https://www.goasia.it?p=39284
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Libano, la perla del Mediterraneo – 14 marzo

Un itinerario di 8 giorni per visitare il Libano, terra di grande fascino, che nonostante il difficile passato e le tensioni che ancora oggi infiammano il Medio Oriente, ha visto crescere  negli ultimi anni l’interesse turistico.  Innumerevoli le attrattive: dalle sue antiche città, ai preziosi siti archeologici, all’ospitalità della sua popolazione. Lasciamo a voi lo stupore di scoprire l’immenso tesoro racchiuso in questo antico, eppur moderno Paese del Medio Oriente, dove coesistono diverse entità religiose e culturali. Da Beyrut, la capitale, si visiteranno Tyr, al confine con Israele, Becharre, il villaggio che ha dato i natali al poeta e scrittore Gibran Khalil Gibran,  Byblos, da molti considerato il porto più antico del mondo, e Baalbeck, l’imponente sito archeologico di epoca romana. Un viaggio all’insegna della scoperta e della cultura ma anche del buon cibo e del buon vino: si avrà infatti occasione di sperimentare la cucina libanese con una lezione tenuta da chef e si degusterà il vino in cantina.

1° giorno

ITALIA – BEIRUT (-/-/D)

Partenza al mattino da Rom per Beirut con volo di linea. Dopo il disbrigo delle formalità di controllo passaporti e ritiro bagaglio, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere e riposo. Cena di benvenuto in ristorante tipico libanese.

2° giorno

VALLE DEI CEDRI – BECHARRE – QOZHAYA (B/L/D)

Colazione in hotel. Incontro con la guida nella hall dell’hotel e visita alla “foresta dei Cedri”. Situata a circa 115km da Beirut, è una delle ultime tracce delle estese foreste di cedri che un tempo crescevano floride attraverso il Monte Libano nei tempi antichi. Conosciuta semplicemente come “i Cedri di Dio”, questo insediamento che sorge nella catena più alta del Libano è uno dei punti più drasticamente belli del paese. Il suo pezzo forte è un antico boschetto di cedri, una pianta che per millenni è stata sinonimo del Libano stesso. Appena sotto i Cedri c’è la città di Bsharre, luogo natale di Gibran Khalil Gibran, il famoso poeta, filosofo e pittore libanese.
Uno stop sul tragitto per fare una foto panoramica dell’imponente valle di Quadisha che ingloba molte grotte naturali che sono state utilizzate come riparo e luogo di sepoltura addirittura già dal Paleolitico. Le prime comunità cristiane in fuga dalla persecuzione trovarono rifugio nella valle di Qadisha. Nel 1998 l’UNESCO aggiunse la valle alla lista dei Patrimoni Mondiali dell’umanità vista la sua importanza come sito di alcuni dei primi insediamenti monastici cristiani del mondo, ed il suo continuo esempio di antica fede cristiana.
Il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno

BAALEBECK – KSARA ( B/L/D)

Colazione in hotel. Raduno nella hall, incontro con la guida, partenza direzione Baalbeck a circa 87km da Beirut, ad almeno 2h e 10min di guida. Baalbeck , il tesoro romano più grande del Libano, può essere annoverato tra le meraviglie del mondo antico. l più grandi e nobili templi romani mai costruiti ed anche tra i meglio conservati. Potrete vedere il Tempio di Bacco, la Pietra della Donna Gravida, alcuni tra i più grandi Monoliti del mondo e molto altro…Lungo il tragitto visiteremo le vinerie di Ksara. Chateau Ksara ha creato il primo vino secco del Libano, ed il suo vino è tra i più famosi del Libano. Il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno

TRIPOLI – BALAMAND – RACHANA (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Partenza al mattino in direzione nord: la prima sosta sarà a Tripoli per la visita al Castello crociato di St. Gilles e passeggiare nelle stradine della città antica con i souk e le moschee che risalgono all’epoca dei Mamelucchi e degli Ottomani. Si prosegue per il Monastero di Balamand del 1157, sede della Chiesa greco-ortodossa. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio sosta a Rachana, vero e proprio villaggio-museo, famoso per le sculture moderne, visibile già lungo la strada che conduce al villaggio, opera dei fratelli Basbous, che qui hanno creato una vera e propria comunità di artisti: una delle maggiori attrazioni è la Casa di Michel, che ricorda lo stile degli edifici dell’architetto catalano Antoni Gaudì. Rientro a Beirut nel pomeriggio dove si effettuerà un’esperienza sensoriale partecipando ad una lezione di cucina libanese seguita dalla degustazione di una cena con le pietanze preparate in classe! Al termine rientro in hotel per il pernottamento.

