https://www.goasia.it?p=38047
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Da Petra a Gerusalemme 2019 – 2020

Un viaggio di 8 giorni pensato per chi non vuole perdere la visita a due delle bellezze più importanti del Medio Oriente: Gerusalemme, città santa per le tre maggiori confessioni monoteiste, che stupisce il viaggiatore per l’atmosfera di spiritualità diffusa ed i suoi vicoli pittoreschi; e Petra: antica capitale nabatea, città rosa, capolavoro di ingegneria, una delle meraviglie del mondo antico. L’itinerario è arricchito dalla visita della giovane capitale giordana Amman, dall’immenso sito archeologico di Gerasa, pari per maestosità a siti come Palmira in Siria e Baalbeck in Libano, e dalla visita si Betlemme e della Basilica della natività.

PARTENZE GARANTITE DALL’ITALIA

Tour in condivisione con altri operatori – partenze la domenica – Minimo 2 persone

1° giorno

domenica ITALIA - AMMAN (-/-/-)

Partenza dall’Italia con volo di linea operato da Royal Jordanian, Alitalia o altro vettore IATA. Arrivo all' aeroporto di Amman, disbrigo delle formalità doganali e ritiro del bagaglio. Trasferimento in hotel per la cena ed il pernottamento.

2° giorno

lunedì AMMAN CITY TOUR – CASTELLI DEL DESERTO – AMMAN (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida parlante italiano nella lobby dell’hotel. Giro per la città di Amman, la capitale del regno Hashemita di Giordania, nell’età del ferro conosciuta come Rabbath Ammoun e successivamente come Philadelphia, una delle dieci città Greco-romane appartenenti alla confederazione urbana di Decapoli e recentemente chiamata la “città Bianca” a causa delle pietre bianche usate nella costruzione delle case. Visiterete il teatro Romano, la Cittadella e il Museo del folklore e dell’archeologia. Pranzo libero. Quindi, escursione verso i Castelli del deserto, castelli costruiti dai califfi omayyadi di Damasco verso il VII e VIII secolo. Il castello di Amra racchiude dei bellissimi affreschi murali, esempio raro della pittura mussulmana. Quello di Al Karaneh è molto ben conservato. Il castello di Azraq risae all'epoca romana e si trova in un'oasi di palme. Cena e pernottamento ad Amman.

3° giorno

martedì AMMAN – JERASH – AJLOUN – AMMAN (B/-/D)

Prima colazione. Partenza per il nord del Paese per la visita di Jerash, l’antica Gerasa. La città fu scoperta sotto una spessa coltre di sabbia nel 1806 dal tedesco Seetzen, ma solo nel 1920 iniziarono gli scavi svelando che la città risultava abitata sin dal periodo neolitico: 6000-4000 a.C. Jerash è ritenuta una delle più belle e meglio conservate città romane del Medio Oriente. Gerasa fu fondata da Alessandro Magno il Macedone intorno al 332 a.C. e divenne una delle più belle e ricche città delle provincie. Fu conquistata dai Romani nel 63 a.C. e stabilì importanti rapporti commerciali con i Nabatei di Petra e con le altre città della Decapoli, la Lega della Provincia Romana d’Arabia, della quale fece parte sino al 90 d.C. quando con il progressivo sviluppo della città di Palmira in Siria, lo splendore e l’importanza di Jerash furono appannate. Pranzo libero. Proseguimento per Ajloun e visita della maestosa fortezza che fu fatta costruire da uno dei generali di Saladino nel 1184 d.C. per controllare le locali miniere di ferro e scongiurare le invasioni dei Franchi e dominava le tre principali vie di accesso alla Valle del Giordano proteggendo le rotte commerciali tra Giordania e Siria. Divenne un importante raccordo nella catena di difesa contro i Crociati, che tentarono invano per decenni di espugnarlo. Rientro ad Amman nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno

mercoledì AMMAN – MADABA – NEBO – KERAK – PETRA (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Passando dalla Strada dei Re, visita della città mosaico di Madaba, dove sorge la chiesa di San Giorgio, sul cui pavimento si trova la più antica mappa della Terra Santa. La città stessa offre molti famosi mosaici sia in edifici pubblici che privati. Da qui la visita proseguirà per il Monte Nebo, il presunto luogo di sepoltura di Mosè, che si affaccia sulla Valle del Giordano e il Mar Morto. Qui i Francescani costruirono una struttura che protegge una chiesa bizantina del 4° e 6° secolo. Pranzo libero. Proseguimento con la visita al Castello crociato di Kerak. Cena e pernottamento a Petra.

