http://www.goasia.it?p=8230
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

L’Irian Jaya o Papua, la cui superfice occupa la metà della Nuova Guinea, la seconda isola più grande del pianeta, è indubbiamente una delle ultime frontiere per il viaggiatore, un paradiso per naturalisti, antropologi ed amanti dell’avventura. L’isola offre un’ineguagliabile varietà culturale ed etnografica, sintetizzata perfettamente dalla diversità linguistica di una popolazione che parla oltre 250 differenti dialetti, ma soprattutto il suo territorio, rimasto ancora vergine per vaste aree, presenta, grazie alla particolare conformazione geografica, un’incredibile biodiversità e varietà di paesaggi che va dai picchi innevati che superano i 5000 m all’impenetrabile foresta equatoriale, alle barriere coralline incontaminate.Questo itinerario si svolge nella Valle del Baliem, culla di alcune tra le più interessanti culture tradizionali oggi rimaste nel mondo. La carenza di infrastrutture nella regione rende questo viaggio sconsigliabile a coloro i quali non siano dotati di ottimo spirito di adattamento.

 

Jayapura è servita da voli giornalieri Garuda da Jakarta, Bali e Ujung Pandang. Itinerario da effettuarsi da maggio a fine ottobre. Partenze libere con servizi privati e guide locali parlanti inglese.

1° giorno

arrivo JAYAPURA – WAMENA – BALIEM VALLEY RESORT(-/L/D)

Arrivo all’aeroporto di Jayapura, capoluogo dell’Irian Jaya. Incontro con la guida locale e disbrigo delle formalità burocratiche di accesso a questa regione indonesiana. Proseguimento con volo di circa 1 ora per Wamena, centro principale della valle del Baliem. Arrivo e trasferimento al The Baliem Valley Resort 3*,lodge situato in posizione panoramica a circa 10 km dalla cittadina. Dopo il pranzo visita del mercato locale ed escursione al ponte sospeso sull’impetuoso Sungai Wamena a Sinatma. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

2° giorno

VALLE DEL BALIEM (B/L/D)

Prima colazione. Intera giornata dedicata alle visite della Valle del Baliem, e dei villaggi Dani, il nome con cui viene genericamente chiamata la popolazione delle numerose tribù che vivono nella regione, che tuttavia presentano numerose differenze in fatto di lingua, usi e costumi ed aspetto fisico. Gli abiti tradizionali degli uomini Dani consistono unicamente in un astuccio penico (horim), ricavato da un tipo di zucca la cui dimensione e forma vara da gruppo a gruppo, ed alcuni ornamenti come piume di cenderawasih, l’uccello del paradiso, e collane di conchiglie. Il resto del corpo, come anche i capelli, viene unto con grasso di maiale e cenere per tenersi caldi. Le donne invece indossano gonnellini di erba essiccata o, se sposate, fibre vegetali e semi legati insieme ed una borsa di rete sul capo che serve al trasporto di bambini o di merci. Una volta era consuetudine, per le donne, di recidersi la falange di un dito ad ogni lutto, ma oggi queste tradizioni vanno perdendosi. I villaggi, disposti sui terrazzamenti rocciosi coltivati a patate dolci della gola del Baliem, sono costituiti dalle honai, le capanne tradizionali rotonde con il tetto di paglia, dove uomini e doone dormono separati. Al mattino si parte per Jiwika, villaggio situato a circa 2 ore di auto da Wamena, base di partenza per un’escursione a piedi (circa 1 ora lungo un sentiero in salita) fino ad alle sorgenti di acqua salata di Iluve dove le donne Dani faranno una dimostrazione del complesso metododi estrazione del sale adottatodai locali: gambi di banano vengono battutti e svuotati del liquido e poi immersi in acqua salmastra per assorbire il sale, prima di essere essiccati e bruciati. Le ceneri così ricavate vengono utilizzate per condire gli alimenti. Al termine rientro a Jiwika da dove si prosegue a piedi per il villaggio di Kurulu dove è previsto il pranzo. Il pomeriggio visita al villaggio di Sumpaima, dove è custodita la mummia del guerriero Werapak Elosarek, risalente a circa 280 anni fa. Si prosegue la camminata visitando altri villaggi Dani prima di rientrare in auto in hotel. Cena e pernottamento.

