http://www.goasia.it?p=31129
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Speciale Pasqua in Iran 2019

Da secoli l’attuale Iran è stato il luogo di incontro e  scontro tra  oriente  e occidente.  Questa terra, che occupa da sempre una posizione strategica, è stata la culla di uno dei più grandi e duraturi imperi della storia umana: l’antica Persia. Qui si ammirano le vestigia delle città di Ciro il Grande, Dario I e Alessandro Magno, seguendo le tracce del fecondo scontro tra la cultura iranica pre-islamica e il mondo greco. In splendidi siti, maestose architetture raccontano il nuovo, deciso scontro/incontro di civiltà, fruttuoso in ogni ambito culturale, che dal 642 Dc vedrà protagonisti il mondo persiano e quello arabo-islamico. Dai monumenti zoroastriani antichissimi alle moschee, bazaar e cittadelle fortificate medievali, l’Iran si rivela un bacino inesauribile di arte di grande bellezza e importanza per la comprensione del mondo antico e di quello contemporaneo. La dolce Persia dei poeti raffinati, dei giardini profumati, della maestosità delle montagne finirà per sedurvi dalla gentilezza, dolcezza e ospitalità degli abitanti. Il viaggio richiede un buono spirito di adattamento per i trasferimenti talvolta  lunghi  su strade  non sempre  in ottime condizioni e  per le  regole comportamentali piuttosto rigide.

Partenze ESCLUSIVE  Go Asia  SPECIALE  PASQUA 2019

1° giorno

19 aprile 2019 ITALIA – TEHRAN (-/-/-)

Partenza dall’Italia per Tehran con volo di linea operati da Qatar Airways. Pasti a bordo. Disbrigo delle formalità d’ingresso e doganali, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel.

2° giorno

20 aprile 2019 TEHRAN (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Inizio delle visite della capitale iraniana. Tehran, capitale dell’Iran, sorge sulle pendici dei Monti Elburz, ed è la città più liberale e laica del paese. Sebbene non vanti una storia millenaria come le altre città che si visiteranno nel corso del viaggio, ospita diversi musei tra i più belli al mondo. Inizio delle viste della città a partire dal palazzo Golestan dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e antica residenza dello Scià di Persia. Su questo sito sorgeva una cittadina safavide ma lo scià Nasser al Din (1848) decise di farvi costruire un “palazzo dei fiori” prendendo spunto da quanto visto durante suoi viaggi in Europa. Il nome Golestan indica appunto “roseto”. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento delle visite con il museo archeologico e il museo dei tappeti. Al termine rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

3° giorno

21 aprile 2019 TEHRAN – KASHAN – ISFAHAN (B/L/D)

Dopo la prima colazione partenza per Kashan, dove avrete l'opportunità di visitare una serie di meravigliose ex-residenze private, tra cui la splendida Tabatabaei House, costruita per la figlia di un ricco commerciante locale a meta del 19° secolo e il Giardino di Fin, uno storico giardino persiano. Il giardino fu completato nel 1590 ed e il piu antico giardino oggi esistente in Iran. Pranzo in ristorante locale. (Tempo permettendo sosta a Abyaneh e visita di questo piccolo villaggio di montagna che si caratterizza per il colore ocra delle sue case, dovuto al terreno ricco in ossido di ferro). Il Paese è noto anche per i colorati costumi tradizionali indossati dalle donne locali, le cui origini sono molto antiche. Trasferimento a Isfahan. Cena e pernottamento.

4° giorno

22 aprile 2019 ESFAHAN (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Isfahan era la capitale nel 17 ° secolo del regno Safavide, denominata Nesf-e-Jahan (metà del mondo) nella lingua safavide, situata a 1367 metri di altitudine in una piana irrigata dallo Zayendehurd, il “fiume che dona la vita”. All’arrivo visita di una delle più grandi piazze del mondo, la Piazza d’Imam (Naqsh-e Jahān), dove si trovano le moschee dello Sceicco Lotf Allah e dell’Imam, Chehel Sotoun e il Palazzo Ali Qapu, antico palazzo degli Scià di Persia che sorge imponente nella grandiosa Piazza Naqsh-e Jahàn. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita del Bazaar di Isfahan,(chiuso il venerdi) che riunisce le botteghe degli artisti manifatturieri e degli artigiani e che è considerato oggi un centro senza eguali in Iran e nel mondo, dove si potranno ammirare i famosi tappeti iraniani, i mosaici, le miniature oggetti per cui Isfahan è famosa in tutto il mondo. Tempo a disposizione per lo shopping. Cena e pernottamento a Isfahan.

