tour della Birmania

16 giorni / 15 notti

Tour Birmania – Il Meglio del Myanmar 2021

da € 2.680 Voli esclusi

CREA IL TUO VIAGGIO TROVA AGENZIA
https://www.goasia.it?p=45094
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Tour Birmania – Il Meglio del Myanmar 2021

Tour della Birmania (l’attuale Myanmar) di 13 notti che tocca tutte le località di maggiore interesse del paese.

Da Yangon, con le sue imponenti pagode, si procede via terra per Kyaiktyo per ammirare la Golden Rock, una delle icone più conosciute del Paese. Lungo il tragitto si visita la cittadina di Bago, una delle antiche capitali del regno.

Si vola poi a Mandalay, capitale culturale del paese e si visitano le cittadine reali minori di Amarapura, Inwa (Ava) e Sagaing  che si trovano nei dintorni.

Si prosegue via terra per Monywa, situata sulle rive del fiume Chindwin e punto di partenza  per la visita del complesso rupestre di Po Win Daung.

Il tour della Birmania prosegue con una breve navigazione fluviale fino a Bagan. Qui  si soggiorna ben 3 notti per visitare il più importante sito archeologico del paese ed effettuare un escursione al suggestivo Monte Popa, uno dei luoghi più venerati in Myanmar.

Si vola sull’altopiano Shan per scoprire Pindaya con le sue celebri grotte ed il magico scenario di villaggi e “giardini” galleggianti del Lago Inle.

Il viaggio prosegue infine nello stato Kayah, piccola regione montuosa stretta tra lo Shan e lo stato Karen. Qui  vivono diversi gruppi etnici tra cui i Padaung, le cui donne sono conosciute come “donne giraffa.

Su richiesta, da novembre a marzo, è possibile abbinare al viaggio un soggiorno mare nella località balneare birmana di Ngapali.

Voli dall’Italia su richiesta.

 

I TOP  di questo itinerario:

  • l’imponente Pagoda d’Oro Shwedagon a Yangon, particolarmente suggestiva al tramonto e dopo il calar del sole, quando le luci ne illuminano le cupole dorate.
  • Kyaikhtiyo, dove si respira un atmosfera di mistica devozione e si gode del panorama unico della Golden Rock, l’enorme roccia coperta di lamine d’oro in bilico sul bordo di un precipizio di una montagna.
  • Una passeggiata nel vivace centro storico di Yangon osservando gli edifici decadenti, le bancarelle degli ambulanti ed i palazzi del periodo coloniale.
  • Amarapura con il pittoresco scenario del lago Taungthaman con lo U Bein Brigde ed il monastero Mahagandayon, dove vivono e studiano centinaia di giovani monaci.
  • Sagaing, la “città santa” della Birmania, dove si potrà ammirare il tramonto dalla cima della collina.
  • Un giro in calesse tra le rovine dell’antica capitale Inwa (Ava)
  • La pagoda monumentale Pahto Dawgyi di Mingun che svetta maestosa lungo il corso del fiume Irrawaddy
  • Il complesso rupestre di Po Win Daung, fuori dalle rotte più battute, scavato nella roccia, con centinaia di statue ed il più vasto esempio di pitture rupestri del sudest asiatico.
  • Le due intere giornate di visita a Bagan, emozionandosi alla vista della vasta pianura costellata di templi e stupa buddhisti che si perdono all’orizzonte.
  • Il Monte Popa, con il santuario posto scenograficamente su una roccia che domina la pianura circostante
  • Le escursioni in barca nel Lago Inle tra i villaggi e gli ingegnosi giardini e orti galleggianti dei pescatori Intha
  • Loikaw e lo stato Kayah, un area meno toccata dal turismo, con minoranze etniche e bei paesaggi naturali.

