http://www.goasia.it?p=8070
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Deserto, mare, montagne, storia; un viaggio nella terra del Sultano per apprezzare le caratteristiche di questa terra ancora tutta da scoprire.

L’Oman è ancora una meta non contaminata dal turismo di massa, dove le antiche tradizioni sono ancora molto vive e la popolazione, rimasta per molti anni lontana e chiusa  al turismo, è piuttosto schiva ed estremamente nazionalista.  1700 chilometri di coste praticamente deserte che si estendo dallo Stretto di Hormuz sino all’Oceano Indiano, fiordi e baie incantate, mercati dal fascino coinvolgente,  profumo di incenso, antiche fortificazioni, deserti che al tramonto si colorano di rosa. Si trascorreranno due notti nell’isola di Masirah situata nella parte dell’Oceano Indiano chiamato Mar Arabico.

1° giorno

Italia – Muscat

Partenza a mattino dall’ Italia con volo di linea Qatar Airways per Doha. All’arrivo coincidenza per Muscat. Arrivo in Oman alle 23.20. Disbrigo delle formalità di ingresso e trasferimento in Hotel. Pernottamento.

2° giorno

Muscat – Wadi Bani Awf – Jebel Shams (B-L–D)

Prima colazione. Partenza per la visita della Grande Moschea, voluta dal Sultano Qaboos, splendido esempio di architettura islamica moderna: impressionante la sala di preghiera per la ricchezza delle decorazioni, la cupola, il lampadario di cristallo e il tappeto persiano di 4.200 mq.

Partenza con le macchine fuoristrada in direzione Nord Ovest, verso la catena montuosa dell’Hajar, dagli spettacolari scenari, con vette che raggiungono i 3000 m. La strada sinuosa, sale gradualmente attraverso il Wadi Bani Awf, con pareti di roccia dalle splendide tonalità di colori e morfologia bizzarra. Pranzo picnic nel wadi per poi raggiungere un passo a oltre 2000 m., con un superbo panorama sulla catena dei monti Hajjar. Arrivo a Jebel Shams nel pomeriggio, cena e pernottamento in resort.

3° giorno

Wadi Ghul – Jibreen – Salut – Nizwa (B/L/D)

Dopo la prima colazione si sale sulla cima del Jebel Shams per vedere il Grande Canyon dell’Oman. Una volta scesi a valle si potranno ammirare e fotografare i villaggi di Wadi Ghul e il Wadi Nakhar. La visita proseguirà con lo straordinario castello di Jabreen, costruito dall’Imam Bil Arab bin Sultan Al Y`arubi nel 1670 che conserva ancora gli splendidi soffitti decorati. Dopo il pranzo in ristorante locale si prosegue verso Salut, un insediamento fortificato risalente all’età del Ferro (1300-800 a.C.), posto presso le pendici occidentali della catena montuosa dell’Hajar, regione di Bissiyah, Oman settentrionale. Le rovine della fortezza si trovano su uno sperone roccioso alto circa 20 metri al centro di un’antica oasi dove una possente cinta muraria, costruita in grossi blocchi lapidei, disegna un profilo irregolarmente circolare. Al termine delle visite si raggiunge Nizwa. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno

Al Hamra – Misfat al Abriyeen – Bahla –Tanuf – Nizwa (B/L/D)

Dopo colazione, si procede per l’esplorazione della regione della Dakhiliya, la regione interna del paese, ricca di luoghi d’interesse storico e culturale. Visita di due oasi particolarmente caratteristiche Al Hamra, con gli edifici costruiti in un impasto di fango e paglia e Misfat Al Abriyeen, con le case abbarbicate tra le rocce e le micro parcelle di terreno coltivate. In entrambe le oasi, uno straordinario sistema d’irrigazione, costituito da canali detti falaj, distribuisce l’acqua dalle sorgenti di montagna alle piantagioni e all’abitato. Pranzo in ristorante locale. A seguire, sosta presso l’imponente forte di Bahla(il forte e’ stato riaperto ma al momento della pubblicazione del programma i giorni di visita sono limitati al giovedì e venerdì), considerato uno dei più belli del paese e riconosciuto dall’Unesco tra i beni Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Visita al villaggio di Tanuf di cui rimangono solo rovine. Il villaggio venne distrutto, con la collaborazione dell’aviazione inglese, negli anni 50 durante le “Guerre del Jebel”, che videro coinvolti i capi dei villaggi dell’area di Nizwa che si opponevano alle ferree leggi del Sultano Taymur. Rientro a Nizwa nel pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel.

