https://www.goasia.it?p=42429
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Laos Autentico 2020

Eleganti monasteri, templi riccamente decorati, misteriosi siti archeologici ed una natura lussureggiante e selvaggia costituiscono insieme alla miscela di culture ed etnie le attrattive principali del Laos, da scoprire con questo itinerario per partenze individuali che include la visita di località fuori dai classici circuiti turistici per conoscere gli aspetti più nascosti e autentici di questo affascinante paese ancora estraneo ai flussi del turismo di massa, dove le tradizioni legate al passato sono ancora vive e parte della vita quotidiana.  Il viaggio inizia da Luang Prabang, l’antica capitale, città che ha saputo conservare maggiormente la spiritualità orientale, per proseguire verso nord, nella regione di Oudomxay dove si andrà alla scoperta dei villaggi di alcune delle numerose etnie che compongono il mosaico di popoli che vive nella parte settentrionale del paese. Si rientra seguendo il corso dei fiumi Nam Ou e Mekong a Luang Prabang e si vola nella parte meridionale del paese, nella provincia di Champassack, per visitare il sito pre-angkoriano di Vat Phou , l’altopiano di Bolaven, una delle aree più fertili del paese caratterizzata anc’essa da una grande varietà etnica e la regione delle 4000 isole, dove il fiume Mekong raggiunge la sua ampiezza massima. Voli dall’Italia su richiesta.

Partenze libere con servizi privati, tutti i giorni.

Il viaggio può essere abbinato su richiesta con un estensione in Cambogia (vedi tour Fascino Cambogiano e Splendori di Angkor)

1° giorno

ITALIA – LUANG PRABANG (-/-/-)

Partenza dall’Italia per Luang Prabang con voli di linea (costo del biglietto non incluso nella quota di partecipazione). Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno

Arrivo a LUANG PRABANG (-/-/-)

Arrivo all'aeroporto internazionale di Luang Prabang. Disbrigo delle formalità di frontiera, rilascio del visto, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel (camere a disposizione da regolare orario di check-in alle 14.00). Nel pomeriggio incontro con la guida locale ed inizio delle visite della cittadina, capitale dal XIV al XVI secolo del Lan Xang, il “Regno di un milione di elefanti”. Luang Prabang si trova in una posizione favorevole, circondata da montagne e racchiusa fra il Mekong e il fiume Khan. Le colline, la penisola che si insinua tra i due fiumi, i templi imponenti, la popolazione multi etnica creano un insieme suggestivo e armonioso. Si visita il Palazzo Reale con il museo nazionale, il tempio Vat May, costruito alla fine del XVIII secolo, residenza del Supremo Patriarca Sangkharat, con le sue decorazioni sulla facciata principale e le monumentali porte scolpite in legno, l’Arts and Ethnology Centre per conoscere le minoranze etniche che vivono in Laos ed i loro costumi e tradizioni ed infine il tempio del Vat Xieng Thong, un vasto insieme di edifici sacri, uno dei gioielli dell'arte laotiana. Al termine rientro in hotel. Pasti liberi. Pernottamento.

Opzione: cerimonia del Basi
I prima serata verrete accompagnati in una casa di locali per prendere parte alla cerimonia del Basi. Il Basi e’ un rito antichissimo che deriva dall’animismo e che viene celebrato per cacciare gli spiriti malvagi e propiziare fortuna viene tenuto spesso dai capi villaggio o da veri e propri sciamani. Il rito viene celebrato in maniera autentica e tradizionale e termina con l’usanza di legarsi dei braccialetti di cotone bianco ai polsi come simbolo di protezione. I Laotiani credono che un essere umano sia un'unione di trentadue organi, ognuno ha uno spirito o Khuan (la parola lao per spirito) per proteggerli. Questi spiriti spesso vagano fuori dal corpo causando uno squilibrio dell'anima che potrebbe portare a una malattia. La legatura del braccialetto di cotone bianco al polso rappresenta la legatura dei 32 spiriti al corpo, rimettendoli in armonia e portando fortuna e prosperità.

