Letteratura, fiabe, miti e leggende in Georgia

La letteratura georgiana è fortemente influenzata dalla storia e dalle vicissitudini del paese. In particolare modo, nei tempi più recenti, la venerazione di Stalin generò una serie di opere indirizzate esclusivamente alla divulgazione. Tra i vari testi del periodo troviamo il romanzo “L’alba della Colchide” di Lordkipanidze e i versi “Il capitano Bukhandze” di Abashidze. Durante la seconda metà degli anni ’50 si verificò lo sviluppo del romanzo, grazie agli autori Gamsakhurdiya (“Il fiorire del tralcio”) e Giaparidze (“La vedova del soldato”).

Secondo la leggenda, nel momento in cui Dio attribuì alle varie popolazioni le terre, i georgiani erano impegnati a festeggiare Dio. Per questo, quando si presentarono, Dio li avvertì che le terre a disposizione erano finite, ma loro lo invitarono ad unirsi ai festeggiamenti. Dio si divertì a tal punto che consegnò ai Georgiani la terra che aveva riservato per sé. Le più importanti fiabe georgiane sono state raccolte nella raccolta Xalkhuri zghaprebi (1909) da T. Razikašvili. Il testo è stato tradotto in inglese (Georgian folk-tales, M. S. Wardrop, Londra, 1894), austriaco (Kaukasische Forsch, R. Bleichsteiner, 1ª parte, Vienna, 1919) e tedesco (Kaukasische Märchen, A. Dirr, Jenna, 1922).

Proverbi georgiani
“L’uomo fortunato perde la moglie, l’uomo sfortunato perde il cavallo”.
“Se le mogli fossero buone, Dio ne avrebbe una”.
“Un uomo vive finché è vivo nel ricordo di quelli che l’hanno conosciuto”.
“Furono donati gli occhi a un cieco: subito chiese di avere anche le sopracciglia”.

Altri viaggi che potrebbero interessarti
viaggio in Georgia

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 820 - Voli esclusi

Durata: 11 giorni / 10 notti

da € 3.090 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Economia: Il Myanmar è una delle nazioni più povere al mondo, a causa del ristagno economico, della cattiva gestione e dell’isolamento che ha conosciuto la sua storia recente. Sotto la gestione britannica, il Myanmar conobbe una fase di benessere, diventando addirittura il più grande paese al mondo esportatore di riso (in seguito, con l’aumento demografico, sono diminuite le […]

Lo sport nazionale della Corea del Sud è il Taekwondo, dichiarato tale nei primi anni ‘70 Altri sport molto popolari sono il tiro con l’arco e il baduk, un antico gioco di strategia al quale sono dedicati due canali televisivi. Nel 2002 la Corea del Sud ha ospitato, in collaborazione con il Giappone, i mondiali […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su