5° giorno

Nizwa – Sharqiyah Sands (B/L/D)

Prima colazione. Nizwa,la “Perla dell’Islam”, sorge in una pianura circondata da una folta oasi di palme. Visita del forte del XVII sec. e del souq; recentemente ristrutturato, quest’ultimo offre sia prodotti alimentari che artigianali: leggii, ceramiche provenienti dalla vicina Bahla, incensiere, bastoni da passeggio, copricapo maschili e quant’altro. La città è inoltre rinomata per i suoi argentieri, i quali propongono i khanjar, i classici pugnali omaniti d’argento finemente lavorati, e naturalmente anche collane, bracciali, anelli e monili in genere. Dopo le visite, partenza da Nizwa per raggiungere, in circa due ore, il villaggio di Mintrib. Pranzo in un ristorante locale. Si lascia quindi la strada asfaltata per inoltrarsi tra le dune dalle sfumature color rosa e arancione del deserto delle Sharqiyah Sands, conosciuto anche come deserto del Wahiba, dal nome della più importante tribù beduina che da secoli in questi luoghi, approfittando dei numerosi pozzi d’acqua e cespugli d’erba che consentono di allevare greggi di capre e cammelli. Cena e pernottamento in un suggestivo campo tendato in stile beduino.

6° giorno

Wahiba – Isola di Masirah (B/L/D)

Prima colazione. Ci si dirige verso l’oceano seguendo una bella pista che corre tra enormi dune. Pranzo picnic. Arrivati sulla costa dell’Oceano Indiano, si prosegue verso sud per raggiungere l’imbarcadero dove si trova il traghetto. Un po’ di attesa poiché la partenza del traghetto dipende dalle maree e dal riempimento dello stesso, circa un’ora di traversata e si raggiunge l’Isola di Masirah Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

7° giorno

Isola di Masirah (B/L/D)

Prima colazione. Masirah é una grande isola lunga circa 70 km. e larga 18; a 20 km dalla costa, bordata da bellissime spiagge di sabbia bianca: E’ un’isola molto arida, vi abitano solo circa 800 persone, la maggior parte delle quali si trova nel villaggio principale di Ras Hilf dove attraccano i traghetti. È un paradiso per i birdwatchers, gli appassionati di conchiglie, se ne trovano di bellissime e diverse tra loro, e di natura incontaminata; migliaia di tartarughe vengono a depositare le uova prevalentemente tra Giugno e Settembre. Abitata sin dall’antichità, Alessandro Magno fece qui una base del suo vasto impero, chiamandola Serepsis. Nella seconda Guerra Mondiale fu usata come base militare dagli Inglesi ed in seguito, durante la guerra del Golfo, gli Americani la usarono come base aerea. Effettueremo il periplo dell’isola fermandoci per il pranzo picnic e non mancheranno le occasioni per bagni di mare. Cena e pernottamento in hotel.

8° giorno

Isola di Masirah – Ras al Hadd (B/L/D)

Prima colazione. Si lascia l’isola di prima mattina per riprendere la strada asfaltata che conduce a Ras al Hadd il promontorio più a est della penisola araba e dell’Oman. Lungo la strada sarà possibile vedere, condizioni meteorologiche e marittime permettendo, le veloci barche dei pescatori rientrare dalla battuta di pesca giornaliera. Si attraverseranno le dune del Wahiba che scendono a picco sul mare e creano spettacolari paesaggi. Raggiunta la località di Al Ashkara si pranzerà in un ristorante locale. Si riprende poi la strada che ci condurrà a Ras Al Hadd, dove si trascorrerà il resto della giornata in un grazioso resort con i bungalow sulla spiaggia. Dopo cena, escursione alla Riserva Naturale di Ras Al Jinz, zona di riproduzione delle tartarughe verdi dove, con un po’ di fortuna, sarà possibile osservare gli splendidi animali che depositano le uova e le piccole tartarughe nascere e correre verso il mare. Dopo la visita, della durata di un paio d’ore, rientro in resort e pernottamento.

9° giorno

Ras Al Hadd – Muscat – Italia (B/L/D)

Dopo colazione ci si dirigerà verso Sur, cittadina splendidamente racchiusa in una baia naturale, dove il quartiere del porto è ancora costruito in stile tradizionale. Visita all’interessante cantiere dei dhow,le tipiche imbarcazioni in legno che da sempre solcano i mari dell’Arabia e che ancora oggi sono utilizzate dai pescatori e per piccoli commerci con l’Iran e il Pakistan. Si prosegue lungo la costa seguendo una strada panoramica che corre tra montagne e mare. Breve sosta alle rovine della città di Qalhat fondata nel II sec. a.C. e importante porto durante il periodo medioevale dei regni sud arabici, visitata anche da Marco Polo durante il suo viaggio in Oriente. Si entra quindi nel Wadi Tiwi, un canyon dalle imponenti pareti rocciose dove si alternano palmeti terrazzati e villaggi. Dopo un pranzo in ristorante locale si riprende la strada in direzione di Muscat. Arrivati nella capitale, tour della città. Si raggiunge la zona della Old Muscat, sede dell’Al Alam Palace, il Palazzo ufficiale di Sua Maestà il Sultano, nonché dei due forti Portoghesidel XVI secolo – Al Jalali e Al Mirani (visite esterne). A seguire, visita del souq di Mutrah, il mercato tradizionale dove acquistare splendidi artefatti artigianali omaniti: oggetti e gioielli in argento, i tipici pugnali khanjar, spezie, varie fragranze d’incensi, pashmine, oggetti in legno e altro ancora. Vi sarò a disposizione una camera in day use per rinfrescarsi prima della cena (una camera ogni 4 persone al Muscat Holiday, 4*). Cena in ristorante a base di pesce e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

10° giorno

Muscat– Doha -Italia

Partenza venti minuti dopo la mezzanotte per Doha. All’arrivo coincidenze per le varie città d’Italia servite da questa Compagnia.