3° giorno

LUANG PRABANG (B/-/-)

Al mattino presto, al sorgere dell’alba, partenza per assistere alla questa dei monaci: si potranno ammirare i monaci che nel loro caratteristico abito color zafferano dai tanti templi della città, affluiscono lungo le vie di Luang Prabang in una processione silenziosa per ricevere le offerte degli abitanti. Rispettateli, osservateli e cercate di non disturbarli. Rientro in hotel per la prima colazione con sosta lungo la strada al mercato locale. Partenza per le cascate di Kuong Si con un escursione attraverso alcune delle località più suggestive che circondano Luang Prabang dove la bellezza della natura e il fascino dei costumi delle etnie delle montagne offrono ancora delle emozioni indimenticabili. Lungo il tragitto sosta al villaggio di Ock Pop Tok per osservare il procedimento con cui la gente locale lavora la seta ed all’agriturismo biologico di Living Lands dove con la guida agricola locale si conoscerà ogni fase della raccolta del riso che nel paese avviene ancora oggi senza l’utilizzo di macchinari moderni. Dopo una degustazione dei cibi tradizionali a base di riso proseguimento per le cascate di Khuang Si e tempo a disposizione per un bagno in una delle piscine naturali o per fare una passeggiata lungo i sentieri nella foresta circostante. Nei pressi della cascata è anche possibile visitare il Bear Rescue Centre, centro per la protezione di un particolare esemplare di orso Asiatico. Rientro a Luang Prabang visitando lungo la strada il Butterfly Park. Nel tardo pomeriggio, prima di rientrare in hotel, si sale sulla cima della collina di Phu Si, disseminata di Vat recenti, per ammirare il suggestivo panorama della città e del Mekong al tramonto. Rientro in hotel. Pasti liberi. Pernottamento.

4° giorno

LUANG PRABANG - OUDOMXAY - MUANG LA (B/-/-)

Prima colazione. Partenza in auto verso nord in direzione di Oudomxay: nel primo tratto di strada si costeggia il fiume Nam Ou mentre nella seconda parte del tragitto, dopo Pakmong, il panorama cambia completamente e si incontrano un gran numero di villaggi di minoranze etniche in alcuni dei quali come nell’interessante villaggio Hmong di Ban Xong Ja è prevista una sosta per la visita. Arrivo a nel tardo pomeriggio a Oudomxay e proseguimento per il villaggio di Muang La e sistemazione in un resort situato sulle rive del fiume Nam Kat.. Pasti liberi. Pernottamento.

5° giorno

MUANG LA (villaggi etnie) (B/L/-)

Prima colazione. Trasferimento al villaggio di Muang La da dove si parte a bordo di un veicolo 4x4 per una giornata di visita dedicata ai villaggi delle minoranze etniche Ikhor e Hmong. Il percorso attraversa uno stupendo paesaggio, salendo fino a circa 1.000 di altezza da dove è possibile godere di una vista panoramica di tutta l’area circostante. Il primo stop sarà presso un autentico villaggio Ikhor completamente isolato dalla “civilizzazione”. Questa etnia ha radici in Yunnan e Tibet ed è una delle poche a non essere stata influenzata dalla modernità. Subito dopo pranzo si prosegue per il villaggio Hmong di Ban Tauser che si trova a 45 minuti di cammino per conoscere meglio gli usi e costumi di questa popolazione originaria del Tibet ed ammirare lungo il tragitto alcuni scorci panoramici. Pranzo picnic in corso d’escursione. Rientro in hotel nel pomeriggio. Cena libera. Pernottamento.

6° giorno

MUANG LA - OUDOMXAY – MUANG KHUA – NONG KHIAW (B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento alla cittadina di Muang Khua dove è previsto imbarco a bordo di una barca locale per la navigazione lungo lo scenografico fiume Nam Ou, per raggiungere il pittoresco villaggio di pescatori di Nong Khiaw. Lungo il tragitto sosta in alcuni villaggi rurali tra cui il villaggio Khmu di Ban Sob Jaem accessibile solo in barca. Arrivo a Nong Khiaw nel pomeriggio. Sistemazione in hotel e possibilità di effettuare escursione in bici per ammirare lo scenario offerto da questa stupenda cittadina. Pasti liberi. Pernottamento.

