http://www.goasia.it?p=32387
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Discover Indocina

Viaggio di gruppo per scoprire le principali attrattive di Laos, Vietnam e Cambogia, i tre paesi che costituivano l’Indocina Francese, cercando di entrare maggiormente in contatto con la cultura e la popolazione locale effettuando escursioni in bicicletta, visitando villaggi meno battuti e provando esperienze tipiche.   L’itinerario comincia in Laos, nell’incantevole cittadina di Luang Prabang, ricca di monumenti e templi, base ideale per esplorare i villaggi e le grotte lungo il corso del fiume Mekong. Si vola poi in Vietnam, dove si visitano tutte le località più significative, prima di volare a Siem Reap, in Cambogia, per visitare l’imperdibile sito archeologico di Angkor, vera meraviglia d’oriente. Il tour in Vietnam prevede inoltre una mattinata “gastronomica” con corso di cucina per scoprire alcuni dei segreti di una delle più apprezzate tradizioni culinarie d’oriente. Possibilità di estensione con un soggiorno balneare a Koh Rong, isola al largo della costa cambogiana. Voli dall’Italia su richiesta.

Partenze condivise a date fisse

Minimo 2 persone con gruppi che raggiungono massimo 26 partecipanti

1° giorno

Arrivo a LUANG PRABANG (-/-/-)

Prima colazione. Arrivo all'aeroporto internazionale di Luang Prabang. Disbrigo delle formalità di frontiera, rilascio del visto e trasferimento in hotel (le camere saranno disponibili dalle ore 14:00). Nel pomeriggio inizio delle visite la visita della cittadina, capitale dal XIV al XVI secolo del Lan Xang, il “Regno di un milione di elefanti”. Luang Prabang si trova in una posizione favorevole, circondata da montagne e racchiusa fra il Mekong e il fiume Khan. Le colline, la penisola che si insinua tra i due fiumi, i templi imponenti, la popolazione multi etnica creano un insieme suggestivo e armonioso. Visita del Vat Visoun, il più antico tempio della città che pur se ispirato al tempio khmer di Vat Phou, rimane tuttavia unico nel suo stile, con le caratteristiche finestre in legno. Proseguimento delle visite con il vicino Vat Aham, caratterizzato da imponenti alberi di Banyan. Al termine rientro in hotel. Pasti liberi: in questa piccola città, decine di deliziosi ristoranti offrono soluzioni per ogni palato. Lasciamo la facoltà di scegliere la soluzione più idonea alle proprie necessità, sempre fornendo tutte le informazioni necessarie e in tutta sicurezza. Pernottamento in hotel.

2° giorno

LUANG PRABANG (B/L/-)

Vi suggeriamo di svegliarvi presto, al sorgere dell’alba, per ammirare i monaci nel loro caratteristico abito color zafferano: dai tanti templi della città, affluiscono lungo le vie di Luang Prabang in una processione silenziosa per ricevere le offerte degli abitanti. Rispettateli, osservateli e cercate di non disturbarli. Prima di rientrare in hotel, approfittate anche per fare una passeggiata al colorato mercato locale.

Prima colazione. Partenza in tuc-tuc per la visita della città. Si visita il Palazzo Reale con il museo nazionale, il tempio del Vat Xieng Thong, un vasto insieme di edifici sacri, uno dei gioielli dell'arte laotiana, il Vat May, costruito alla fine del XVIII secolo, residenza del Supremo Patriarca Sangkharat, con le sue decorazioni sulla facciata principale e le monumentali porte scolpite in legno, il Vat Sène, il primo monastero con il tetto ricoperto di tegole gialle e rosse. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, raggiunto il molo ci si imbarca lungo il fiume Mekong: la crociera sarà l’occasione non solo per visitare le sacre grotte di Pak Ou, al cui interno sono custodite centinaia di statuine di Buddha, ma anche per godere, al rientro, dello spettacolo del tramonto sul fiume. In serata merita indubbiamente di essere esplorato per proprio conto il mercato notturno dell’etnia H’mong, che si svolge tutti i giorni lungo la via principale di Luang Prabang dalle 17 alle 22. Cena libera. Pernottamento in hotel.

Proposta opzionale: cerimonia Baci (con cena inclusa)
Il Laos è un Paese che conserva ancora una forte spiritualità e con un profondo senso di ospitalità. Vivete in prima persona questa realtà prendendo parte ad una cerimonia Baci (Soukhouan), una delle tradizioni più ancestrali del Laos. Durante la cerimonia – presso una casa locale - la persona officiante compirà una sorta di ‘chiamata a raccolta’ delle vostre anime: è credenza laotiana, infatti, che ogni essere umano abbia 32 anime, e ognuna di queste verrà interpellata per attirare tutte le influenze benefiche verso di voi. Cena presso la casa stessa. Al termine rientro in hotel.

3° giorno

LUANG PRABANG (B/L/-)

Prima colazione. Dopo la prima colazione, si parte alla scoperta di Ban Hong Heo (circa 50 minuti), un tipico villaggio Khmu dove i mastri fabbri occupano delle loro attivitá quotidiane. Da qui si effettua una camminata (3km, circa 1 ora e mezzo, adatta a tutti) verso le zone più rurali di quest’area, tra boschi collinari e piantagioni, con soste per ammirare il panorama, interagire con gli abitanti locali e, se possibile, raccogliere un po’ di canna da zucchero fresca direttamente dal campo per assaggiarne il succo. La passeggiata vi porterà fino a Ban Thapene, un villaggio situato proprio ai piedi delle cascate di Kuang Sy : qui, circondati da una scenografia da paradiso naturale, è previsto il pranzo in ristorante locale. Prima di raggiungere il bus per il rientro a Luang Prabang, merita una sosta il Centro di recupero per orsi, una ONG locale che si occupa della salvaguardia di questi predatori a risciò di estinzione. Rientro a Luang Prabang. Cena libera. Pernottamento in hotel.