5° giorno

SIDONE – TYRO (B/L/D)

Colazione in hotel. Inizio delle visite odierne da Sidone situato a circa 44km da Beirut, circa 45 min di strada. Tra tutte le città libanesi Sidone è la più misteriosa, poiché il suo passato è stato di tragiche dispersioni e saccheggi. Il castello di Sidone è la cosa più importante da vedere,ed è stato costruito dai crociati come una fortezza della terra santa. Sidon è un affollato centro commerciale con l’atmosfera conservatrice e piacevole di una piccola città. Fin dai tempi persiani è nota come la città dei giardini e tutt’oggi è circondata da agrumi piantagioni di banane. Tra le altre cose famose da vedere c’è il Museo del Sapone, dove i visitatori possono vedere una dimostrazione di come i tradizionali saponi di olio d’oliva sono fatti e imparare qualcosa sulla storia della tradizione di bagni “hammam”.
Si procede con la visita di Tiro, a circa 38km da Sidone. La città, fondata all’inizio del terzo millennio A.c., era inizialmente formata da un insediamento sulla terraferma ed una modesta città isolana che giace a breve distanza dalla costa. Ma è dal primo millennio A.C. che la città vive il suo periodo d’oro. La città originale aveva due porti, uno nella parte sud ed uno nella parte nord dell’isola. Il porto nella parte nord dell’isola è stato in effetti uno dei porti più importanti dell’est Mediterraneo. Potrete vedere le antiche colonne, i bagni pubblici, l’Arco di Trionfo, l’ippodromo e molto altro… Il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno

JEITA – HARISSA – BYBLOS (B/L/D)

Colazione in hotel. Raduno nella hall, incontro con la guida, partenza in direzione Grotte di Jeita situate a circa 21km da Beirut, circa 45min di guida. Le grotte di Jeita sono un insieme di due grotte calcaree separate ma interconnesse, che raggiungono una lunghezza complessiva di circa 9km. Benché abitate nella preistoria, la grotta più bassa non fu riscoperta fino al 1836 dal Reverendo William Thomson; può essere visitata solo in barca poichè collega un fiume sotterraneo che dà acqua fresca da bere a più di un milione di libanesi. Nel 1958, degli speleologi libanesi scoprirono le gallerie più alte a 60metri dalla grotta più bassa che era stata sistemata con un tunnel di accesso ed una seria di percorsi a piedi per permettere ai visitatori un ingresso sicuro senza turbare il paesaggio naturale. Le gallerie più alte ospitano la stalattite più grande del mondo. Sono composte da una serie di stanze, la più grande delle quali culmina ad un’altezza di 120metri. Oltre ad essere un simbolo nazionale libanese ed una destinazione turistica top, le Grotte di Jeita hanno un ruolo sociale, economico e culturale importante nel Paese. Sono state una dei 14 finalisti per l’elezione delle nuove 7 meraviglie naturali .
La visita continua ad Harissa, dove Nostra Signora del Libano rappresenta uno dei santuari in onore della Vergine Maria più importanti del mondo. Il santuario è esaltato da un enorme statua di bronzo di 15tonnellate dell’Immacolata Concezione, Madre di Dio. È alta 8,5metri ed ha un diametro di 5 metri. La Vergine Maria allunga le mani verso Beirut. Il santuario di Nostra Signor del Libano attrae milioni di fedeli sia cristiani che musulmani da tutto il mondo. Il 50esimo Giubileo del 1954 è stato anche il 100esimo anniversario della fondazione dell’Immacolata Concezione. Durante le celebrazioni del Giubileo, Papa Pio XII inviò il suo rappresentante, il Cardinale Angelo Roncalli in Libano, che sarebbe poi diventato Papa Giovanni XXIII. Papa Giovanni Paolo II visitò Nostra Signor del Libano nel 1997. Ad Harissa si può fare un giro nella famosa funicolare che attraversa la città di Jounieh, ammirando la sua spettacolare Bay View.Si procede la visita nella città di Byblos, città mediterranea nel Governatorato del Monte Libano. Si pensa sia stata occupata prima tra l’ 8800 e il 700 A.C. Fu costruita da Kronos come prima città Fenicia. È una della città note come più anticamente abitate al mondo, poiché gli insediamenti risalgono al 5000 A.C. . è Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
La visita di Byblos offre la scoperta del Castello dei Crociati, l’antico porto con il castello, la Chiesa di St. John, il vecchio mercato (souk), le colonne Romane e l’anfiteatro e molto altro.
Il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

7° giorno

BEIRUT – BEITTEDINE – DEIR AL KAMAR (B/L/D)