7° giorno

NONG KHIAW – PAK OU - LUANG PRABANG (B/-/-)

Prima colazione. Partenza in auto per l'escursione alle grotte di Pak Ou situate lungo il Mekong alla foce del fiume Nam Ou: si tratta di due grotte situate nella parte inferiore di un dirupo di pietra calcarea piene d'immagini di Buddha d'ogni stile e dimensione. Proseguimento in barca per Luang Prabang, situata a circa 25 chilometri di navigazione, lungo il tragitto sosta presso il villaggio di Ban Muangkeo, famoso per i suoi lavori tessili e la produzione del whisky di riso. Arrivo a Luang Prabang nel tardo pomeriggio. In serata merita indubbiamente di essere esplorato per proprio conto il mercato notturno dell’etnia H’mong, che si svolge tutti i giorni lungo la via principale di Luang Prabang dalle 17 alle 22. Pasti liberi. Pernottamento.

Opzione: Bocce e cena in ristorante locale
In Laos e’ chiamato Petanque, è in pratica il gioco delle bocce molto popolare tra i laotiani rappresenta un modo unico e divertente per entrare in contatto con la popolazione locale in maniera autentica e divertente. Dopo qualche partita e aver consumato qualche birra insieme agli abitanti del posto andremo in un ristorante locale “ SinDat” più comunemente un BBQ lao molto popolare tra gli abitanti del posto in una zona fuori dal circuito turistico.

8° giorno

LUANG PRABANG – PAKSE – ISOLA DI KHONG (B/-/-)

Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Pakse. Arrivo, incontro con la guida locale e partenza per la visita del suggestivo e misterioso complesso pre-angkoriano del Wat Phou, situato in posizione dominante sulla pianura circostante, considerato uno dei piú bei templi del Sud Est Asiatico. Antico avamposto Khmer il Wat Phu divenuto poi nel corso dei secoli un importante luogo di culto buddhista; le strutture risalgono al secolo XI anche se il luogo era considerato sacro a partire dal V secolo. Dopo la visita proseguimento in auto alla volta della regione delle “4000 isole”, dove il fiume Mekong, durante la stagione delle piogge, raggiunge la larghezza massima del suo percorso. Nella stagione secca affiorano migliaia di isole ed isolotti, creando uno straordinario paesaggio, habitat di numerose specie di uccelli e animali, tra i quali i rari delfini dell’Irrawaddy. Sistemazione sull’isola di Khong, la più grande delle 4,000 isole. Sistemazione in hotel. Pasti liberi. Pernottamento.

9° giorno

ISOLA DI KHONG – 4000 ISOLE – XE PIAN NATIONAL PARK (B/-/-)

Prima colazione. Al mattino partenza a bordo di una barca tradizionale alla scoperta delle 4.000 isole. Navigazione fino alle 2 isole di Don Det e Don Khone, una volta collegate da un tratto di ferrovia costruito dai francesi, i cui resti sono ancora oggi visibili. Escursione in bicicletta sull’Isola di Don Khon per osservare i resti delle case del periodo coloniale e la prima stazione ferroviaria Laotiana con la sua locomotiva. Si prosegue alla volta delle rapide di Li Phi, conosciute anche come Samphamith, che formano la linea di frontiera naturale tra il Laos e la Cambogia. Si prosegue in barca verso il confine con la Cambogia per cercare di avvistare alcuni esemplari di di acqua dolce. Da Don Khone si rientra in barca sulla terra ferma e si prosegue in auto fino alle famose cascate alle cascate di Don Phapeng, le più grandi cascate del Sud Est Asiatico, conosciute anche come le ‘Niagara of the east’. Al termine proseguimento in auto per lo Xe Pian National Park e sistemazione in un eco-lodge. Pasti liberi. Pernottamento.