4° giorno

LUANG PRABANG – HANOI (B/L/D)

Prima colazione. Partenza per visitare l’Elephant Camp, un luogo dove la natura, l’uomo e questi antichi mammiferi convivono in armonia, prendendosi cura reciprocamente l’uno dell’altro. Arrivati al campo, dopo una breve presentazione sulla natura e le abitudini di questi animali si effettua un’escursione a dorso di elefante di 4 chilometri nella fitta giungla, fino al villaggio Khmu di BanHuay Fai. In sella ad un meraviglioso pachiderma si potrà ammirare dall’alto la maestosità della natura. Una volta arrivati al villaggio si salirà a piedi a un punto panoramico per godere della vista. Dopo il pranzo pic-nic si prosegue un sentiero che serpeggia per 3 chilometri nella natura fino al villaggio di BanSuan Dala. Dopo una breve visita al villaggio, rientro a bordo di una barca in legno al campo degli elefanti e proseguimento in auto per l’aeroporto. Partenza con volo di linea per Hanoi, in Vietnam. Disbrigo delle formalità di frontiera e trasferimento in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

Nota: per questa giornata è richiesto un abbigliamento adeguato, uno zaino, scarpe adatte a camminare (da evitare infradito e sandali)

5° giorno

HANOI (B/L/-)

Prima colazione. Hanoi, capitale politica del Vietnam, significa in vietnamita "al di qua del fiume", è adagiata lungo la sponda del Fiume Rosso ed è abitata da circa un milione di abitanti. Capitale imperiale fin dal 1010 e durante la dinastia Le dal 1428 al 1788, riprese il suo ruolo nell’Indocina francese durante il periodo coloniale dal 1902 al 1953, per diventare la capitale politica del Paese dopo la riunificazione nel 1976. Hanoi si presenta come una tipica città francese inizio secolo, con viali, parchi, monumenti, un centro affollato di negozietti e colori. Mattinata dedicata alla scoperta dei sapori e della tradizione culinaria locale: dopo la visita del mercato di Hanoi con la sua coinvolgente commistione di sapori, luci, voci e colori, ci si reca in una grande dimora locale dove, accompagnati da un cuoco e dai suoi assistenti, si procederà alla realizzazione di alcuni piatti tradizionali. Il corso di cucina dura 2 ore circa ed il pranzo sarà l'occasione per assaggiare i piatti realizzati accompagnati da altre specialità preparate dall'equipe di cucina. Nel pomeriggio visita della città di Hanoi e in particolare: la pagoda di Tran Quoc, il Tempio della letteratura, antica università costruita nel 1070 in onore di Confucio ed il Museo Etnografico (chiuso il lunedì). Al termine rientro in hotel. Cena libera e pernottamento.

6° giorno

HANOI – NINH BINH (B/L/D)

Prima colazione. Partenza alla volta della provincia di Ninh Binh (110 Km – 2 ore e mezza circa di strada. All’arrivo, trasferimento al molo di Tam Coc per iniziare una piacevole passeggiata in bicicletta per esplorare i villaggi del delta e conoscere i loro abitanti (3 km – 15/20 minuti, percorso in pianura adatto a tutti. Per coloro i quali non volessero o potessero pedalare è possibile effettuare il tragitto a bordo di un motorino con guidatore). Raggiunto Thung Nham si parte per un escursione di circa 1 ora e mezza a bordo di piccole barche a remi tra campi di riso e lo spettacolare scenario di picchi rocciosi, canali e vegetazione. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, si parte per Hoa Lu per visitare il tempio dei re Dinh e Le del Regno Dai Co Viet del X e XI secolo. Al termine sistemazione in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

In caso di maltempo il giro in bicicletta non verrà effettuato. All’arrivo si raggiungerà Thung Nham in macchina/bus e si proseguirà il programma come sopra.
Per coloro i quali non potessero o volessero pedalare, è possibile effettuare il tragitto a bordo di un motorino con guidatore (casco protettivo fornito in loco).

7° giorno

NINH BINH - HALONG (crociera con pernottamento) (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino partenza per la baia di Halong (180 km – circa 4 ore), definita l'ottava meraviglia del mondo. La baia, costellata da rocce carsiche, ha subito nei millenni l'opera di erosione del vento e dell'acqua, creando un ambiente fantasmagorico di isole, isolette e faraglioni, alcuni dei quali alti centinaia di metri. Alcune isole hanno formato anche un laghetto interno accessibile attraverso un passaggio che sparisce del tutto durante l'alta marea, mentre altre presentano grotte e formazioni dalle forme più strane. Durante le mezze stagioni, la foschia del mattino crea effetti ancor più suggestivi, facendo apparire e scomparire isole e rocce in lontananza. Secondo una leggenda, le centinaia di isolotti sarebbero i resti della coda di un drago inabissatosi nelle acque della baia. Crociera con pernottamento nella baia. Pensione completa con pasti a base di pesce a bordo.