3° giorno

VALLE DEL BALIEM (B/L/D)

Prima colazione. Proseguimento delle visite a piedi ai villaggi Dani della valle. Si potrà inoltre assistere alla lunga ed elaborata cottura tradizionale del maiale nel forno di terra ed a spettacoli di danze tradizionali. Nel pomeriggio rientro al resort. Pensione completa.

4° giorno

BALIEM VALLEY RESORT– WAMENA – JAYAPURA(B/L/D)

Prima colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo per Jayapura. Visita della città e pranzo in ristorante locale in corso d’escursione. Sistemazione al Swiss Bell o Aston Hotel. Cena e pernottamento.

5° giorno

JAYAPURA – partenza(B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per volo per la destinazione successiva.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaHotel standardPapua Paradise
DoppiaSupplemento singolaDoppiaSupplemento singola
Dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018€ 1.660€ 340€ 830€ 160

Note

*Papua Paradise: 3 notti – pensione completa –transfer per/da aeroporto di Sorong

 

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

Da maggio 2016 i cittadini italiani otterranno all’arrivo visto gratuito della durata di 30 giorni (non estendibile). Necessario il passaporto, che deve essere valido 6 mesi ed avere 1 pagina libera.

 

RAJA AMPAT, WEST PAPUA INDONESIA

  • Papua Paradise Eco-Resort

Struttura dedicata ai subacquei situata nel cuore dell’arcipelago di Raja Ampat, a circa 2 ore e mezzo dall’aeroporto di Sorong (15 minuti di auto e 2 ore di barca), su un’idilliaca isola tropicale, circondata da una barriera corallina e flora  ancora incontaminate. Il mondo sommerso di Raja Ampat è considerato è uno dei luoghi con la più ampia biodiversità al mondo, con più di 1300 specie di pesci e 540 specie di coralli. Il resort dispone di 16 semplici ma spaziosi bungalow con veranda  con vista sulle acque turchesi dell’oceano, tutti dotati di servizi privati con doccia con acqua calda, ventilatore, zanzariera, kit per tè e caffè. Il ristorante con vista sull’oceano offre una selezione di piatti indonesiani e internazionali. Accesso internet a pagamento nell’area ristorante. Possibilità di snorkeling, immersioni ed escursioni sull’isola.Il dive center garantisce i migliori standard di sicurezza e un servizio personalizzato, per le immersioni è previsto un massimo di 4 subacquei per guida e sono a disposizione 2 imbarcazioni in vetroresina con prendisole e toilette che può ospitare da 7 a 12 sub ed una che può ospitare fino a 5 sub.

 

Partenze libere su base privata, minimo 2 partecipanti

 

Tasso di cambio 1 EUR = 1,12 USD

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.


La quota comprende

  • Volo Jayapura – Wamena – Jayapura
  • pernottamenti negli hotel menzionati su base camera doppia di tipologia base
  • Pensione completa
  • Permesso di viaggio nell’Irian Jaya
  • Trasferimenti e visite con guide e assistenti locali parlanti inglese
  • Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali e voli per/da Giava, Bali o Sulawesi (su richiesta)
  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente (150.000 Rp per persona per i voli internazionali, 30.000 Rp per i voli domestici in Indonesia)
  • Tassa ingresso Parco Nazionale Raja Ampat (500.000 Rp, circa 40 USD)
  • Pasti non menzionati, le bevande, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Quota di iscrizione di € 95

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Dietro l’apparente semplicità di questi piatti si nasconde una miscela di spezie, sapori e usanze che affondano le loro radici in un remoto passato. La gastronomia indiana è decisamente una delizia per tutti coloro che amano la cucina esotica. La cucina tradizionale varia molto a seconda che ci si trovi nella parte Nord o Sud […]

All’inizio del ventesimo secolo il Giappone ha dato vita ad una serie di arti marziali denominate Budo, molto in voga tra i guerrieri. Queste includono il Judo, il Karate, il Jujutsu e il Kendo. Il SUMO viene inoltre considerato il più caratteristico sport nazionale giapponese, con i suoi enormi lottatori che si sfidano in piccole arene […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su