http://www.goasia.it?p=31537
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Pasqua in Armenia

Quale occasione migliore per visitare uno dei primi paesi cristiani al mondo se non in occasione della Santa Pasqua? L’Armenia, incastonata tra l’Europa e l’Asia nella regione del Caucaso, è una nazione forte, fiera e caratterizzata da una profonda identità culturale: tre milioni di abitanti parlano e comunicano con una sola lingua ed  un unico alfabeto. Un paese dalla storia millenaria, ma drammatica, sottomesso da regimi totalitari che hanno messo in ginocchio milioni di Armeni, ma comunque capace di reagire e guardare la futuro con determinazione e voglia di fare. L’Armenia è una  terra di altopiani, chiese e monasteri di genti dai volti fieri e sorridenti una terra di un’accoglienza unica e semplice. Viaggiando tra monti e laghi si visitano i monasteri più rappresentativi dell’Armenia e della religione cattolica partecipando a rituali pasquali nei giorni del venerdì e del sabato santo quando le chiese  di Yerevan si riempiono di fedeli e di phatos. La santa messa della domenica si terrà nella cattedrale più antica  al mondo,  Echmiatsin, dove nel 303 fu foByundata la prima Chiesa nazionale cristiana.

1° giorno

ITALIA – DELHI (-/-/-)

Partenza dall’Italia per Yerevan con volo di linea secondo disponibilità.

2° giorno

YEREVAN (B/L/D)

Arrivo all’aeroporto internazionale Zvartnots. Trasferimento in albergo, check-in, tempo a disposizione per il riposo. Dopo la prima colazione visita orientativa dei luoghi più rappresentativi di Yerevan: Teatro Nazionale Accademico dell’Opera e del Balletto, la gigantesca statua di Madre Armenia, Cascade. Visita guidata al Museo di Matenadaran, istituto delle ricerche dei manoscritti antichi (include più di 17.000 manoscritti antichi, ma anche archivi e documenti diplomatici dal XIV° al XIX° secolo). Dopo il pranzo si partirà verso la regione di Ghegharquniq dove si estende il lago di Sevan, situato 1900mt sopra il livello del mare, uno dei laghi di acqua dolce più elevati al mondo. Quindi visita del monastero di Sevanavank, con il cortile disseminato dai tipici khachkar armeni (antiche croci incise sulla pietra) dove si assisterà alla cerimonia del Santo Venerdì. Rientro a Yerevan. Cena e pernottamento.
Il Venerdi Santo è il giorno nel quale si ricorda la sofferenza e la morte di Gesù Cristo sulla Croce. Verso le due del pomeriggio, si assiterà alla solenne celebrazione della Sofferenza. La sera alla fine della liturgia si effettuano simbolicamente le esequie a Gesù Cristo: nella chiesa si fa il giro della tomba simbolica di Gesù decorata di fiori ed accompagnata da una processione solenne.

3° giorno

YEREVAN-HOVHANNAVANQ-BYURAKAN-YEREVAN (B/L/D)

Il Sabato Santo si celebra la Veglia di Pasqua. Si celebra la Resurrezione di Cristo accompagnata dalla liturgia del fuoco: con il nuovo fuoco si accende la candela di Pasqua, durante la processione si proclama la Luce di Cristo, e si accendono le candele dei fedeli. Si proclama l’Annuncio del Giorno di Pasqua.

Prima colazione in albergo. Dopo la visita al Memoriale e Museo del Genocidio Armeno del 1915 si partirà per la regione di Aragatsotn. Arrivo ad Ashtarak, antichissima e piccola città nonché capoluogo della regione. Pranzo in un ristorante locale o in una tipica casa. Visita al monastero di Hovhannavanq dove San Gregorio l’Illuminatore (Gregorio Armeno), portando le reliquie di San Giovanni Battista, costruì la prima cappella del monastero.
In serata si parteciperà alla proclamazione dell’Annuncio del Giorno di Pasqua presso la basilica di Surb Hovhannes (VII-X secolo) a Byurakan. A seguire, camminado in fiaccolata verso il centro culturale del paese, incontro con la comunità armena. Cena e presentaizone dei piatti nazionali pasquali accompagnata da danze e canti tradizionali. Si avrà l’occasione di decorare l’albero pasquale e le uova e scoprire quindi le tradizioni legate a questa impotante festività. Dopo la cena a Byurakan rientro a Yerevan e pernottamento.

4° giorno

EDJMIATSIN - ZVARTNOTZ – YEREVAN (B/L/D)

La Domenica di Pasqua: La Resurrezione di Gesù riccheggia la gioia della veglia di Pasqua. Alle undici la Chiesa Armena celebra la Santa Messa.
Prima colazione in albergo. Partenza per la regione di Armavir alla volta di Edjmiatsin, il cuore della Chiesa Armena Apostolica, dove risiede il “Catolikos” di Tutti gli Armeni (capo supremo della chiesa armena). Il nome del luogo significa “L’Unigenito è disceso” poiché, secondo la leggenda, Cristo apparve a San Gregorio l’Illuminatore e con un martello dorato mostrò il luogo dove sarebbe stata costruita la prima chiesa cristiana. Visita alla chiesa di Santa Hripsime, una delle 37 vergini che furono lapidate e martirizzate per la loro fede cristiana, alla cattedrale di Edjmiatsin (IV secolo) per participare alla santa messa di Domenica. Pranzo. Al ritorno sosta presso i resti del tempio di Zvartnots (VII° secolo), crollato a causa di un terremoto alla fine del X secolo. Il sito oggi ridotto in rovina, forma una collina di ruderi inesplorati. Gli scavi archeologici dei primi anni del novecento rivelarono la consistenza completa e la grande importanza archeologica e architettonica del complesso. Rientro a Yerevan. Visita al mercato artigianale di Vernissaj (aperto solo Sabato e Domenica). Cena e pernottamento.