8° giorno

HALONG – HANOI – DANANG – HOI AN (B/-/D)

Per i più mattinieri sveglia all’alba per assistere al sorgere del sole sul ponte della giunca. Dopo la prima colazione proseguimento della navigazione e delle visite nella baia. Rientro ad Halong e partenza per Yen Duc, un piccolo villaggio dove si potrà assistere allo spettacolo di marionette sull'acqua all’aperto. Al termine rientro all’aeroporto di Hanoi, attraversando distese di risaie lungo il delta del fiume Rosso, per il volo del tardo pomeriggio diretto a Danang. Partenza via strada per la cittadina di Hoi An e sistemazione in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

9° giorno

HOI AN (B/L/-)

Prima colazione. Al mattino visita della cittadina di visita di Hoi An, il cui centro storico, dichiarato Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO è ricco di edifici dall'influenza architettonica cinese che testimoniano il suo importante passato di centro mercantile. Passeggiata per le stradine della città alla scoperta delle case cinesi risalenti a più di due secoli fa. Al termine si parte per un tour in bicicletta al villaggio di Tra Que, famoso per le erbe aromatiche che vi si coltivano. Una volta arrivati, la famiglia locale vi mostrerà le loro tecniche agricole e vi inviterà a partecipare. Previsto anche un massaggio ai piedi con tecniche tradizionali di famiglia. Nel primo pomeriggio, dopo il pranzo a base di specialità della regione, rientro ad Hoi An in macchina. Resto della giornata a disposizione per continuare con la coperta della cittadina per proprio conto o rilassarsi sulla spiaggia (a seconda della stagione). Cena libera e pernottamento.

10° giorno

HOI AN - MY SON – DANANG – HUE (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino escursione a My Son, il sito Cham più importante del Vietnam, centro religioso ed intellettuale del regno Champa, risalente al IV secolo. Visita del complesso dei templi Cham riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’umanità. Il complesso di 70 edifici eretti tra il quarto e il tredicesimo secolo, è prova innegabile dell’esistenza di una civiltà altrettanto sviluppata e grandiosa che quella dei Khmer, quasi del tutto scomparsa al giorno d’oggi. Questo patrimonio rende My Son comparabile ad Angkor in Cambogia, Borobudur in Indonesia e Bagan in Myanmar. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio partenza in direzione di Hue, passando per il famoso “colle delle nuvole”, dalla cui sommità si può godere di uno stupendo panorama sul litorale. Arrivo a Hue nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

11° giorno

HUE - HO CHI MINH CITY (B/L/-)

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Hué, città fondata nel 1687 lungo le rive del Fiume dei Profumi, capitale della parte meridionale del Vietnam dal 1744 e capitale del Paese dal 1802 al 1945 sotto il regno dei 13 imperatori della dinastia Nguyen. La città, oltre ad alcuni siti storici di interesse culturale, vanta una rinomata cucina che conserva le influenze dalla tradizione imperiale, molto variegata negli ingredienti e con una grande attenzione nell’arte della presentazione dei piatti. Al mattino escursione in bicicletta o cyclò lungo la strada che costeggia il fiume e arriva fino alla pagoda di Thien Mu. Sosta per la visita di una casa con un giardino tipico della città di Hue costruita secondo le antiche norme della geomanzia. Visita della pagoda. Pranzo in ristorante locale e proseguimento alla volta del Mausoleo di Minh Mang, la cui costruzione iniziò nel 1840 durante il regno di Minh Mang e venne completata dall’imperatore Thieu Tri che gli succedette al trono. Il complesso tombale conta 40 edifici disposti lungo un asse di 700 metri ed è inserito in un paesaggio di laghetti e profumate pinete abbracciato da dolci colline. Al termine trasferimento in aeroporto e volo di linea per Ho Chi Minh City(Saigon). Trasferimento e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

12° giorno

HO CHI MINH CITY (DELTA MEKONG) (B/L/D)

Prima colazione. Partenza per Ben Tre, situata nella regione del delta del Mekong e conosciuta anche come la “Venezia verde” del Vietnam. Dopo la visita di una produzione artigianale di mattoni a Phong Nam, si effettua un’escursione a bordo di piccola imbarcazione per scoprire la vita quotidiana degli abitanti del Mekong. Navigando sul fiume Chet Say, una delle diramazioni del grande fiume, si effettuano tappe per conoscere l'artigianato locale e le specialità che rendono unica questa regione. Dopo una sosta per imparare l'arte della tessitura dei tappeti, si prosegue a bordo di uno xe loi (tipico risciò motorizzato) o di una bicicletta per esplorare un villaggio immerso tra le risaie e le coltivazioni di verdure. Pranzo in ristorante locale a base di specialità della regione Nel pomeriggio si prosegue navigando lungo gli stretti canali in sampan, prima del rientro a Ho Chi Minh City in macchina. In serata cena presso il Ly Club, uno dei ristoranti più eleganti della città. Al termine rientro in hotel. Pernottamento.

13° giorno

HO CHI MINH CITY – SIEM REAP (B/L/D)

Prima colazione. In mattinata partenza per un escursione ai Tunnel di Cu Chi, che dista 60 chilometri (circa 1 ora e mezza). La sua famosa rete di gallerie, costruita alla fine degli anni ’40 dai Viet Minh durante la guerra contro i Francesi, fu ampliata negli anni ’60 dai Vietcong fino a raggiungere i 250 chilometri di lunghezza e i 7 metri di profondità. Si tratta di una grande ed inespugnabile città sotterranea a più livelli. Rientro a Ho Chi Minh City e visita delle testimonianze del periodo coloniale della città: l’Ufficio Postale, la Cattedrale Notre-Dame, la via Dong Khoi, ampio viale degli hotel e delle boutique di lusso e la pagoda Ngoc Hoang. Pranzo in ristorante locale in corso di visite. Si prosegue poi con la visita al Museo dei Residuati Bellici, opportunità unica per capire che cosa abbiano vissuto i Vietnamiti durante gli anni della guerra e quali atrocità siano state perpetrate durante il conflitto. Alcune delle immagini esposte sono particolarmente forti e non adatte a tutti, ma rappresentano anche un monito ed una speranza affinchè quanto successo non si ripeta in futuro.Termine delle visite previsto intorno alle 16.00. Trasferimento diretto all’aeroporto in tempo utile per volo di linea per Siem Reap. Arrivo, disbrigo delle formalità burocratiche, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

Nota: l’ingresso ai tunnel sotterranei di Cu Chi non è consigliato a persone claustrofobiche