Partenze condivise, minimo 2 persone, con piccoli gruppi che si formano in loco e che raramente superano le 15 persone, la domenica dall’Italia

1° giorno

ITALIA - YANGON (-/-/-)

Partenza dall’Italia per Yangon con voli di linea (costo del biglietto non incluso nella quota di partecipazione). Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno

arrivo YANGON (-/-/D)

Arrivo all'aeroporto internazionale di Yangon. Trasferimento nell’hotel della categoria prescelta (camere a disposizione da regolare orario di check-in). Nel pomeriggio inizio delle visite della città: la pagoda Chaukhtatkyi, con l’enorme statua del Buddha reclinato, il centro della città e, al tramonto, la suggestiva Pagoda Shwedagon (Pagoda d’Oro), monumento simbolo della città, alta più di 100 metri e sormontata da uno “hti” decorato con centinaia di diamanti e pietre preziose. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

3° giorno

YANGON – KYAIKHTIYO (B/L/D)

Prima colazione. Partenza per Kyaikhtiyo, nello stato Mon, località dove si trova la Golden Rock, un’enorme roccia sferica coperta di lamine d’oro in bilico sul bordo di un precipizio di una montagna (si crede con l’aiuto di un capello del Buddha), importante luogo di pellegrinaggio del paese e sicuramente una delle immagini più conosciute del paese. Si percorrono 4 ore in auto fino a Kin Pun da dove si prosegue per circa 11 km su una strada dissestata a bordo di camion dotati di panche di legno (circa 45 minuti) fino alla sommità del monte. Pranzo in corso d’escursione in ristorante locale. Il lungo viaggio, a tratti disagevole, viene ripagato dalla stupenda vista che si gode una volta giunti sulla sommità, immersi in un atmosfera carica di misticismo e devozione, particolarmente suggestiva al calar del sole. Sistemazione e cena in hotel. Pernottamento.

Nota: l’ultima parte del viaggio viene effettuata a bordo di camion dotati di panche di legno e su strade sconnesse. È richiesto quindi un buon spirito di adattamento.

4° giorno

KYAIKHTIYO – BAGO – YANGON (B/L/D)

Dopo la prima colazione e la vista panoramica della Roccia D’oro al mattino presto si rientra a Kin Pun, da dove si prosegue in auto per Bago (circa 3 ore), una delle antiche capitali del regno. Lungo il tragitto sosta ad un mercato locale e visita della pagoda Shwemawdaw, alta ben 114 metri (più della pagoda Shwedagon di Yangon). Prima del pranzo in ristorante locale si ammira il panorama dalla pagoda Hinta Gone, situata sulla collina. Nel pomeriggio visita del colossale Buddha disteso Shwetalyaung, considerato come uno dei più realistici. Al termine rientro a Yangon, con sosta lungo il tragitto per visitare la pagoda Kyaik Pun Paya, complesso dove sono situate 4 statue di Buddha alte 30 metri. Arrivo nel tardo pomeriggio a Yangon e trasferimento in hotel. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

5° giorno

YANGON – MANDALAY (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino trasferimento in aeroporto e volo per Mandalay, la seconda più grande del Myanmar e una delle antiche capitali reali: spesso percepita e descritta nella letteratura come l’Asia nella sua parte più tradizionale e autentica, un luogo senza tempo e seducente, oggi è una moderna e vivace città in continua espansione sulle rive del fiume Irrawaddy dalle fiorenti attività commerciali che si fondono con il cuore culturale della Birmania, dove le tradizioni legate a religione, musica, danza e teatro sono ancora vivissime. Trasferimento in città con sosta lungo il tragitto per la visita della pagoda Mahamuni, con il suo veneratissimo Buddha interamente ricoperto da foglie d’oro depositate dai devoti nel corso dei secoli. Pranzo in ristorante locale. Pomeriggio dedicato alle visite della città: il monastero in legno Shwenandaw, meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, unico edificio rimasto del complesso originale del palazzo reale, celebre per i suoi intagli e sculture in legno e la pagoda Kuthodaw, conosciuta anche come il più grande libro a cielo aperto al mondo, 729 lastre dove sono trascritti tutti gli insegnamenti della religione buddista. Se il tempo a disposizione lo permette, si sale alla Mandalay Hill, dalla quale si può ammirare un panorama che abbraccia tutta la città, il fiume Irrawaddy e i dintorni, Al termine delle visite sistemazione nell’hotel della categoria prescelta. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