5° giorno

23 aprile 2019 ESFAHAN (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alle visite della città di Esfahan. Si comincia con la Moschea Jamé chiamata anche Moschea del venerdì testimonianza vivente dell’evoluzione dell’architettura iraniana nel periodo islamico. Visita del quartiere armeno con la splendida Cattedrale di Vank e dell’annesso museo. Pranzo in ristorante locale.Nel pomeriggio visita al Museo della Musica di Isfahan un museo contemporaneo che documenta migliaia di anni di strumenti musicali iraniani divisi per aree geografiche. Sovente si tengono all’interno del museo concerti e musica dal vivo. Nel pomeriggio si prosegue sul lungofiume per la visita dei famosi ponti della città, immersi in un’atmosfera magica. Cena e pernottamento.

6° giorno

24 aprile 2019 ESFAHAN – YAZD (B/L/D)

Dopo la prima colazione partenza per Yazd (circa 280 chilometri a sud-est di Isfahan). Yazd, importante centro dello Zoroastrismo, ancora oggi in città esiste una considerevole minoranza di seguaci di Zoroastro.
Situata a metà strada tra Isfahan e Kerman, questa antica città, fondata all'epoca della dominazione sasanide, è particolarmente interessante per il singolare ambiente naturale che la circonda. Infatti Yazd, sorge al margine di due deserti: a nord il deserto salato del Dasht-e Kavir e a sud il deserto sabbioso del Dasht-e Lut. Yazd è sempre stato un importante centro tessile rinomato soprattutto per le sue sete, fiorente già da molto prima che vi giungesse Marco Polo percorrendo la via della seta verso la fine del XIII secolo.
Sui tetti delle case di Yazd si possono notare i tipici badgir, delle particolari torri di ventilazione costruite in modo da sfruttare ogni minimo soffio di vento, indirizzando l'aria verso le stanze interne. Pranzo in ristorante locale.A 15 km sulle colline di Yazd, visiteremo la Torre del Silenzio, (Dakhma), torri di legno alte fino a 8-10 metri collegate da una larga asse di legno dove venivano disposti i cadaveri. La visita proseguirà con il Tempio del Fuoco, tempio zoroastriano che custodisce la fiamma sacra che, secondo la tradizione, arde ininterrottamente dal 470 a.C. circa. Si prosegue con una passeggiata in piazza Amir Chakhmagh e la visita della Jami Mosque (Moschea del venerdì).
Cena e pernottamento a Yazd.

7° giorno

25 aprile 2019 YAZD – SHIRAZ (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Partenza per Shiraz visitando lungo il tragitto Pasargade, luogo che fu scelto da Cito il Grande per costruirvi la sua capitale in ricordo della vittoria qui riportata su Astiage, re dei Medi. Pasargade non rimase per lungo tempo sede del regno achemenide poiché alla morte di Cambise II, successore di Dario, la capitale primaverile fu spostata da Pasargade a Persepoli. L’area è molto vasta. Particolarmente interessante è la tomba di Ciro, il fondatore dell’Impero Persiano (visita dall’esterno). Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Shiraz visitando Persepolis, una delle cinque capitali dell'Impero achemenide (le altre erano Babilonia, Ecbatana, Pasargadae e Susa), situata a circa 50 chilometri a nord di Shiraz nella regione di Fars. La costruzione iniziò nel 520 a.C. sotto Dario I e durò quasi settant'anni. E’ uno dei siti più importanti del mondo antico che copre un’area di circa 150.000 metri quadrati con i resti dei palazzi di Dario il Grande, Serse e Artaserse. I bassorilievi, raffigurano re e cortigiani, feste e cerimonie, regali e tributi che i rappresentanti dei popoli vicini recavano alla città. Riprendiamo il viaggio verso Shiraz e sulla strada, a soli 6km, sosta a Naqsh-e Rostam necropoli composta da quattro tombe scavare nella roccia a un’altezza elevata rispetto al suolo. Queste tombe sono state attribuite senza certezza a Dario II, Artaserse I, Dario I e Serse I. Arrivo a Shiraz per cena e pernottamento.

