Storia in Sri Lanka

I primi insediamenti sull’isola avvennero per conto dei veddah, una popolazione di bassa statura e dalla pelle scura.
I singalesi giunsero in Sri Lanka nel corso del VI secolo a.C. e nel corso del III secolo a.C. venne introdotta nel luogo la religione buddhista.
L’arrivo della cultura tamil non è ben documentata, ma si hanno tracce certe di un’invasione già nel 286 a.C., in seguito alla quale i Tamil regnarono per alcune decine di anni.
Seguì un periodo in cui la convivenza tra le due culture tamil e singalese passava da tratti pacifici alla violenza più radicata.
Durante il XVI secolo il territorio fu conquistato dai portoghesi, cacciati nel XVII secolo dalle forze olandesi.
Nel 1976 l’allora Ceylon venne ceduto al Regno Unito, che introdusse nel paese l’inglese come lingua nazionale. Il paese divenne una colonia inglese nel 1802.
L’indipendenza del 1948 fu solo parziale, in quanto il paese entrò a far parte del Commonwealth, ottenendo l’indipendenza completa solo nel 1972. Nell’occasione Ceylon cambia nome, adottando definitivamente quello di Sri Lanka.
A metà negli anni ’80 si riaccende il conflitto etnico e le violenze fra tamil e singalesi.
Nel 2001, dopo un ventennio di lotta, le Tigri Tamil e il governo firmano un accordo, che vede la Norvegia come mediatore.
Nel dicembre 2004 un violento tsunami ha devastato le coste meridionali e orientali con un bilancio ufficiale di oltre 40.000 vittime, 4.000 dispersi e 1.500.000 sfollati.
Purtroppo l’intervento di alcuni uomini d’affari ha impedito la ricostruzione di case e porticcioli per favorire la costruzione di nuovi impianti turistici, impedendo alla popolazione costiera di ritornare nelle loro zone, contribuendo così a riaccendere gli scontri etnici fra singalesi e tamil.
Il conflitto armato è stato dichiarato concluso nel 2009.

Articoli che potrebbero piacerti
Viaggio a Doha

La cultura qatara è fortemente influenzata dallo stile di vita dei beduini e dalla religione islamica. Sul territorio è ampiamente presente la setta Wahabbi dell’Islam, ma qui le regole sono meno restrittive di quelle dettate in Arabia Saudita; ad esempio è concesso l’utilizzo di alcolici e le donne possono anche guidare senza alcuna restrizione. Le […]

Come arrivare: non ci sono molti voli diretti per il Nepal, quindi arrivando dall’Europa o dall’America in genere bisogna cambiare aereo e anche compagnia. L’unico aeroporto internazionale del Nepal è il Tribhuvan Airport di Kathmandu. Se volete essere sicuri di vedere le montagne dall’aereo, chiedete un posto al finestrino sul lato destro. Molti preferiscono arrivare […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Progettazione, organizzazione ed erogazione di servizi turistici ad aziende, agenzie e utenti finali
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI
Ai fini dell'assolvimento dell'obbligo di pubblicazione degli aiuti di stato percepiti, si rinvia a quanto contenuto nel sito https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx