizzare il vostro cellulare, acquistate una carta SIM card locale ricaricabile con un sms acquistando un tessera prepagata.

 

Situazione sanitaria

La situazione sanitaria è buona ed il paese è dotato di numerose cliniche private all’avanguardia. Si consiglia di stipulare una polizza assicurativa sanitaria che preveda, ove necessario, il rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese, onde evitare di sostenere gli oneri necessari. Le vaccinazioni necessarie l’antidifterica, l’antiepatite A e B, l’antitetanica, l’anti-rabbica e l’antidifterica. È consigliabile non bere acqua di rubinetto e consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde.

 

Sicurezza

La città di Dubai è molto sicura, ma è comunque opportuno osservare delle semplici norme. Innanzi tutto è indispensabile rispettare la cultura locale in materia di abbigliamento e alcol. È inoltre utile prestare molta attenzione per la strada, in quanto le regole di sicurezza stradale non sono ampiamente rispettate. È sconsigliato nuotare o praticare sport acquatici nel Creek a causa della presenza di forti correnti. Infine, portare sempre con sé una bottiglia d’acqua e bere molto per fronteggiare il caldo torrido.

 

Passaporto e visto

Per entrare negli Emirati Arabi Uniti è sufficiente essere in possesso di un passaporto con validità di almeno 6 mesi successi alla data d’ingresso. Alla frontiera verrà consegnata una “visitVisa” che permette di soggiornare nel paese per 60gg, rinnovabile per ulteriori 30gg pagando un’apposita tassa.

 

Indirizzi e numeri utili

Polizia: 999; l’operatore vi metterà in contatto con il servizio di cui avete bisogno

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 10 giorni / 9 notti

da € 1.360 - Voli internazionali esclusi

Durata: 16 giorni / 13 notti

da € 2.260 - Voli inclusi

Durata: 3 giorni / 2 notti

da € 420 - Voli esclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 760 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Bhutan: taking the middle path to happiness (film documentario sulla politica del Bhutan), vincitore anche di due Emmy Awards Maghi e viaggiatori (2003) La coppa (1999)

Capitale: Ashgabat Popolazione: 5.000.000 abitanti Superficie: 488.100 km2 Forma di governo: repubblica presidenziale Moneta: Manat turkmeno (TMT); 1 EUR = 4 TMT circa Lingue: turkmeno (ufficiale), russo (diffuso) Religione: musulmani, in prevalenza sunniti, ortodossi orientali e minoranze di altre religioni Inno Nazionale: Garaşsyz, bitarap türkmenistanyň döwlet gimni Ambasciata italiana a Mosca: Denezhny Pereulok,5 – 121002 […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su