5° giorno

giovedì PETRA – ALLENBY – GERUISALEMME (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città rosa (si comincia con il Siq per poi visitare il Tesoro, le Tombe Reali e l'Anfiteatro. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per il punto di confine del ponte di Allenby ed incontro con il personale israeliano che, dopo il disbrigo delle procedure di frontiera, effettuerà il trasferimento in hotel a Gerusalemme.
Sistemazione, cena e pernottamento.

6° giorno

venerdì GERUSALEMME – BETLEMME – GERUSALEMME (B/-/D)

Prima colazione in hotel. Visita della parte nuova della città: visita al Museo dell’Olocausto, Yad Vashem, al Museo di Israele ed al Santuario del libro (dove sono conservati i rotoli del Mar Morto)
In seguito visita al Machane Yehuda Market - Israeli Shook, per godere dei colori, dei profumi e dell’atmosfera unica di questo mercato, dove si possono assaggiare i prodotti locali passeggiando per i suoi vicoli. Pranzo libero. Segue escursione a Betlemme, visita della Basilica della Natività, costruita nel luogo dove era presente la grotta in cui nacque Gesù. Al termine trasferimento a Gerusalemme, cena e pernottamento in hotel.

7° giorno

sabato GERUSALEMME CITTA’ VECCHIA (B/-/-)

Prima colazione in hotel. Inizio delle visite giornaliere dal Monte degli Ulivi per la visita del Getsemani, della Roccia dell'Agonia e della Chiesa delle Nazioni. A seguire ingresso nella Città Vecchia e sosta presso il Muro del Pianto. Si attraverserà poi il bazar arabo, la Via Dolorosa ed il Santo Sepolcro.
A seguire tempo libero a disposizione per visite individuali e rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

8° giorno

Domenica GERISALEMME - TEL AVIV – ITALIA (B/-/-)

Prima colazione in hotel. Check out dall’hotel. Trasferimento all’aeroporto “Ben Gurion” in tempo utile per il volo di rientro in Italia (non incluso nella quota)

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
17 Novembre 2019€ 1.990€ 610
29 Dicembre 2019€ 1.990€ 610
5 Gennaio 2020€ 1.990€ 610
15 Marzo 2020€ 1.990€ 610
19 Aprile 2020€ 1.990€ 610
Dal 3 Maggio 2020 al 17 Maggio 2020€ 1.990€ 610
6 Settembre 2020€ 1.990€ 610
Dal 11 Ottobre 2020 al 25 Ottobre 2020€ 1.990€ 610

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

  • Riduzione partenze 08 dic, 09 feb, 21 giu, 19 lug, 02 ago: – € 60

 

PARTENZE GARANTITE DALL’ITALIA:

2019:

  • Novembre: 17
  • Dicembre: 08, 29

2020:

  • Gennaio: 05
  • Febbraio: 09
  • Marzo: 15
  • Aprile: 19
  • Maggio: 03, 17
  • Giugno: 21
  • Luglio: 19
  • Agosto: 02
  • Settembre: 06
  • Ottobre: 11, 25

 

HOTEL PREVISTI O SIMILARI :

  • AMMAN: Harir Palace Hotel 4*
  • PETRA: Patra Moon Hotel 4*
  • GERUSALEMME: Grand Court Hotel 4*

Il check in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00.

 

Le mance non sono obbligatorie ma sono attese a autisti e guide.

 

Per i cittadini dell’area Shengen non è necessario il visto di ingresso in Israele.

 

Il passaporto deve avere una validità minima di sei mesi.

 

Tassi di cambio di riferimento per le valute:

Valuta: Dollaro USA (USD) – Cambio: 1.11 in data 20/09/2019

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.

 

Blocco valuta: € 50 a pratica.

Il cliente ha la possibilità di bloccare definitivamente il costo dei servizi a terra che non sarà più  oggetto di  oscillazioni valutarie.

La richiesta dovrà avvenire contestualmente alla conferma.