8° giorno

26 aprile 2019 SHIRAZ (B/L/D)

Prima colazione. Visita di Shiraz una città raffinata, culla della cultura persiana, soprannominata Dar-ol-Elm: la Casa del Sapere, famosa per i suoi poeti, i suoi giardini di rose ed il canto degli usignoli.
Visita del complesso di Zandiyeh con la sua imponente Cittadella Karim Khan che domina il centro della città. sosta presso la tomba di Saadi e Hafez il più grande poeta lirico dell'Iran che si trova in uno splendido giardino, visita della Moschea Nasir-ol-Molk del 19° secolo. Le visite proseguono con il museo Narenjestan un padiglione riccamente adornato con una combinazione mozzafiato di elementi decorativi, e con Shah e Cheragh, un monumento funebre. Ultimazione delle visite con passeggiata all’interno del Vakil Bazaar. Tempo a disposizione per lo shopping (Bazar è chiuso il venerdì). Pranzo in ristorante locale. Cena in albergo.
In tempo utile trasferimento in aeroporto.

9° giorno

27 aprile SHIRAZ – ITALIA (-/-/-)

In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo di rientro per l’Italia.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 19 aprile 2019 al 27 aprile 2019€ 1.320€ 370

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

OPERATIVO VOLI SUGGERITO: 

QR 124  19APR  MXPDOH  0905 1555

QR 498  19APR  DOHIKA    1855 2230

QR 477  27APR  SYZDOH    0555 0540

QR 127  27APR  DOHMXP  0750 1310

 

Hotel proposti, categoria  4*  

  • Tehran: Ferdowsi Grand hotel / Persian Esteghlal  4*
  • Shiraz: Royal hotel / Setaregan Hotel
  • Yazd: Fahadan Hotel /Arg Hotel
  • Esfahan: Piroozy hotel/ Khajoo Hotel
  • Tehran: Ibis hotel 4*

Il check in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00.

 

L’itinerario potrebbe subire modifiche in base alle condizioni climatiche e delle strade,  all’operativo dei voli interni e alle  festività locali.

 

Per accedere alle  moschee viene richiesto di togliere scarpe e calze. Le mance non sono obbligatorie ma sono consigliate  a autisti e guide. Suggeriamo l’importo di circa  € 5 a persona  al giorno da consegnare  alla  guida  accompagnatore.

 

In ogni località visitata sono stati selezionati i migliori hotel 4* e/o 5* in assoluto. Tuttavia va sottolineato che la destinazione sta attraversando un periodo di trasformazione, di apertura al turismo ed in generale verso l’occidente. Quindi seppur la  richiesta di servizi turistici stia crescendo rapidamente, l’offerta ricettiva non risponde in maniera adeguata e conforme ai nostri standard  quindi la qualità dei servizi erogati e delle  strutture ricettive potrebbe  rivelarsi al di sotto delle nostre aspettative. In virtù di questo scenario  e  per cause  di forza  maggiore potrebbe accadere che hotel confermati in fase di prenotazione  potrebbero essere sostituiti con altri equivalenti oppure  confermati su  tipologie di camere  diverse  da  quanto già comunicato.

 

Regole comportamentali: essendo un paese di stampo sciita l’osservazione delle  leggi islamiche è severamente rigida. Nei luoghi pubblici in hotel e  nelle  aree comuni le  donne devono avere capo e  collo e  gambe sempre  coperti con foulard e  indossare abiti che  coprono le  forme  del corpo e  le braccia. Gli uomini possono indossare t-shirt.