Colazione in hotel. Incontro con la Guida, e inizio delle visite con BEITEDDINE, una piccola città nel Distretto dello Shuf del Governatorato del Monte Libano in Libano – capitale amministrativa del Distretto dello Shuf. La città è famosa per il Palazzo di Beiteddine, che ospita tutti gli anni il Festival estivo. Alcune parti del palazzo sono ad oggi aperte al pubblico mentre il resto fa ancora parte della residenza estiva del presidente. È possibile vedere l’Esposizione di Mosaici, il Museo delle Armi, alcune stanze reali, i giardini reali e molto altro.
Durante il tragitto si visiterà il Deir al-Qamar, che significa “Monastero della Luna”, ovvero un villaggio nel centro-sud del Libano, cinque chilometri fuori Beiteddine, formato da case di pietra con tetti di tegole rosse. Deir al-Qamar era la capitale e la residenza dei governanti del Libano. Degna di nota è anche la Moschea Fakhreddine del 15esimo secolo, il Palazzo Fakhreddine II, ed altri palazzi ed edifici amministrativi. Deir al-Qamar è conosciuta come Capitale degli Emiri. Persone di ogni contesto religioso vivevano qui per cui la città ha una moschea, sinagoga e chiese cristiane. Uno dei siti religiosi e storici più importanti di Deir al-Qamar si trova in Dany Chamoun Square: our Lady of the Hill nota come Saydet El Talle, chiesa Maronita che risale al 15esimo secolo. La Moschea di Fakhreddine fu costruita nel 1493 ed è la più antica del Monte Libano. Questa area del Libano è famosa per i panorami verdeggianti e per gli aspetti sia storici che naturali.
Dopo le montagne torneremo indietro verso la costa e visiteremo la capitale e maggiore città del Libano, Beirut. Vale la pena fermarsi a visitare i siti archeologici delle antiche rovine nel distretto centrale della città recentemente rinnovato con straordinaria architettura. Potrete vedere antiche Moschee Ottomane ed Antiche Chiese ed i bagni romani. La città di Beirut è famosa per i negozi, gli edifici, i ristoranti e gli hotel sia antichi che moderni. Pranzo in ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

8° giorno

BEIRUT – ITALIA (B/-/-)

Prima colazione in hotel. In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 14 Marzo 2020 al 21 Marzo 2020€ 1.630€ 290

Note

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

OPERATIVO VOLI SUGGERITO:

AZ 824  14MAR  FCOBEY 1210 1620

AZ 825   21MAR  BEYFCO 1720 2000

 

Hotel previsti o similari, 4*:

  • Beirut: Hotel Golden Tulip Midtown 4*

 

Per i cittadini dell’area Schengen il visto si ottiene gratuitamente all’arrivo a Beirut.

 

Il passaporto deve avere una validità minima di sei mesi, NON DEVE CONTENERE TIMBRI DI ISRAELE SUL PASSAPORTO.

 

Tasso di cambio: 1 € = 1,11 usd


La quota comprende

  • Voli di linea in classe economica
  • Incontro e assistenza all’aeroporto da parte di uno dei nostri rappresentanti al’arrivo.
  • Trasferimento a/r Aeroporto – hotel – Aeroporto con minivan/bus dotati di aria condizionata
  • Sistemazione di 7 notti nell’hotel prescelto con colazione
  • Il programma comprende gli ingressi ai siti sopraelencati, guida in italiano durante i tour ed il trasporto in veicoli deluxe con aria condizionata
  • 5 pranzi nei ristoranti locali durante i tour più bevande analcoliche
  • Cena di benvenuto in ristorante tipico libanese il 14 marzo 2020
  • Lezione di cucina il 17 marzo 2020 con cena successiva
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Polizza rischi zero
  • Kit da viaggio con borsa, portadocumenti, etichette bagaglio e gadgets vari

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali soggette a variazione senza preavviso
  • Le bevande ai pasti, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • L’assicurazione annullamento facoltativa da richiedere contestualmente alla conferma del viaggio
  • Tasse aeroportuali € 260
  • Quota d’iscrizione € 95

Festività religiose Le date variano di anno in anno in quanto legate al calendario lunare islamico dell’Egira. • Fine del Ramadan (Eid al-Fitr) • Assassinio del nipote del profeta (Achoura) • Compleanno del profeta • Capodanno islamico • Santo patrono dei maroniti (Mar Maroun): 9 febbraio • Pasqua cristiana: si svolge due volte, una secondo […]

I mezzi più utilizzati per spostarsi in Libano sono i taxi collettivi, molti dei quali effettuano percorsi prestabiliti come gli autobus. Mentre i taxi in genere sono vecchie Mercedes con una targa rossa e l’indicazione “taxi” sul tettuccio. Gli autobus collegano la capitale Beirut alle principali città del paese. Le strade in cattive condizioni, il […]

libano

Libano deriva dall’aramaico laban che significa “bianco come il latte” riferito alle cime innevate della catena montuosa Monte Libano. Gad Lerner, giornalista e scrittore che collabora per La Repubblica, Vanity Fair e conduttore di L’Infedele su LA7 è nato a Beirut il 7 dicembre del 1954. Il Libano è l’unico paese del Medio Oriente che […]