La quota comprende

  • Hotel menzionati, o se non disponibili, altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Trattamento come da programma (colazione e cena in hotel)
  • Visite come descritte nell’itinerario
  • Guida locale parlante italiano (una persona in Giordania, una in Israele)
  • Trasferimenti da/per l’aeroporto
  • Gadget, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio

La quota non comprende

  • Voli internazionali
  • Le relative tasse aeroportuali da inserire nel biglietto.
  • I pasti non menzionati, le bevande ai pasti, tutte le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere e eventuali tasse locali
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • La quota  di iscrizione pari a € 95
  • Tasse di uscita dalla Giordania (15 usd da pagare in loco)
  • Il blocco valuta
  • L’assicurazione annullamento facoltativa

Deserto del Negev Ubicato nel sud di Israele, si estende per oltre la metà del Paese stesso. Proprio per le caratteristiche desertiche, la regione del Negev risulta essere scarsamente popolata. Nonostante ciò, il Negev ha avuto la sua parte di storia: Abramo scelse di porre la sua casa a Be’er Sheva, nei luoghi prescelti dai […]

Nazareth Nazareth è la culla del Cristianesimo, la città dove, secondo la tradizione, l’angelo Gabriele annunciò a Maria che avrebbe concepito un figlio con la forza dello Spirito Santo, e dove Gesù trascorse la sua infanzia e la sua giovinezza. Situata nella bassa Galilea, nel cuore di una valle attorniata da montagne che abbracciano il […]

Considerata città sacra per tre grandi religioni mondiali, l’islam, il Cristianesimo e l’Ebraismo ha un patrimonio molto vasto di edifici e luoghi di fede. I principali luoghi imperdibile della città sono: La città vecchia: Suddivisa in quattro quartieri: Armeno, Ebraico, Cristiano e Musulmano dove al suo interno ci sono luoghi simbolici e religiosi molto importanti, […]

La situazione nel paese è stabile è non ci sono particolari situazioni di pericolo. Suggeriamo tuttavia di evitare le zone di confine con il Sinai, dove si ritiene siano presenti delle cellule terroristiche. La situazione sanitaria in Israele in generale è ottima ed i servizi ospedalieri sono di buon livello. Si sono segnalati alcuni casi […]

Tutti i cittadini italiani che si recheranno in Israele devono avere il passaporto con validità residua di 6 mesi dalla fine del viaggio. Il visto è richiedibile direttamente all’aeroporto di arrivo ed è della durata di 90 giorni. Il principale aeroporto di Israele è il Ben – Gurion International Airport, che si trova tra Gerusalemme […]

L‘offerta ricettiva in Israele è molto ampia e con standard e costi molto simili all’Europa. Alcuni B&B richiedono una permanenza minima di due notti, ed alcuni hotel a Tel Aviv ne richiedono un minimo di una settimana, nel periodo estivo. Il Tzimmer è una tipologia di B&B, il suo nome ha origine tedesca che richiama […]

Molte sono le attività che si possono effettuare in Israele, di seguito ne riportiamo alcune: • Pregare al muro del pianto • Seguire le tracce di Gesù • Kayak sul Giordano • Mountain bike: sta prendendo molto piede nel Paese, ci sono diverse piste ciclabili sia nelle città che nelle foreste, diversi luoghi dove vengono […]

Curiosità • Ascoltate le persone parlare di politica o religione, ma non esprimete giudizi perché è un ambito estremamente sensibile • Rispettate i luoghi di culto con discrezione e abbigliamento adeguato • Le donne che si trovano nei quartieri ebrei ortodossi dovrebbero evitare di indossare i pantaloni • Il capo deve essere coperto nelle sinagoghe […]

La cucina israeliana è una contaminazione di sapori provenienti da diverse parti del mondo. Da una parte vi è una radicata tradizione ebraica, dall’altra una fortissima influenza della cucina araba. Infatti troviamo spesso quasi sempre sulle tavole israeliane i falafel, e humus. Le cucine vegetariana e quella vegana stanno riscuotendo negli ultimi anni un crescente […]

Letteratura La letteratura israeliana è composta, per lo più, da poesie e componimenti in stile prosa stesi in lingua ebraica. Alcune di queste opere sono anche state tradotte in latino, inglese, arabo e yiddish. Gli autori israeliani più noti oltre confine sono Emile Habibi (Soraya figlia dell’orco), Amos Oz, autore di opere come Scene dalla […]

In Israele ci sono due lingue ufficiali, l’ebraico e l’inglese. Le altre lingue diffuse sono l’arabo, e il russo dovuto alla forte ondata migratoria proveniente dall’ex Unione Sovietica. Le altre minoranze sono: il francese, lo spagnolo, il tedesco, il polacco e l’yiddish. Inoltre è presente una comunità italiana composta da circa 4000 ebrei di origine […]