10° giorno

XE PIAN NATIONAL PARK - ALTOPIANO BOLAVEN – DON DAENG (B/-/-)

Prima colazione. Partenza per l’altopiano di Bolaven, una delle aree più fertili del paese, caratterizzato da una grande varietà etnica e dalla presenza di numerose piantagioni di tè, caffè e spezie. Visita alla cascata di Tad Fan e ad una piantagione di caffè e proseguimento con il villaggio di Ban Bong Neua di etnia Alak, Ban Kokphung di etnia Katu e le scenografiche cascate di Tad Lo. Al termine delle visite trasferimento sull’isola fluviale di Don Daeng e sistemazione in un bel resort affacciato sul fiume. Pasti liberi. Pernottamento.

11° giorno

DON DAENG - PAKSE– VIENTIANE o BANGKOK - partenza (B/-/-)

Prima colazione. Tempo libero per relax e magari rilassarsi ai bordi della piscina con vista Mekong o fare un giro in bici per esplorare i villaggi dell’isola. Trasferimento in aeroporto per volo di linea Lao Airlines per Vientiane o Bangkok (in supplemento). Partenza con volo di linea per l’Italia (non incluso nella quota di partecipazione del viaggio).

Nota: nel caso nel giorno della settimana non operino voli diretti per Vientiane o Bangkok che diano sufficiente tempo di connessione per il volo intercontinentale possibilità di trasferimento in auto a Ubon Ratchathani, situata in territorio thailandese, in tempo utile per volo di linea per Bangkok (su richiesta, non incluso nella quota di partecipazione del viaggio)

12° giorno

ARRIVO - ITALIA (-/-/-)

Arrivo in Italia al mattino o nel primo pomeriggio. Fine dei servizi.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaCat. EasyCat. Superior
DoppiaSupplemento singolaDoppiaSupplemento singola
Dal 1 Gennaio 2020 al 30 Aprile 2020€ 2.510€ 500€ 2.630€ 630
Dal 1 Maggio 2020 al 30 Settembre 2020€ 2.410€ 400€ 2.480€ 470

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

Supplemento peak season (dal 20 dicembre al 6 gennaio):€ 30
Supplemento volo Pakse – Bangkok in sostituzione volo  Pakse Vientiane:€ 30
 

FACOLTATIVI:

Voli intercontinentali Su richiesta
Supplemento guida locale parlante italiano€ 760
Cerimonia del Basi€ 50
Bocce e cena in ristorante locale€ 40

Nota: i supplementi per i Cenoni di Natale e Capodanno, quando obbligatori, verranno comunicati all’atto della prenotazione.

 

 

HOTELS PREVISTI (O SIMILARI):

Categoria Easy:

  • Luang Prabang: Villa Chitdara2*
  • Oudomxay:Nam Kat Yorla Pa Resort
  • Nong Khiaw:Mandala Ou 3*
  • Isola di Kong: Pon Arena 3*
  • Xe Pian National Park:Kingfisher Ecolodge
  • Don Daeng:La Folie Lodge 4*

Categoria Superior:

  • Luang Prabang: Maison Dalabua 4* o Villa Maly 4*
  • Oudomxay:Nam Kat Yorla Pa Resort
  • Nong Khiaw:Mandala Ou 3*
  • Isola di Kong: Pon Arena 3*
  • Xe Pian National Park:Kingfisher Ecolodge
  • Don Daeng:La Folie Lodge 4*

 

L’itinerario potrebbe subire modifiche in base all’operativo dei voli interni.

 

VISTO

Per partecipare a questo viaggio occorre il visto laotiano: necessario il passaporto, che deve essere valido 6 mesi ed avere 1 pagina libera, 1 fototessera.  Il visto si paga in loco all’arrivo (40 USD).

 

CHECK-IN e CHECK-OUT

Si ricorda che il check-in negli hotels è previsto dalle ore 14:00 in poi; mentre il check-out deve essere fatto entro le ore 12:00, salvo diversa indicazione data in loco.