14° giorno

SIEM REAP (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino visita di Banteay Srei o “Cittadella delle Femmine”, a circa 28 chilometri dalla città, considerato un vero gioiello dell'arte khmer con i suoi bassorilievi in arenaria rosa, e conosciuto anche come “Tempio delle Femmine”. La sua particolarità è quella di essere stato costruito da un dignitario di corte e non da un Re. Proseguimento delle visite con il Ta Prohm (Jayavarman VII), una tra le icone più conosciute dell’area, tempio dove le antiche pietre emergono tra le radici di enormi alberi secolari che avvolgono i monumenti, un tempio che è stato volutamente lasciato come inghiottito dalla foresta tropicale per far vedere lo stato originale in cui versava il complesso al momento della scoperta. Pranzo in ristorante locale e nel pomeriggio visita di Angkor Wat (Suryavarman II), considerato il monumento più armonioso di Angkor per stile, proporzioni e concezione, divenuto simbolo nazionale. Il tempio venne fatto costruire dal Re Suryavarman II (1113-1150), e occupa un'area di 2 milioni di metri quadri, circondato da un fossato largo 200 metri, le cui sponde erano ricoperte da gradinate. E' l'unico tempio rivolto ad Occidente, in direzione del tramonto. Impressionante è la decorazione, con centinaia di metri di bassorilievi scolpiti sulle pareti, nei porticati e nelle gallerie, che illustrano con incredibile ricchezza e vivacità le scene principali dei poemi epici indiani. Cena e pernottamento.

15° giorno

SIEM REAP (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino partenza in tuk-tuk per il Nord di Angkor. Si visita il tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191, in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’ unica isola-tempio di Angkor. Proseguimento della visita di Angkor, e partenza per raggiungere i due bellissimi tempi di Thommanon e Chau Say Tevoda del XII secolo, costruiti sotto il regno di Suryavarman II. Qui troverete delle sculture scolpite in onore di Shiva e di Vishnu e dei devatas di una grazia eccezionale (in particolare a Chau Say Tevoda). Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, visita di Angkor Thom cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio di Bayon del XII e XIII secolo. Continuerete con la visita alla Terrazza degli elefanti, per finire con la Terrazza del re Lebbroso: costruita nel XII secolo, deve il suo nome al ritrovamento di una statua che ricordava l’immagine di un malato di lebbra. La giornata termina con la visita del Museo Nazionale di Angkor. In serata cena in ristorante con spettacolo di danze tradizionali Apsara. Rientro in hotel. Pernottamento.

16° giorno

SIEM REAP (Tonle Sap) - partenza (B/L/-)

Prima colazione. Al mattino escursione in barca sul lago Tonle Sap, le cui acque sono tra le più pescose al mondo. L’unicità del lago sta nel fatto che la sua ampiezza varia sensibilmente in relazione alle stagioni, addirittura quintuplicando la propria estensione durante il periodo delle piogge. Si visita il villaggio galleggiante di pescatori Khompong Khleang, dalle tipiche costruzioni in legno su palafitte. Dopo il pranzo rientro a Siem Reap e pomeriggio a disposizione per visitare il vecchio mercato fino al trasferimento in aeroporto.

Alternativa per la stagione secca (da aprile fino a luglio):
In mattinata trasferimento al porto di Chong Khneas dove vi imbarcherete a bordo di una barca locale per scoprire la vita degli abitanti sul lago. Ritorno a Siem Reap verso la fine della mattinata. Pranzo presso un ristorante locale.
Pomeriggio a disposizione per visitare il vecchio mercato fino al trasferimento in aeroporto.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 5 gennaio 2019 al 25 dicembre 2019€ 2.740€ 620

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

Partenze condivise a date fisse da Luang Prabang:

  • sabato 5 gennaio 2019
  • sabato 12 gennaio 2019
  • sabato 19 gennaio 2019
  • sabato 9 febbraio 2019
  • sabato 16 febbraio 2019
  • sabato 23 febbraio 2019
  • sabato 2 marzo 2019
  • sabato 9 marzo 2019
  • sabato 16 marzo 2019
  • sabato 23 marzo 2019
  • sabato 13 aprile 2019
  • sabato 20 aprile 2019
  • sabato 11 maggio 2019
  • sabato 25 maggio 2019
  • sabato 8 giugno 2019
  • sabato 6 luglio 2019
  • sabato 20 luglio 2019
  • sabato 3 agosto 2019
  • sabato 10 agosto 2019
  • sabato 17 agosto 2019
  • sabato 24 agosto 2019
  • sabato 7 settembre 2019
  • sabato 21 settembre 2019
  • sabato 12 ottobre 2019
  • sabato 26 ottobre 2019
  • sabato 2 novembre 2019
  • sabato 9 novembre 2019
  • sabato 16 novembre 2019
  • sabato 23 novembre 2019
  • giovedì 19 dicembre 2019
  • mercoledì 25 dicembre 2019

 

  • Le partenze del 19 e 25 dicembre includono i supplementi obbligatori cene del 24 e 31 dicembre
  • Supplemento partenze del 19 e 25 dicembre*: € 80
  • Voli intercontinentali: Su richiesta
  • Cerimonia Baci con cena a Luang Prabang: € 90

 

HOTELS PREVISTI (O SIMILARI)

  • Luang Prabang: My Dream Boutique 3*
  • Hanoi: La Casa Hanoi 4*
  • Ninh Binh: Ninh Binh Hidden Charm 4*
  • Halong: Giunca Golden cruise o Halong Pelican
  • Hoian: Ancient House Village 4*
  • Hue: Eldora Hue 4*
  • Ho Chi Minh: Central Palace 4*
  • Siem Reap: Tara Angkor 4*

 

CHECK-IN e CHECK-OUT

Si ricorda che il check-in negli hotels è previsto dalle ore 14:00 in poi; mentre il check-out deve essere fatto entro le ore 12:00, salvo diversa indicazione data in loco.