5° giorno

YEREVAN - KHOR VIRAP - NORAVANQ - YEREVAN (B/L/D)

Prima colazione in albergo. Partenza per la regione di Ararat, verso il confine con la Turchia. Visita al monastero di Khor Virap (risale dal IV al XVIIº secolo) ove, a seconda della leggenda, fu imprigionato San Gregorio l’Illuminatore per 13 anni, che predicò in seguito il Cristianesimo in Armenia e diventò il Primo Catolikos di Tutti gli Armeni. Dal monastero si apre una splendida vista sul biblico monte di Ararat. Proseguimento verso la regione di Vayotz Dzor per arrivare al monastero di Noravank, massima espressione della fusione tra natura e architettura, in totale isolamento, in un ambiente aspro e roccioso, ma nell’insieme grandioso e solenne. Pranzo in ristorante locale. Di ritorno visita alla cantina del villaggio di Areni per la degustazione del vino locale. Rientro a Yerevan. Cena. Pernottamento.

6° giorno

YEREVAN - GARNI - GHEGHARD – YEREVAN (B/L/D)

Prima colazione in albergo. Partenza per la regione di Kotaiq. Visita al tempio pagano di Garni, unico tempio del periodo ellenistico conservato in tutta l’Armenia dopo la conversione al Cristianesimo come religione di Stato. Pranzo in una tipica casa del villaggio. Partecipazione alla cottura del pane nazionale ‘’lavash’’ che viene cotto nel forno sottoterra, fatto completamente in terracotta, chiamato ‘’tonir’’. Dopo la visita al tempio di Garni proseguimento e visita del monastero di Gheghardavanq (XIII° secolo), famoso per le sue chiese scavate direttamente nella roccia. Il monastero di Geghard è rinomato per conservare la santa lancia con la quale venne trafisso il costato di Cristo. La santa lancia venne portata in Armenia dai due apostoli Taddeo e Bartolomeo e fu conservata a lungo nel monastero di Ghegard.
Su richiesta e con supplemento possibilità di assistere al suggestivo concerto di musica sacra armena nelle rocce del monastero di Gheghard. Rientro a Yerevan. Tempo libero a disposizione. Cena di arrivederci. Pernottamento.

7° - 8° giorno

YEREVAN-ITALIA (B/-/-)

Prima colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo di rientro per l’Italia.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 18 aprile 2019 al 24 aprile 2019€ 890€ 180

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

Partenza  di gruppo in condivisione.

 

Hotel proposti:

  • Yerevan: Ani Plaza 4*

Il check in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00.

 

L’itinerario potrebbe subire modifiche in base alle condizioni climatiche e delle strade.

 

Le mance non sono obbligatorie ma sono consigliate  a autisti e guide.

 

Passaporto con validità minima 6 mesi. I cittadini dell’UE e dei Paesi non UE aderenti all’area Schengen possono entrare in territorio armeno senza visto per un periodo massimo di 180 giorni nell’arco di dodici mesi.

 

Tasso di cambio: itinerario quotato in euro


La quota comprende

  • Hotel menzionati, o se non disponibili altri della stessa categoria, su base camera doppia standard
  • Trattamento come da programma pensione completa
  • Trasferimenti, visite e ingressi come indicato nel programma
  • Guide locali parlanti italiano
  • Gadgets, etichette bagaglio e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
  • Polizza viaggi rischio zero

La quota non comprende

  • Volo intercontinentale dall’Italia
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente (al momento della stesura del programma  non previste)
  • Le bevande, le mance, facchinaggio, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Quota di iscrizione per persona € 95

Artashat Ad Artashat è possibile ammirare il Monastero Khor Virap e le rovine di una antica capitale armena. Al momento, nella vicina città di Dvin, si sta lavorando per portare alla luce le rovine di un’antica. Ashtarak si trova circa 30 km a sud di Yerevan ed è raggiungibile con un autobus da Yerevan.   […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 9 giorni / 7 notti

da € 1.030 - Voli esclusi

Durata: 11 giorni / 10 notti

da € 1.670 - Voli inclusi

Durata: 9 giorni / 8 notti

da € 960 - Voli esclusi

Durata: 6 giorni / 5 notti

da € 1.150 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

È opportuno stipulare una copertura assicurativa sanitaria internazionale che comprenda l’eventuale rimpatrio sanitario del paziente o il trasferimento in un altro Paese. Le strutture sanitarie statali lasciano spesso a desiderare, con alcune eccezioni tra cui l’Ospedale Clinico Centrale di Baku e altre strutture private a Baku.

Nome: in Corea come regola generale le persone hanno un nome composto da tre caratteri cinesi, che si pronunciano quindi complessivamente con tre sillabe. Il primo di questi caratteri è il cognome, mentre gli altri due costituiscono il nome. Una di queste ultime due sillabe, è talvolta usata per identificare la generazione e in tal […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su