Beirut Beirut è situata nel mezzo della costa mediterranea libanese. La città non si è ancora ripresa del tutto, presenta ancora i segni della guerra ed è ricca di contrasti. A nord-ovest, la zona di Hamra è ideale per passeggiare e fare shopping nella tipica atmosfera libanese. A est della città, in una villa dell’800 […]

In Libano, secondo l’UNESCO, sono presenti 5 Patrimoni dell’Umanità: • Anjar È stata fondata dal califfo Walid I all’inizio del VIII secolo. Le sue rovine mostrano una disposizione molto regolare che ricorda le antiche città-palazzo e testimoniano la progettazione della città da parte degli Omayyadi. • Baalbek Questa città fenicia, dove si venerava una triade […]

La cucina libanese è un incontro di sapori turchi ed arabi, con un tocco francese, per questo speziati, freschi e raffinati. Generalmente il pasto è composto da antipasti, portata di carne o pesce ed un’insalata ed il dolce. Gli antipasti sono spesso composti da tortini di spinaci, formaggio e pizza accompagnati da salse. Il tabouleh […]

Per entrare in territorio libanese è necessario essere in possesso di passaporto con validità superiore alla data di ingresso di almeno tre mesi fornito di visto e senza timbro di Israele. Il visto di 90 giorni deve essere chiesto anticipatamente all’Ambasciata del Libano in Italia, ma è possibile ottenere un visto rinnovabile per una permanenza […]

libano

• Trekking in montagna e nelle gole • Escursioni con pernottamenti in villaggi tipici • Scii alpino • Immersioni • Sci d’acqua • Windsurf • Vela Lo sport più popolare in Libano è il basket, ma è molto praticato anche il gioco del calcio.

Musica Lo scenario musicale libanese è molto ampio sia per quanto riguarda la musica tradizionale, sia per quella contemporanea. In particolare la musica tradizionale è costituita da melodie create con strumenti tipici come l’ud, il tablah, il nay o il qanun. Tra le danze tipiche, famoso è il caracalla, ballo orientale che unisce le tradizioni […]

Il Libano ha ospitato per millenni civiltà diverse, per questo motivo offre uno scenario culturale ampio e ricco di tradizioni e culture fuse tra loro. Durante il periodo estivo si svolgono vari festival culturali, tra cui spettacoli teatrali, musical e concerti, all’interno di monumenti e siti archeologici. Le lingue ufficiali del libano sono l’arabo e […]

L’attuale economia del Libano è costituita principalmente dal settore bancario, oltre che dall’industria alimentare e dal commercio di monili e pietre preziose. Durante gli anni ’90, la crescita economica è stata trainata dalla ricostruzione della capitale e delle infrastrutture danneggiate dalla guerra civile. Per il futuro il governo libanese sta intraprendendo una politica di privatizzazione, […]

libano

Il Libano è lo stato più piccolo del Medio Oriente, con un estensione di soli 10.400 Kmq, e confina con la Siria a nord e a est, con la Palestina a sud e con il Mar Mediterraneo a ovest. I principali fiumi sono il Nahr al-Kabir Litani, che, con i suoi 150 Km di lunghezza, […]

I primi insediamenti lungo le coste dell’attuale Libano risalgono al 10000 a.C., insediamenti che si sono evoluti nel corso degli anni fino a diventare, nel 3000 a.C., città primordiali. Nel 2500 a.C. il territorio costiero viene occupato dai Fenici, famosa città antica organizzata in città-stato indipendenti fra loro. Il dominio dei Fenici fu interrotto, nel […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.350 - Voli inclusi

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 630 - Voli esclusi

Durata: 6 giorni / 5 notti

da € 1.160 - Voli esclusi

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.580 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Il Libano era un tempo interamente ricoperto da una fitta ed estesa foresta di cedri, ma a causa dell’elevato sfruttamento di questi alberi da parte di numerosi popoli nel corso dei secoli, il loro numero è oggi assai ridotto e concentrato sulle pendici del monte Makmel a più di 2000 metri d’altezza.

Patente: In seguito ad  Accordo Internazionale bilaterale tra Italia e Giappone si può effettuare la conversione della patente italiana di categoria B senza esami dopo aver trasferito la propria residenza in Giappone, mentre chi ha la categoria superiore alla B (in Giappone “ordinaria”) comunque dovrà sostenere in loco un esame pratico-teorico. Dal 19 settembre 2007 […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su