 

VISTO

Per partecipare a questo viaggio occorrono il visto laotiano e cambogiano, che si ottengono in loco all’arrivo: necessario il passaporto, che deve essere valido 6 mesi ed avere 2 pagine libere, 2 fototessera (una per ciascun paese).   I visti si pagano in loco all’arrivo (30 USD per la Cambogia e 40 USD per il Laos).

 

L’itinerario potrebbe subire modifiche in base all’operativo dei voli interni.

 

Tasso di cambio € 1,00 = USD 1,15

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza, ovvero secondo accordi tra le parti all’atto della definizione/conferma del contratto di viaggio.

 

Blocco valuta:  E’ possibile bloccare definitivamente il costo dei servizi a terra che non sarà più  soggetto a oscillazioni valutarie con un supplemento di € 50 a pratica. La richiesta dovrà avvenire contestualmente alla conferma.


La quota comprende

  • Voli domestici Vietnam Airlines o altro vettore IATA, in classe turistica
  • Voli Luang Prabang – Hanoi e  Ho Chi Minh City – Siem Reap Vietnam Airlines o altro vettore IATA, in classe turistica
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Crociera con pernottamento nella Baia di Halong (in condivisione con altri passeggeri)
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti e visite in condivisione con altri partecipanti con guide locali parlanti italiano
  • Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
  • Assicurazione Rischio Zero

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali
  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto
  • Il costo del visto da pagare localmente (USD 30 per la Cambogia e USD 40 per il Laos. Passaporto valido 6 mesi e 2 foto-tessera)
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente (al momento non presenti)
  • Le bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Le mance: sebbene non obbligatorie, sono segno di apprezzamento e di rispetto del lavoro svolto dai professionisti in loco (quota suggerita 5 EUR per persona al giorno).
  • Quota d’iscrizione € 95

Se le leggende vietnamite fanno risalire la storia del Vietnam a oltre 4.000 anni fa, le uniche fonti certe datano le sue origini a 2.700 anni fa. Dal I° al VI° secolo d.C. il Sud del Vietnam fece parte del Regno di Funan e subì l’influenza della cultura indiana. La zona del delta del Fiume […]

Vietnam e Cambogia

Clima e ambiente Il territorio del Vietnam, di circa 331.688 km quadrati, è costituito per l’80% da colline e montagne con una folta vegetazione, mentre il restante 20% è costituito da pianure. Le aree maggiormente coltivate del paese sono il delta del Fiume Rosso (15.000 kmq) a nord e il delta del Mekong (60.000 kmq) […]

Economia: L’economia del Paese risente delle guerre e degli sconvolgimenti politici che lo hanno caratterizzato per anni . Al nord, dopo la fine della colonizzazione, fu fatta un’importante riforma agraria e furono create delle industrie di lavorazione delle materie prime. Nel 1953 furono confiscate le terre e iniziò un processo di strutturazione dell’agricoltura in cooperative. […]

Lingua: La lingua vietnamita (kinh) è una lingua monosillabica e tonale, un ibrido di idiomi mon-khmer, tai e cinesi. I vietnamiti hanno però cambiato una buona percentuale di quelli che sono i termini principali della loro lingua. Tutte le minoranze etniche hanno poi un loro particolare dialetto. Alcune etnie vietnamite avevano poi sviluppato un proprio […]

Capodanno Indocina Vietnam Cambogia e Laos 2

La letteratura è sempre stata presente nella cultura vietnamita. Molto noti sono i ca deo, componimenti poetici ai quali è stato dedicato un intero libro I ca dao del Vietnam. La letteratura moderna nasce alla fine del XIX secolo e si sviluppa all’inizio del XX secolo. Successivamente, il partito comunista cercò di avviare una letteratura […]

VIETNAM

La musica popolare vietnamita si suddivide in due generi principali: il Bac, genere musicale allegro, e il Nam, genere musicale triste. La musica tradizionale presenta notevoli influenze cinesi, coreane, mongole e giapponesi. Numerosi sono gli strumenti musicali tipici utilizzati nella cultura popolare vietnamita, tra i quali il ?agrave;n b?u, il ?agrave;n nhi, il ?agrave;n tranh, […]

vietnam

FILM VIETNAMITI Cyclo (1995) Il profumo della papaya verde (1993) The name of love (2012) Lost in paradise (2011) Mê theo – thoi vang bong (2002) Tre stagioni (1999) Bi, don’t be afraid (2010) FILM AMBIENTATI IN VIETNAM Apocalypse now (USA, 1979) Tra cielo e terra (USA, 1993 Good morning, Vietnam (USA, 1987) ? L’amante […]

Quasi tutte le feste religiose vietnamite si rifanno al calendario lunare. Le feste laiche invece sono spesso associate alle recente storia rivoluzionaria del paese. Generalmente le festività, sintesi dei valori della cultura locale, hanno luogo durante i tre mesi di primavera ed autunno, quando la gente ha più tempo libero ed il clima è più […]

Quasi tutte le feste religiose vietnamite si rifanno al calendario lunare. Le feste laiche invece sono spesso associate alle recente storia rivoluzionaria del paese. Generalmente le festività, sintesi dei valori della cultura locale, hanno luogo durante i tre mesi di primavera ed autunno, quando la gente ha più tempo libero ed il clima è più […]

Easy Vietnam e Cambogia

In Vietnam sono molto praticati gli sport “naturali”, come lo snorkeling, le immersioni e tutti gli sport acquatici in generale. È inoltre possibile effettuare lunghe escursioni a piedi, in bici o a cavallo immersi nella natura vietnamita.