6° giorno

MANDALAY (Mingun e Sagaing) (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino partenza per Mingun a bordo di una barca privata lungo il fiume Irrawaddy (1 ora circa). Si visita l’enorme pagoda gravemente danneggiata da un terremoto nel 1838 che si erge lungo le rive del fiume che avrebbe potuto essere il più grande tempio del mondo se il re Bodawpaya non fosse morto prima che i lavori fossero terminati. La costruzione di questo enorme edificio in mattoni si è fermata dopo che un indovino predisse la morte del re prima della sua fine. Colpito da un terremoto nel 1800, il monumento è stato parzialmente ridotto allo stato di rudere. Non lontano si trova la famosa campana di Mingun che pesa ben 90 tonnellate e sembra essere la più grande campana ancora funzionante al mondo. Si continua con la pagoda Hsinbyume Paya con il suo strano stupa che si dice sia una rappresentazione della pagoda Sulamani che, secondo l’astrologia buddista, si erge sul monte Meru (la montagna situata al centro dell’universo). Fu costruita nel 1816 dal nipote e successore di Bagyidaw Bodawpaya in memoria della sua prima sposa, la principessa Hsinbyume che morí alla sua nascita. Rientro a Mandalay in barca, Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio proseguimento per Sagaing, la “città santa” della Birmania, con circa 600 pagode e quasi 100 centri di meditazione, dove si potrà ammirare il tramonto dalla cima della Sagaing Hill. Rientro in hotel a Mandalay. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

7° giorno

MANDALAY - AMARAPURA - INWA – MONYWA (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino escursione ad Amarapura, una delle tre antiche capitali che si trovano nei pressi di Mandalay, dove si visita il monastero Mahagandayon, uno dei maggiori del paese, rinomatissimo centro di studi monastici e religiosi dove vivono e studiano centinaia di giovani monaci. Si prosegue a piedi fino al vicino UBein Bridge, costruito nel 1782, quando Amarapura era al centro degli interessi del Regno. Si estende su 1,2 km sul lago Taungthaman ed è il più grande ponte in teak del mondo. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Inwa: fondata nel 1364 e per quasi 400 anni capitale del regno, oggi è un caratteristico villaggio rurale con le case dai tetti di paglia che si visita a bordo di un calesse trainato da cavalli. Tra gli edifici testimoni del glorioso passato, la torre di guardia, conosciuta anche come torre pendente di Ava per la sua forte inclinazione, il monastero in mattoni e stucco Maha Aungmye Bonzan, e l’elegante monastero in tek Bagaya Kyaung. Al termine partenza per Monywa, il maggior centro della valle del fiume Chindwin. Sistemazione e cena in hotel. Pernottamento.

8° giorno

MONYWA – PAKKOKU – BAGAN (B/L/D)

Di primo mattino si attraversa il fiume Chindwin, e si prosegue in auto fino alle grotte di Po Win Daung (24 km circa) ove si osservano le statue scavate nella roccia. Si visita poi il tempio Shwe Ba Daung ed il villaggio di Kyaukka. Al termine partenza per Pakkoku con sosta lungo il tragitto per visitare Pakhangyi, cittadina con mura risalenti al XIX secolo e con il più vecchio monastero in legno del paese. Pranzo in semplice ristorante locale in corso d’escursione. Imbarco dal molo di Pakkoku e navigazione fino a Bagan (arrivo previsto nel tardo pomeriggio). Sistemazione nell’hotel della categoria prescelta. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

9° giorno

BAGAN (B/L/D)

Prima colazione. Giornata dedicata alle visite di Bagan, capitale del regno birmano dal X al XIII secolo, con Angkor sicuramente il sito archeologico più affascinante ed importante di tutto l’Oriente. Centinaia degli oltre 8000 tra templi, pagode e monasteri esistenti un tempo sono ancora oggi sparsi nell’arida pianura. Si comincia con il mercato di Nyaung Oo, dove gli abitanti si ritrovano per vendere e comprare prodotti freschi e per l’uso quotidiano, prima di procedere con la visita dei monumenti più importanti e scenografici come la pagoda Shwezigon, prototipo degli ultimi stupa del Myanmar, costruita dal re Anawrahta nei primi anni dell’XI secolo, Pagoda di Ananda, uno dei tempi più belli, più grandi e meglio conservati nell’antica era di Bagan, il Wetkyi-in- Gubyaukgyi, ‘tempio nella grotta’ risalente al XIII secolo, con i suoi eleganti affreschi, l’ Ananda Ok Kyaung, uno dei pochi monasteri in mattoni sopravvissuti dall’antica era di Bagan fino a oggi ed il Tempio Htilominlo. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio proseguimento delle visite con la pagoda Sulamani, l'imponente Tempio Dhammayangyi, notevole per la sua architettura ed il Thatbyinnyu, il tempio più alto di Bagan. Al calar del sole si potrà assistere al tramonto tra i templi da un punto panoramico. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