L’Israele è uno dei paesi più sviluppati dell’area medio orientale. L’economia israeliana è di tipo misto e il paese è pienamente autosufficiente per i bisogni alimentari. In particolare, per avviare ai problemi di siccità tipici del territorio, sono state sviluppate tecniche di microirrigazione e di irrigazione a goccia. Tali tecniche hanno permesso da un lato […]

Israele si estende per 22.072 Km2 nel sudovest asiatico, confina ad ovest con il mar Mediterraneo e l’Egitto, a est con la Giordania, a nord con il Libano e a nordest con la Siria. Il territorio è suddivisibile in tre macroaree geografiche: la pianura costiera, la regione montuosa, la Valle del Giordano. La pianura costiera […]

Fin dalle origini lo Stato di Israele fu un punto d’incontro di diverse culture: Egitto al sud, Assiria, Mesopotamia. Fino al II millennio a.C era abitato da tribù Cananee. In questo stesso periodo gli Ebrei si stabilirono nella parte meridionale del paese, erano suddivisi in dodici tribù ed erano conosciuti come “i figli di Israele”. […]

Wadi rum È uno degli spettacolari scenari desertici del mondo. Lawrence d’Arabia vi trascorse parecchio tempo durante la rivolta araba e molte scene del film omonimo sono state girate qui. Il paesaggio è composto da bizzarre formazioni rocciose che svettano sulla pianura di sabbia, note come jebel. Gli unici residenti della zona sono i circa […]

petra

Amman La capitale della Giordania, con almeno 5000 anni di storia alle spalle, è disseminata di rovine romane, compresa la cittadella e il foro. Il centro di Amman è ai piedi delle colline su cui è distesa la città. Il teatro romano restaurato, a est del centro, è la testimonianza più evidente e suggestiva dell’antica […]

Molte sono le attività che si possono effettuare in territorio giordano, di seguito ne riportiamo alcune: • Immersioni nella costa sud di Aqaba • Escursioni a piedi nei pressi di Petra e del Wadi Rum • Arrampicate • Trekking • Equitazione • Safari • Sky-diving • Micro-light Flying • Paintball • Mongolfiera • Paracadutismo • […]

La Giordania è un paese a rischio sismico, l’ultimo terremoto di particolare entità si è verificato nel 1995 ad Aqaba, con un’intensità di 5 gradi della scala Richter; si tratta di un paese che attraversa una fase costante di tensione, proteste e manifestazioni politiche, si consiglia di tenersi aggiornati tramite i mezzi d’informazione, evitare gli […]

Quando i locali vanno a mangiare fuori, in genere ordinano piatti comuni che condividono: una serie di mezzeh, o stuzzichini, seguiti da altri piatti principali da consumare insieme. Il pane arabo non lievitato, i khobz, si mangia quasi con tutto. I piatti più diffusi sono i falafel, polpettine di ceci fritte in abbondante olio bollente; […]

giordania

Letteratura La letteratura giordana risulta fortemente influenzata dalla vita sociale del deserto e delle campagne, oltre che dalle vicende politiche e dalla cultura araba. La letteratura moderna tratta per la maggiore argomenti inerenti la cronaca medio orientale o le questioni politiche. Musica La musica tradizionale giordana presenta molte influenze arabe. I temi trattati sono le […]

In Giordania non ci sono molte tracce della musica tradizionale araba, ma ovunque si trovano cantanti arabi accompagnati da orchestre che suonano strumenti occidentali accanto a quelli tradizionali. I beduini sono ancora legati alle loro tradizioni musicali: spesso gruppi di uomini che cantano come in stato di trance accompagnano una solitaria danzatrice del ventre. L’architettura […]

L’economia giordana viene sostenuta dal turismo, dall’industria chimica e dall’agricoltura. Quest’ultimo settore, però, soffre dell’elevata aridità dei territori. Il turismo offre diversi tipologie di segmenti, il segmento definibile culturale, attratto dalla bellezza dei resti delle varie aree archeologiche, prima fra tutte Petra, il segmento benessere, interessato alle località termali del Mar Morto, e il segmento […]

La Giordania confina a nord con la Siria, a nord-est con l’Iraq, a est e a sud con l’Arabia Saudita e a ovest con Israele. Si può suddividere in tre zone climatiche ben distinte: la fertile Valle del Giordano che corre lungo la parte occidentale del paese; l’altopiano della Transgiordania, dove si trova la maggior […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

La Giordania vuole incentivare l’agricoltura nel deserto. Qui vi diciamo in che modo!

Una vecchia auto trasformata in un piccolo hotel? Tutto vero e si trova in Giordania!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su