 

Per partecipare  a questo viaggio occorre  il visto Iran. E’ possibile ottenerlo all’arrivo in aeroporto (valido per 15  giorni).Seppur  le  procedure  sono piuttosto lente e farraginose  a causa dei flussi d’ingresso e del personale  preposto, risulta essere un’alternativa più pratica e rapida alla procedura tradizionale. Per ottenere il visto all’arrivo è necessario inviarci in fase di conferma ed almeno 30 giorni prima della partenza copia  scansionata a colori delle pagine del passaporto che  contengono foto e dati e  la scansione  di una fototessera a  colori recente con sfondo bianco e differente da quella del passaporto. Il passaporto deve avere validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro in Italia e due pagine completamente libere. Non deve contenere visti/timbri di Israele Ciò potrebbe comportare la negazione del rilascio del visto.

 

Il visto verrà rilasciato all’arrivo in Iran previo pagamento del costo indicato in tabella e dietro presentazione dei seguenti documenti:

 

  • Passaporto con le  caratteristiche indicate  sopra
  • Codice di autorizzazione all’ottenimento visto confermato dalle autorità iraniane attraverso la nostra  organizzazione
  • Compilazione di un formulario all’arrivo in aeroporto
  • Biglietto di ritorno non oltre i 14 giorni dall’arrivo
  • Copia polizza assicurazione medico-bagaglio **

 

Le autorità iraniane potrebbero tuttavia richiedere la  stipula  di un’assicurazione iraniana all’arrivo in aeroporto dietro pagamento di circa 16 euro.

 

È possibile ottenere il visto turistico in Italia prima  della  partenza seguendo una procedura  differente e rilasciando le  proprie impronte  digitali su apposito modulo o recandosi direttamente in ambasciata. Il prezzo del visto varia  a seconda  della  soluzione adottata.

 

Tasso di cambio: itinerario quotato in euro.


La quota comprende

  • Volo intercontinentale dall’Italia in classe economica
  • Hotel menzionati, o se non disponibili altri della stessa categoria, su base camera doppia standard
  • Trattamento come da programma: pensione completa  + 1  soft  drink durante  i pasti
  • Trasferimenti, visite e ingressi come indicato nel programma
  • Guida nazionale parlante italiano durante  l’intero tour
  • Gadgets, etichette bagaglio e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
  • Polizza viaggi rischio zero

La quota non comprende

  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto intercontinentale, soggette a cambiamento senza preavviso
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente (al momento della stesura del programma  non previste)
  • Le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Tasse aeroportuali soggette a variazione € 330
  • Visto individuale iraniano in arrivo in aeroporto € 95
  • Quota di iscrizione € 95

Teheran La capitale iraniana è una città non facile da visitare, in quanto manca di punti di riferimento, i luoghi di interesse turistico sono sparpagliati in tutta la città ed è forte la presenza di inquinamento e traffico. In cambio, gli alberghi buoni e i siti di interesse sono diversi e ottimi. Per orientarvi potete […]

In Iran, secondo l’UNESCO, sono presenti 15 Patrimoni dell’Umanità. • Complessi monastici armeni in Iran Situato nella zona nord-ovest del Paese, è composto da tre corpi: il Monastero di San Taddeo, risalente al VII secolo, il Monastero di Santo Stefano e la Cappella di Dzordzor. I tre edifici testimoniano gli importanti scambi culturali verificatesi tra […]

Molte sono le attività che si possono effettuare in territorio iraniano, di seguito ne riportiamo alcune: • Trekking sui monti Alborz; • Trekking, arrampicate e alpinismo nella zona del Mar Caspio; • Sci da discesa a Shemshak o sci di fondo a Kalardasht; • Attività balneari, ma uomini e donne nuotano e prendono il sole […]

L’Iran è collegato all’Europa con voli plurisettimanali operati da Lufthansa, Austrian Airlines, KLM e BMI, e all’Italia, aeroporto Roma Fiumicino, con voli settimanali operati da Alitalia. Le principali città dell’Iran sono tutte collegate con la capitale da voli frequenti. Sono molto diffusi anche gli autobus. È possibile spostarsi anche mediante il noleggio di auto con […]