10° giorno

BAGAN - MONTE POPA - BAGAN (B/L/D)

Prima colazione. Partenza per la visita del Monte Popa (727 m.s.l.m.), roccia che domina drammaticamente la pianura circostante, sulla cui sommità (al termine di una lunga e ripida scalinata 777 scalini da percorrere a piedi nudi come tutti i luoghi sacri del paese) si trova uno stupa luogo di pellegrinaggio per i birmani in quanto ritenuto dimora degli spiriti Nat più potenti. Dopo il pranzo al ristorante del Popa Mountain Resort che offre una spettacolare vista sul monte Popa, partenza per Salay, importante centro religioso con numerosi monasteri funzionanti che conobbe il suo periodo di maggiore espansione alla fine dell’era di Bagan, tra il XII ed il XIII secolo. Visita e rientro a Bagan. Cena in ristorante locale. Rientro in hotel e pernottamento.

11° giorno

BAGAN – HEHO – PINDAYA - LAGO INLE (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino presto trasferimento in aeroporto e volo di linea per Heho. Arrivo e proseguimento in auto per Pindaya (circa 1 ora e mezza di strada) tranquilla cittadina sulle rive del lago Botolok. Arrivo e visita delle grotte dove le statue del Buddha, a migliaia, di differenti fatture e dimensioni, collocate nel corso dei secoli dai fedeli, formano un labirinto all’interno di grandi caverne carsiche. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio partenza per il Lago Inle, situato a circa 900 m.s.l.m. e sistemazione nell’hotel della categoria prescelta. Cena in hotel e pernottamento.

12° giorno

LAGO INLE (B/L/D)

Prima colazione. Giornata dedicata alle visite in barca del lago e dei villaggi galleggianti degli Intha, la minoranza etnica che vive in palafitte sul lago, conosciuta per gli incredibili orti e giardini galleggianti dove coltivano fiori ed ortaggi. Escursione in barca a Indein con le sue incantevoli pagode del XVI secolo, vera e propria “foresta” di stupa in rovina e proseguimento in barca per il villaggio di Laeshae, per osservare come vengono realizzate le immagini del Buddha con fiori essiccati ed il villaggio di Innpawkhone, per visitare un laboratorio per la tessitura della seta e dei loti. Pranzo in ristorante locale in corso di visite. Nel pomeriggio visita della pagoda Phaungdaw, il sito religioso più sacro della zona meridionale dello Stato Shan, dove sono presenti cinque statue coperte di foglia d’oro ed del monastero di Nga Hpe Chaung, costruito in legno su palafitte e anche conosciuto come il monastero “dei gatti che saltano”, con le rappresentazioni shan del Buddha custodite al suo interno. Lungo il tragitto si potranno osservare le caratteristiche imbarcazioni degli Intha con i “pescatori che remano con la gamba” ed i “giardini galleggianti” che circondano i loro villaggi. Al termine rientro in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

13° giorno

LAGO INLE - LOIKAW (B/L/D)

Prima colazione. Partenza in auto alla volta di Loikaw (circa 6 ore), capoluogo dello stato Kayah, attraversando paesaggi caratterizzati da piantagioni di tè, con sosta lungo il tragitto alle grotte di Myin Mathi, al cui interno si trovano centinata di statue del Budhha che i devoti hanno posto nel corso degli anni. Pranzo in ristorante locale lungo il tragitto. Arrivo previsto a Loikaw nel tardo pomeriggio (intorno alle 16.00).Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

14° giorno

LOIKAW (B/L/D)