Quote per persona, a partire da:

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

Il check in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00

Le mance non sono obbligatorie ma sono consigliate  a autisti e guide.

 

Hotel previsti o similari

Muscat: Holiya Muscat 4*

Jebel Shams: Sunrise Resort (turistico)

Nizwa: Golden Tulip 4*

Wahiba Sand: 1000 Nights Camp (turistico)

Masirah: Masirah Island Resort (turistico)

Ras Al Hadd: Turtle Beach Resort (turistico)

NB: Le strutture alberghiere qui indicate sono quelle solitamente utilizzate nei nostri tour. Le sistemazioni possono non corrispondere ad uno standard di servizi all’altezza della classificazione ufficiale. L’efficienza del personale e le condizioni di alcune strutture possono non corrispondere ai parametri europei a cui siamo abituati. Per (turistico) intendiamo una categoria equivalente a una struttura 3*, comunque di solito il meglio in zona

 

Visto d’ingresso: necessario

Dal 21 marzo 2018 non e’ più possibile ottenere il visto turistico presso l’Ambasciata del Sultanato dell’Oman in Italia e in frontiera, ed e’ obbligatorio effettuare la richiesta di visto (“Unsponsored visa”),  prima dell’ingresso nel Paese tramite il sito della Royal Oman Police  (https://evisa.rop.gov.om/en/home), procedendo on-line anche al relativo pagamento. Tale procedura è valida per tutti i cittadini dell’Unione Europea e per le nazionalità incluse nella lista “Country List 1” (https://evisa.rop.gov.om/en/visa-eligibility). Per accedere alla piattaforma online per la richiesta del visto turistico è necessario essere registrati ed avere a disposizione una scansione del proprio passaporto (con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese), una fototessera formato digitale (pdf, jpg, png, gif – max 512 KB) e una carta di credito per il pagamento..

Sono disponibili tre diverse tipologie di visto turistico a seconda del periodo di permanenza nel Paese:

– Tourist Visit Visa 10D/ 26A: valido per 1 ingresso per massimo 10 giorni, 5 O.R.

– Tourist Visit Visa 30D/ 26B: valido per 1 ingresso per massimo 30 giorni, 20 O.R.

– Tourist Visit Visa 1YR/ 36B: valido per più ingressi nel corso di un anno (massimo 30 giorni per ingresso, con primo ingresso entro un mese dall’emissione), 50 O.R. Il  visto deve essere utilizzato entro un mese dal rilascio.

Qualora si usufruisse dei servizi di GoAsia per l’ottenimento del visto, verrà richiesto un contributo di gestione della pratica

 

Tasso di cambio € 1,00 = OMR 0,50

Variazione dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.


La quota comprende

  • Voli di linea Qatar Airways Italia/Doha/Muscat/Doha/Italia in classe economica
  • Hotel menzionati, o se non disponibili, altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Trattamento di pensione completa tranne la cena del 1° giorno
  • Tour in veicolo 4 x4 con autista/guida parlante inglese. In italiano su richiesta
  • Acqua e soft drinks a disposizione durante il tour
  • Ingressi ai siti menzionati
  • Gadget, etichette bagaglio e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali soggette a variazione € 241
  • Un pranzo e due cene
  • Le bevande ai pasti, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Il costo del Visto Oman di 65 euro
  • visto per l’OmanSupplemento per guida parlante italiano € 330 a persona
  • Quota di iscrizione di € 95

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.240 - Voli inclusi

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 1.170 - Voli esclusi

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 2.280 - Voli inclusi

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 2.480 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti
mongolia

Ulaanbaatar Ulaanbaatar, capitale della Mongolia e con più di un milione di abitanti (raccoglie infatti più della metà della popolazione) ed unica grande metropoli del Paese, è fondata lungo le sponde del fiume Tuul ed è circondata da deliziose montagne, tra le quali celebri sono i 4 monti sacri. Nata nel XVI secolo inizialmente come […]

La cultura giapponese ha subito forti modifiche nel corso dei secoli, cambiando da quella originaria (risalente al periodo Jomon sviluppatasi verso il 10.000 a.C. fino al 300 a.C. e che prende il nome dalle tipiche decorazioni del vasellame dell’epoca. Società basata soprattutto sulla caccia,pesca e raccolta ponendo le basi per uno sviluppo agricolo che avverrà […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su