 

Tasso di cambio € 1,00 = USD 1,13

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza, ovvero secondo accordi tra le parti all’atto della definizione/conferma del contratto di viaggio.

 

BLOCCO VALUTA: E’ possibile bloccare definitivamente il costo dei servizi a terra che non sarà più  soggetto a oscillazioni valutarie con un supplemento di € 50 a pratica. La richiesta dovrà avvenire contestualmente alla conferma.

 

Nota bene: a presente quotazione non costituisce proposta contrattuale ed è soggetta a riconferma al momento del blocco dello spazio in base alla effettiva disponibilità dei servizi alberghieri e dei voli e delle disponibilità delle classi di prenotazione.


La quota comprende

  • Voli domestici con Lao Airlines in classe turistica
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti e visite con auto privata o pullman con guide locali parlanti inglese (guida parlante italiano in supplemento)
  • Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali
  • Il costo del visto da pagare localmente (USD 40, passaporto valido 6 mesi e 1 foto-tessera)
  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto
  • Tasse aeroportuali locali da pagare all’uscita del paese (USD 10)

Le mance: sebbene non obbligatorie, sono segno di apprezzamento e di rispetto del lavoro svolto dai professionisti in loco (quota suggerita 5 EUR per persona al giorno).

  • Le bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Quota d’iscrizione € 95

La storia di queste terre risale ai tempi precedenti la nostra era, come dimostrano i resti della “Pianura delle giare”. Nel V secolo si fece sentire l’influenza dei primitivi regni khmer e, tramite essi, quella della civilizzazione indù e quindi della civiltà “Dvaravati”, buddhista Verso il XII secolo arrivarono nel paese le popolazioni thai, originarie […]

La Repubblica Democratica Popolare del Laos (“terra di un milione di elefanti”) è situata nel Sudest asiatico tropicale (14° N e 23° N) e copre una superficie di circa 237.000 km2, un’area simile a quella del Regno Unito. Il Laos è un Paese senza sbocchi diretti sul mare e confina a nord est con Cina […]

http://www.goasia.it/wp-content/uploads/sites/53/2017/09/Capodanno-Cambogia-e-Laos-26-dicembre-2.jpg

Il Laos ha un clima tropicale, in cui il ciclo annuale dei monsoni asiatici determina l’alternanza di tre stagioni distinte: la stagione delle piogge da giugno a ottobre, la stagione secca fresca da novembre a marzo e la stagione secca calda da aprile a maggio. Nella stagione secca le temperature sono molto varie: il periodo […]

Ambiente: Nonostante sia uno dei Paesi al mondo di più recente sviluppo, il Laos ha creato un’estesa rete di aree protette, che coprono più del 21% del territorio complessivo. Recentemente sono state aperte 17 Aree per la Tutela della Biodiversità in varie parti del paese. Flora: Nonostante i danni provocati dai bombardamenti su vasta scala […]

Solo la metà della popolazione è di etnia lao, originaria delle valli fluviali di pianura, strettamente imparentata con gli abitanti di lingua lao della Thailandia nordorientale. Nelle terre alte invece, vivono etnie lao-thai e lao-theung, parenti lontane dei mon-khmer. Sulla base del censimento del 1995, nel territorio del paese coesistono addirittura 47 diverse tribù, con […]

Ben l’80% della popolazione del Laos si dedica all’agricoltura (riso, grano, patate dolci, caffè, tabacco), alla pesca e alla caccia. L’agricoltura è di tipo stagionale, fortemente dipendente dal clima. Una grossa fonte di reddito agricolo è rappresentata dalla coltivazione dell’oppio, alla quale però il Laos sta rinunciando a causa delle pressioni internazionali, in particolare delle […]

La cucina laotiana si rifà alla tipica cucina asiatica, ma non è piccante come quella della vicina Thailandia. Essa convive inoltre con la tradizione culinaria francese (in quanto ex-colonia della Francia), quindi non è raro trovare croissant, baguette e paté. L’elemento principale di tutti i pasti laotiani è il riso e quasi tutti i piatti […]