Prima colazione. Dopo aver visitato il colorato mercato locale ed un monastero, si parte di buon mattino per il villaggio di villaggio di Panpae, dove si potranno osservare lo stile di vita e la cultura dei Padaung, etnia conosciuta per gli abiti tradizionali ed i particolari ornamenti delle donne, in particolare le più anziane, conosciute anche con il nome di “donne giraffa”, in quanto indossano pesanti anelli di ottone che allungano il collo in maniera innaturale. Per tanti anni questa etnia è stata soggetta a privazioni e costretta a cercare sostentamento nella vicina Thailandia: ora, grazie a progetti di turismo sostenibile, è possibile osservare lo stile di vita e la cultura intatta di questa etnia nella loro zona di origine. Al termine rientro a Loikaw e proseguimento delle visite con la chiesa cattolica ed il tempio animista. Pranzo in ristorante locale in corso di visite. Cena libera. Cena e pernottamento

15° giorno

LOIKAW – YANGON partenza (B/L/-)

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Loikaw e volo di linea per Yangon*. Proseguimento con volo di linea per l’Italia (non incluso nella quota di partecipazione del viaggio). Pasti e pernottamento a bordo.

*Nota: attualmente ci sono solo 2 compagnie aeree operative lungo la tratta Loikaw-Yangon con orari che potrebbero subire variazioni (indicativamente un volo al mattino presto con arrivo a Yangon intorno alle 9 ed un volo in tarda mattinata con arrivo verso le 14). In caso di cancellazioni dei voli, è previsto transfer via terra all'aeroporto di Heho (circa 5 ore di auto) e volo Heho-Yangon (arrivo previsto tra le 17 e le 18.30).

16° giorno

ARRIVO - ITALIA (-/-/-)

Arrivo in Italia al mattino o nel primo pomeriggio. Fine dei servizi.

Quote individuali di partecipazione, minimo 2 partecipanti:

 

Viaggio con Hotel categoria Superior                                                                       

Gennaio- dicembre 2021

Quota per persona in camera doppia partenze a date fisse

€ 2.680

Supplemento singola

€ 620

 

Viaggio con Hotel categoria Deluxe

Quota per persona in camera doppia partenze a date fisse

€ 2.970

Supplemento singola

€ 910

 

FACOLTATIVI:

Quota d’iscrizione

€ 95

Supplemento cene in hotel categoria superior (in sostituzione cene in ristorante locale)

€ 210

Supplemento cene in hotel categoria deluxe (in sostituzione cene in ristorante locale)

€ 310

Voli intercontinentali

Su richiesta

 

  • I supplementi per i Cenoni di Natale e Capodanno, quando obbligatori, verranno comunicati all’atto della prenotazione.

 

 

(B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

 

Partenze condivise, minimo 2 persone, con piccoli gruppi che si formano in loco e che raramente superano le 15 persone, la domenica dall’Italia come segue:

  • Gennaio 2021: 10,31
  • Marzo 2021: 7,28
  • Aprile 2021: 25
  • Agosto 2021: 15
  • Settembre 2021: 26
  • Ottobre 2021: 31
  • Dicembre 2021: 5,26

HOTELS PREVISTI (O SIMILARI):

Categoria Superior:

  • Yangon: Rose Garden Hotel 4*
  • Golden Rock: Mountain Top Hotel 2/3*
  • Mandalay: Eastern Palace 4*
  • Monywa: Win Unity Resort 3*
  • Bagan: Amata Garden Resort Bagan 4*
  • Lago Inle: Amata Garden Resort Inle Lake  4*
  • Loikaw: Keinnara Lodge 4*

 

Categoria Deluxe:

  • Yangon: Pullman Yangon Centrepoint 5*
  • Golden Rock: Mountain Top Hotel 2/3*
  • Mandalay: Mandalay Hill Resort 4*
  • Monywa: Win Unity Resort 3*
  • Bagan: Heritage Bagan 4*
  • Lago Inle: Pristine Lotus Resort & Spa 4*
  • Loikaw: Keinnara Lodge 4*

 

L’itinerario potrebbe subire modifiche in base all’operativo dei voli interni. Ricordiamo che è d’obbligo accedere scalzi a templi e siti sacri.