Easy Vietnam

Molte sono le attività che si possono effettuare in territorio vietnamita, di seguito ne riportiamo alcune. • Snorkeling • Immersioni • Escursioni a piedi, a cavallo e in bicicletta • Escursioni nelle caverne pluviali di Pong Nha

Vietnam Classico 2

Comportamenti: – portarsi dietro il biglietto dell’hotel può facilitare il rientro con taxi o cyclo; – se si prevedono lunghe escursioni conviene portarsi dietro carta igienica di riserva, in quanto non sempre facilmente reperibile; – la contrattazione è quasi un rito, bisogna dunque essere pronti a contrattare il prezzo, in albergo, come in taxi o […]

Capodanno Vietnam Classico (28 dicembre) 2

Avvisi: Diffuso il 08.01.2009. Tuttora valido. Durante la stagione estiva dei monsoni (in genere da luglio a tutto novembre, talvolta nell’area centrale anche nel mese di dicembre) si possono verificare imprevedibili e violenti fenomeni ciclonici (tempeste tropicali, tifoni ecc.) e che possono interessare il Vietnam centrale e settentrionale con conseguenti gravi disagi per la popolazione […]

Passaporto: per l’ingresso in Vietnam è necessario possedere un passaporto con validità di almeno 6 mesi. Visto d’ingresso: necessario. Lo si può richiedere all’Ambasciata vietnamita in Italia (via di Bravetta 156, 00164 Roma, tel. 06 66160726, fax 06 66157520) per il costo indicativo di 35 euro per un solo ingresso e 45 euro per ingressi […]

Sicurezza Terrorismo: Il Paese si considera una delle destinazioni più sicure del Sud Est Asiatico. Criminalità: il Vietnam è considerato un Paese sicuro, ma fenomeni criminali legati all’aumento del turismo, sono in aumento nelle maggiori città del Paese e nei più importanti siti turistici (in particolare a Ho Chi Minh City, ma anche ad Hanoi, […]

Patente: la patente di guida italiana non è valida per condurre veicoli in Vietnam, ma può essere convertita in una patente locale dopo una lunga procedura. Aereo: gli spostamenti su lunghe distanze all’interno del Paese si effettuano per lo più in aereo, in quanto questo è sicuramente il mezzo più rapido (ed il più confortevole) […]

Media e Comunicazione in Vietnam Le comunicazioni in Vietnam sono tutte controllate dalle autorità di Hanoi. Stampa: In Vietnam sono diffuse più di 500 testate, anche se a livello nazionale vi sono cinque quotidiani principali, tutti in vietnamita e sotto la tutela degli organismi di controllo: Nhan Dan (Il Popolo), Quan Doi Nhan Dan (L’Esercito […]

Vietnam e Cambogia

Hanoi Hanoi, capitale politica del Vietnam, significa in vietnamita “al di qua del fiume” ed è adagiata lungo la sponda del Fiume Rosso, che nel corso del tempo, a causa di alluvioni e cambi di percorso, ha dato vita a diversi laghi costellati da isolette che caratterizzano il paesaggio urbano. E’ abitata da circa un […]

La storia di queste terre risale ai tempi precedenti la nostra era, come dimostrano i resti della “Pianura delle giare”. Nel V secolo si fece sentire l’influenza dei primitivi regni khmer e, tramite essi, quella della civilizzazione indù e quindi della civiltà “Dvaravati”, buddhista Verso il XII secolo arrivarono nel paese le popolazioni thai, originarie […]

La Repubblica Democratica Popolare del Laos (“terra di un milione di elefanti”) è situata nel Sudest asiatico tropicale (14° N e 23° N) e copre una superficie di circa 237.000 km2, un’area simile a quella del Regno Unito. Il Laos è un Paese senza sbocchi diretti sul mare e confina a nord est con Cina […]

http://www.goasia.it/wp-content/uploads/sites/53/2017/09/Capodanno-Cambogia-e-Laos-26-dicembre-2.jpg

Il Laos ha un clima tropicale, in cui il ciclo annuale dei monsoni asiatici determina l’alternanza di tre stagioni distinte: la stagione delle piogge da giugno a ottobre, la stagione secca fresca da novembre a marzo e la stagione secca calda da aprile a maggio. Nella stagione secca le temperature sono molto varie: il periodo […]

Ambiente: Nonostante sia uno dei Paesi al mondo di più recente sviluppo, il Laos ha creato un’estesa rete di aree protette, che coprono più del 21% del territorio complessivo. Recentemente sono state aperte 17 Aree per la Tutela della Biodiversità in varie parti del paese. Flora: Nonostante i danni provocati dai bombardamenti su vasta scala […]

Solo la metà della popolazione è di etnia lao, originaria delle valli fluviali di pianura, strettamente imparentata con gli abitanti di lingua lao della Thailandia nordorientale. Nelle terre alte invece, vivono etnie lao-thai e lao-theung, parenti lontane dei mon-khmer. Sulla base del censimento del 1995, nel territorio del paese coesistono addirittura 47 diverse tribù, con […]

Ben l’80% della popolazione del Laos si dedica all’agricoltura (riso, grano, patate dolci, caffè, tabacco), alla pesca e alla caccia. L’agricoltura è di tipo stagionale, fortemente dipendente dal clima. Una grossa fonte di reddito agricolo è rappresentata dalla coltivazione dell’oppio, alla quale però il Laos sta rinunciando a causa delle pressioni internazionali, in particolare delle […]

La cucina laotiana si rifà alla tipica cucina asiatica, ma non è piccante come quella della vicina Thailandia. Essa convive inoltre con la tradizione culinaria francese (in quanto ex-colonia della Francia), quindi non è raro trovare croissant, baguette e paté. L’elemento principale di tutti i pasti laotiani è il riso e quasi tutti i piatti […]