Non vi è una rappresentanza diplomatica italiana nel Paese; l’Ambasciata competente è quella a Bangkok, Thailandia: Ambasciata d’Italia a Bangkok 399 Nanglinchee Road Thungmahamek Yannawa, Bangkok 10120, Thailandia Tel. +66 2 2854090/1/2/3 Tel. +66 2 2854433/4 Fax Cancelleria Diplomatica: +662-2854793 Fax Cancelleria Consolare: +662-2854801 E-mail: ambasciata.bangkok@esteri.it Competente per l’assistenza sul posto ai cittadini italiani in […]

Situazione sanitaria: La situazione sanitaria è carente anche nella capitale ed è impossibile sottoporsi a cure ospedaliere locali, peraltro sconsigliate anche in caso di emergenza. Sono difficoltosi per il momento i rimpatri sanitari di emergenza. … La situazione sanitaria è carente anche nella capitale ed è impossibile sottoporsi a cure ospedaliere locali, peraltro sconsigliate anche […]

Documentazione necessaria per l’ingresso nel paese: Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi. Visto d’ingresso: necessario anche per turismo, da richiedersi presso le Rappresentanze diplomatico-consolari laotiane. Il visto, per brevi permanenze, può essere ottenuto anche in frontiera aeroportuale (Vientiane, Luang Prabang, Prakxe) e, per via terrestre, presso il Thai-Lao Friendship Bridge. Il visto […]

Per rispetto verso i laotiani, che sono molto tradizionalisti, e in generale verso le popolazioni asiatiche, è bene vestirsi in modo semplice e decoroso. E’ quindi preferibile indossare abiti che coprano spalle, petto, braccia e gambe. Al mattino, anche nella stagione secca, può essere piuttosto fresco: conviene portare un maglione e una giacca a vento. […]

Laos

Feste civili In Laos le feste e le celebrazioni sono di carattere religioso e civile. Tra le ricorrenze civili ricordiamo quelle più consuete, come il Capodanno, la Festa delle donne, la Festa del lavoro e il Giorno della nazione, che celebra la vittoria del Partito comunista nel ’75. Nel mese di aprile si festeggia il […]

laos cambogia

TRASPORTI Tutti i voli interni sono gestiti dalla compagnia di bandiera Lao Aviation. Gli aeroporti più serviti sono Vientiane, Louangphrabang, Pakse e Savannakhet. I velivoli sono ATR o Y-7 e Y-12 cinesI. Dati i costi e la scarsità dei collegamenti può capitare di fare uno scalo intermedio prima di arrivare a destinazione. La rete ferroviaria […]

Un azzeccato aforisma coniato dai francesi, recita che i vietnamiti piantano il riso, i cambogiani lo osservano crescere e i laotiani lo ascoltano. C’è molto di vero: il Laos non è solo una terra di grande bellezza naturalistica, di stupa e pagode, arricchito da una splendida città quale Louang Prabang, non per errore tutelata dall’Unesco […]

Laos

In Laos le feste e le celebrazioni sono di carattere religioso e civile. Feste civili: Tra le ricorrenze civili ricordiamo quelle più consuete: – 1° Gennaio: Capodanno; – 13-15 Aprile: Capodanno laotiano; – 1° Maggio: Festa Internazionale dei Lavoratori; – 2 Dicembre: Giornata della Nazione, in cui si commemora la vittoria comunista sui monarchici del […]

Vientiane Vientiane, “città del legno di sandalo”, è capitale dal XIX secolo. Situata in un’ansa del fiume Mekong, al centro di un’estesa valle coltivata a riso, questa città riecheggia immagini esotiche in cui le diverse culture lao, tailandese, cinese, vietnamita e francese si fondona a formare un’originale ed affascinante realtà. Pur essendo il centro più […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Vi presentiamo il monumento religioso considerato il simbolo nazionale del Laos: il Pha That Luang.

Qual’è il mistero che si cella dietro queste giare disseminate lungo un territorio del Laos? Qui vi spieghiamo qualcosa in merito!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su