Per l’ingresso in Iran è necessario essere in possesso del passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese. È obbligatorio il visto che si ottiene presso le rappresentanze diplomatico-consolari iraniane in Italia. Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani dovranno essere in possesso di passaporto individuale, anche se iscritti […]

Le autorità sequestrano auto e patente a chi viene sorpreso con persona di sesso opposto, purché non sia un parente o il coniuge. Esistono i matrimoni brevi che durano tre o sei mesi e possono essere sciolti con facilità. In questo modo si può diventare amanti senza contravvenire alla legge islamica. Festività religiose Le date […]

La cucina iraniana è caratterizzata da sapori molto forti. I piatti principali sono per lo più a base di riso, di carne di pollo e montone con varie verdure, insaporite talvolta con lo yogurt. Sono molto buoni inoltre i piatti preparati con il pesce fresco del Mar Caspio o del Golfo Persico. Il piatto principale […]

Musica In Iran la musica popolare viene definita “regionale”, ed è eseguita da interpreti che in effetti sono più specializzati di quelli della tradizione colta. Ciascun genere di testo, dai canti che celebrano gli eroici condottieri a quelli sul martirio dei santi musulmani, sembra essere associato a un tipo di melodia: il numero delle famiglie […]

IL FIOCCO DI NEVE Il piccolo Alim stava guardando dalla finestra la neve che scendeva, i fiocchi ballavano un dolce ritmo e si appoggiavano su tutte le cose. Sugli alberi, sopra i fili del bucato, sulle grondaie; il bambino fissò un grande fiocco che sembrava venisse proprio verso la sua casa, aprì la finestra e […]

La cultura iraniana è fortemente influenzata dalla religione islamica che influenza tutti gli aspetti della vita quotidiana. In lingua araba, Islam significa sottomissione e il musulmano è colui che si sottomette al volere di Dio. La lingua nazionale dell’Iran è il persiano di origine indoeuropea, ma in alcune regioni sono diffuse anche altre lingue come […]

L’Iran, negli anni ’60 e ’70, è stato protagonista di un processo di industrializzazione finanziato dai proventi del petrolio. Al contempo, però, non sono state potenziate le infrastrutture ed il paese non ha le condizioni per poter raffinare il prodotto. L’agricoltura, praticabile solo sul 10% del territorio iraniano, sostiene il 30% della popolazione. Le colture […]

Il territorio iraniano si estende per una superficie grande circa un quinto di quella degli Stati Uniti ed è costituito da un altopiano delimitato dalle fertili catene di Sabalan e di Talesh, di natura vulcanica, a nord-ovest, dai Monti Zagros verso occidente e dall’imponente catena di Alborz a nord, dove si erge la più alta […]

I primi insediamenti nel territorio iraniano risalgono al 3000 a.C., quando gli Elamiti dondarono Shush. Nel II millennio a.C. il controllo passa agli Ariani, fino al VI secolo a.C. quando Ciro il Grande iniziò a Regnare sulla regione iraniana. Nel IV secolo a.C. Alessandro Magno, sebbene le tre accomodanti offerte di Dario III, invase Shush, […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 9 giorni / 8 notti

da € 1.690 - Voli inclusi

Durata: 12 giorni / 11 notti

da € 2.370 - Voli inclusi

Durata: 10 giorni / 9 notti

da € 2.120 - Voli inclusi

Durata: 15 giorni / 14 notti

da € 3.610 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Sapevate che il luogo più caldo della terra è il deserto Dasht-e Lut che si trova in Iran? Infatti, questo luogo oltre ad essere uno dei deserti più estesi del mondo, è noto in particolare per le sue temperature da record, come quella rilevata dalla Nasa di ben 70,7 °C, la più alta mai raggiunta dal nostro pianeta. Leggete qui per saperne di più!

Vi presentiamo il giardino di Fin, il più antico dell’Iran, famoso per i suoi edifici riccamente decorati e per i suoi spazi dominati da vasche e fontane che contribuiscono a magnificare il fascino di questo luogo.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su