Non vi è una rappresentanza diplomatica italiana nel Paese; l’Ambasciata competente è quella a Bangkok, Thailandia: Ambasciata d’Italia a Bangkok 399 Nanglinchee Road Thungmahamek Yannawa, Bangkok 10120, Thailandia Tel. +66 2 2854090/1/2/3 Tel. +66 2 2854433/4 Fax Cancelleria Diplomatica: +662-2854793 Fax Cancelleria Consolare: +662-2854801 E-mail: ambasciata.bangkok@esteri.it Competente per l’assistenza sul posto ai cittadini italiani in […]

Situazione sanitaria: La situazione sanitaria è carente anche nella capitale ed è impossibile sottoporsi a cure ospedaliere locali, peraltro sconsigliate anche in caso di emergenza. Sono difficoltosi per il momento i rimpatri sanitari di emergenza. … La situazione sanitaria è carente anche nella capitale ed è impossibile sottoporsi a cure ospedaliere locali, peraltro sconsigliate anche […]

Documentazione necessaria per l’ingresso nel paese: Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi. Visto d’ingresso: necessario anche per turismo, da richiedersi presso le Rappresentanze diplomatico-consolari laotiane. Il visto, per brevi permanenze, può essere ottenuto anche in frontiera aeroportuale (Vientiane, Luang Prabang, Prakxe) e, per via terrestre, presso il Thai-Lao Friendship Bridge. Il visto […]

Per rispetto verso i laotiani, che sono molto tradizionalisti, e in generale verso le popolazioni asiatiche, è bene vestirsi in modo semplice e decoroso. E’ quindi preferibile indossare abiti che coprano spalle, petto, braccia e gambe. Al mattino, anche nella stagione secca, può essere piuttosto fresco: conviene portare un maglione e una giacca a vento. […]

Laos

Feste civili In Laos le feste e le celebrazioni sono di carattere religioso e civile. Tra le ricorrenze civili ricordiamo quelle più consuete, come il Capodanno, la Festa delle donne, la Festa del lavoro e il Giorno della nazione, che celebra la vittoria del Partito comunista nel ’75. Nel mese di aprile si festeggia il […]

laos cambogia

TRASPORTI Tutti i voli interni sono gestiti dalla compagnia di bandiera Lao Aviation. Gli aeroporti più serviti sono Vientiane, Louangphrabang, Pakse e Savannakhet. I velivoli sono ATR o Y-7 e Y-12 cinesI. Dati i costi e la scarsità dei collegamenti può capitare di fare uno scalo intermedio prima di arrivare a destinazione. La rete ferroviaria […]

Un azzeccato aforisma coniato dai francesi, recita che i vietnamiti piantano il riso, i cambogiani lo osservano crescere e i laotiani lo ascoltano. C’è molto di vero: il Laos non è solo una terra di grande bellezza naturalistica, di stupa e pagode, arricchito da una splendida città quale Louang Prabang, non per errore tutelata dall’Unesco […]

Laos

In Laos le feste e le celebrazioni sono di carattere religioso e civile. Feste civili: Tra le ricorrenze civili ricordiamo quelle più consuete: – 1° Gennaio: Capodanno; – 13-15 Aprile: Capodanno laotiano; – 1° Maggio: Festa Internazionale dei Lavoratori; – 2 Dicembre: Giornata della Nazione, in cui si commemora la vittoria comunista sui monarchici del […]

Vientiane Vientiane, “città del legno di sandalo”, è capitale dal XIX secolo. Situata in un’ansa del fiume Mekong, al centro di un’estesa valle coltivata a riso, questa città riecheggia immagini esotiche in cui le diverse culture lao, tailandese, cinese, vietnamita e francese si fondona a formare un’originale ed affascinante realtà. Pur essendo il centro più […]

Gran tour della cambogia e del laos

Storia Le prime tracce di insediamenti umani in Cambogia risalgono al primo millennio AC; le popolazioni di questo periodo vivevano su palafitte e si nutrivano soprattutto di pesce e riso. La prima civiltà fiorente, quella di Funam, sorse però sul delta del Mekong solo verso il 300 d.C. Era un regno che viveva con il […]

Via terra: La Cambogia dispone di 38.257 km di strade, di cui solo il 6% asfaltate. Le strade dunque non sono tutte in ottime condizioni, soprattutto nelle zone rurali. Sono sconsigliate quelle che portano a Siem Reap e Battambang poiché poco sicure e in pessime condizioni. Si può giungere in Cambogia in tre modi via […]

Laos e Cambogia

La Cambogia (in lingua khmer Kâmpuchea ) è un Paese pianeggiante situato nel cuore dell’Indocina ed esteso circa 181.000 kmq. Si affaccia sul Golfo di Thailandia e confina a nord ed ovest con la Thailandia, a nord-est con il Laos e a sud ed est con il Vietnam. La capitale è Phnom Penh. Morfologicamente, si […]

Capodanno Vietnam e Cambogia 2

Clima La Cambogia ha un clima legato ai monsoni tropicali e la temperature media annuale è di 27°. I mesi più freddi sono dicembre e gennaio, mentre marzo e aprile sono i più caldi. Il paese ha due distinte stagione: la stagione piovosa che va da maggio a ottobre (con temperature fino a 40°, accompagnate da […]

Vietnam e Cambogia

L’economia cambogiana si basa principalmente sull’agricoltura, in particolare sulla produzione di riso (coltura che occupa circa l’80% delle terre arabili). Discreta sono inoltre le produzioni di mais, manioca, fagioli, soia, sesamo, canna da zucchero, banane, tabacco e noci di cocco. Il 60% della popolazione attiva trova occupazione in questo settore, che contribuisce alla formazione del […]

La Cambogia ha una popolazione di 14.241.640 abitanti (2008), con una crescita annua del 2,3% (una delle più alte in Asia) e una densità media di 81 unità per km². Circa l’85% della popolazione vive nelle aree rurali, soprattutto nella vasta valle centrale. La città principale è la capitale Phnom Penh, seguita da Sihanoukville, Siem […]

La quasi totalità della popolazione esercita il culto buddhista di dottrina Therevada. La costituzione della Cambogia prevede comunque la libertà di culto, incentivando i rapporti amichevoli fra le varie religioni. La religione buddhista ha garantito negli anni un elevato tasso di alfabetizzazione della popolazione cambogiana

cambogia bali

Lingua: La lingua khmer è parlata dal popolo dei khmer della Cambogia e appartiene alla famiglia delle lingue austroasiatiche; è stato influenzato sia dal sanscrito che dal pali, a causa della diffusione del buddismo e dell’induismo. Inoltre, a causa della relativa vicinanza geografica, la lingua khmer è stata influenzata anche dal tailandese e dal laotiano, […]

L’antica letteratura cambogiana è stata tramandata per molti anni attraverso dipinti o scritte scolpite sui muri. La letteratura contemporanea, al contrario, non esiste, in quanto il regime dei Khmer Rossi ha ucciso chi sapeva leggere e scrivere. Inoltre, la popolazione è poco interessata alla letteratura a causa delle condizioni di vita precarie.

Laos

Musica La musica cambogiana è contaminata da vari stili, come quello indiano di tipo arabico, che ne costituisce la base, quello cinese ed indiano, che l’hanno influenzata maggiormente. Sono presenti anche influssi occidentali, primo fra tutti il jazz. La caratteristica principale della musica popolare cambogiana è la stratificazione polifonica. Il Khmer è una danza tipica […]

Easy Vietnam e Cambogia

Film ambientati in Cambogia The see wall (Francia, 2008) Okùnchiràn – Emergency in Cambogia (Italia, 2006) ?  Holy Lola (Francia, 2004) ? City of ghosts (USA, 2002) Bophana (Francia, 1996) ? Urla del silenzio (Gran Bretagna, 1984) ?  Apocalypse now (USA, 1979)

La cucina cambogiana è simile a quella thailandese ma fa un uso minore di spezie e non è così piccante (in genere aglio e peperoncino vengono serviti a parte). Un pasto cambogiano prevede quasi sempre la zuppa. Tra i tipi più comuni ci sono la samla machou banle, zuppa di pesce, la samla chapek, di […]

Tra gli sport più praticati in Cambogia troviamo le arti marziali, la cui tecnica più famosa è il Bokator, tecnica che non viene praticata a livello agonistico perché ogni incontro potrebbe portare alla morte di uno dei partecipanti. Altri sport molto popolari sono il combattimento fra galli, il footbag, praticato con un palla di stoffa […]

Il cambogiano è una lingua figurata, talvolta più che con le parole ci si esprime attraverso concetti: è per questo che non esistendo il termine aeroporto né aereo si parla del “terreno spianato delle barche volanti” o a proposito del latte si dice “il liquido che esce dalle mucche”. Le feste del buddhismo theravada vedono, […]

L’Ambasciata d’Italia competente è quella di Bangkok, Thailandia. Non esistono attualmente uffici di assistenza commerciale nel paese né significative organizzazioni di imprenditori. Ambasciata d’Italia a Bangkok 399 Nanglinchee Road Thungmahamek, Yannawa Bangkok 10120, THAILANDIA Tel.: +66-2-2854090/1/2/3 +66-2-2854433/4 Fax: – Cancelleria Diplomatica: +66-2-2854793 – Cancelleria Consolare: +66-2-2854801 Per l’assistenza sul posto a cittadini italiani in caso […]

Passaporto: necessario con validità residua di almeno sei mesi dalla data d’ingresso nel Paese. E’ necessario portare sempre con se’ il documento di identità. Per limitare i rischi di furto o smarrimento del passaporto e del biglietto aereo, peraltro diffusi, si consiglia di portare sempre con se’ una fotocopia, autenticata, del passaporto, lasciando l’originale e […]

Sicurezza La formazione di un nuovo governo avvenuta nel 2006, dopo mesi di blocco istituzionale, ha posto le premesse per un periodo di relativa quiete e stabilità all’interno del Paese. La situazione politica appare sostanzialmente stabile dopo le turbolenze degli scorsi anni. Tuttavia si consiglia di adottare misure di prudenza durante il soggiorno, di tenersi […]

Le principali festività cambogiane sono di tipo religioso e vengono fissate secondo il calendario lunare, variando quindi di anno in anno. Nel corso dell’anno si susseguono le seguenti ricorrenze: – Capodanno lunare: alla fine di gennaio o agli inizi di febbraio, viene celebrato dalle comunità cinesi e vietnamite. – Chaul Chnam: il Capodanno khmer cade […]

Capodanno Cambogia Classica (27 dicembre) 2

Molte sono le attività che si possono effettuare nel territorio cambogiano, di seguito ne riportiamo alcune: • Go-kart, jet-ski, mini golf e bowling a Phnom Phen • Escursioni e passeggiate su elefanti a Ratanakiri e a Mondulkiri • Snorkeling a Sihanoukville

Phnom Penh Phnom Penh, capitale della Cambogia dal XV secolo, è situata alla confluenza dei fiumi Mekong, Bassac e Tonlè Sap. Nota ai tempi del colonialismo come la “perla dell’Asia”, la città è disegnata su un tessuto urbano risalente al periodo coloniale francese o ad esso posteriore, nonostante qualche vestigia del passato sia fortunatamente sopravissuta […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Scopri con noi il fascino della Cambogia. Qui alcune fra le opere più rappresentative!

Capodanno Vietnam e Cambogia (26 dicembre)

La costa meridionale della Cambogia, ha più di 60 isole tropicali incontaminate, immerse nelle acque cristalline del Golfo di Thailandia.   Isola di Koh Rong La splendida isola di Koh Rong situtata al largo del Golfo di Thailandia copre un’area di 78kmq, su 62km di costa 48km sono caratterizzati da spiagge candide e dorate di […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su