 

VISTO

– Per i cittadini italiani che entrano nel paese dagli aeroporti internazionali di Yangon e Mandalay è possibile ottenere il visto in loco all’arrivo nel paese (costo 50 USD e 2 fototessere). Per sveltire le procedure di ottenimento del visto in frontiera suggeriamo di fare richiesta della lettera di approvazione prima della partenza, direttamente sul sito governativo http://evisa.moip.gov.mm  dove, dopo il pagamento di 50 USD con carta di credito, la compilazione del formulario on line corredato da fototessera in formato elettronico,  si otterrà, entro 5 giorni lavorativi, una lettera di approvazione da stampare e mostrare all’arrivo in aeroporto (unitamente al passaporto con validità residua di almeno 6 mesi) per l’ottenimento del visto.

 

CHECK-IN e CHECK-OUT

Si ricorda che il check-in negli hotels è previsto dalle ore 14:00 in poi; mentre il check-out deve essere fatto entro le ore 12:00, salvo diversa indicazione data in loco.

 

Tasso di cambio € 1,00 = USD 1,13

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza, ovvero secondo accordi tra le parti all’atto della definizione/conferma del contratto di viaggio.

 

BLOCCO VALUTA: E’ possibile bloccare definitivamente il costo dei servizi a terra che non sarà più  soggetto a oscillazioni valutarie con un supplemento di € 50 a pratica. La richiesta dovrà avvenire contestualmente alla conferma.

 

Nota bene: a presente quotazione non costituisce proposta contrattuale ed è soggetta a riconferma al momento del blocco dello spazio in base alla effettiva disponibilità dei servizi alberghieri e dei voli e delle disponibilità delle classi di prenotazione.

 

La quota comprende:

  • Voli domestici in Myanmar in classe turistica
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria
  • Pasti come da programma (cene previste in ristorante locale eccetto a Kyaikhtiyo, Monywa ed al Lago Inle – supplemento facoltativo per tutte le cene in hotel: € 210 hotel categoria superior – € 310 hotel categoria deluxe)
  • Trasferimenti e visite in condivisione, con guida-accompagnatore locale parlante italiano
  • Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio

 

La quota NON comprende

  • Voli intercontinentali
  • Il costo del visto (50 USD in loco o con procedura online per ottenimento visto all’arrivo)
  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente (al momento non presenti)
  • Le mance: sebbene non obbligatorie, sono segno di apprezzamento e di rispetto del lavoro svolto dai professionisti in loco(quota suggerita 5 EUR per persona al giorno).
  • Pasti non menzionati, le bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”

 

Il meglio del Myanmar 2

Il Myanmar, meglio conosciuto in occidente con il nome di Birmania, è il più grande paese del sud-est asiatico. Terra affascinante e magica, è oggi un Paese che si trova in condizioni di immensa arretratezza e nel quale il potere è ancora nelle mani di burocrati, militari e guerriglieri . Il resto della popolazione vive […]

Posizione geografica: Il Myanmar (fino al 18 giugno1989 Birmania e anche chiamato Burma, Myanmar Burmese o Pyidaungzu Myanmar Naingngandaw), è uno Stato dell’Asia sud orientale, che occupa parte della costa occidentale dell’Indocina; si affaccia sul Golfo del Bengala e sul mar delle Andamane e confina da ovest a est con Bangladesh, India, Cina, Laos e con la […]

Myanmar Classico 2

La Birmania conta più di 50 milioni di abitanti (dati 2006), con un tasso annuo di crescita del 2,1 % ed una densità di circa 70 abitanti per Km2 (una delle più basse dell’Estremo Oriente). Circa i ¾ della popolazione vivono nelle aree rurali. La popolazione è costituita per i tre quarti da Birmani e […]

Economia: Il Myanmar è una delle nazioni più povere al mondo, a causa del ristagno economico, della cattiva gestione e dell’isolamento che ha conosciuto la sua storia recente. Sotto la gestione britannica, il Myanmar conobbe una fase di benessere, diventando addirittura il più grande paese al mondo esportatore di riso (in seguito, con l’aumento demografico, sono diminuite le […]

Bandiera nazionale: Il colore dominante nella bandiera è il rosso. Vi è poi uno spazio rettangolare nell’angolo in alta a sinistra, di colore blu. All’interno di questo, spiccano in bianco una ruota dentata ed una spiga di riso, simboli rispettivamente del lavoro nelle fabbriche e nei campi, circondati da un cerchio di 14 stelle, che […]

In tutte le città turistiche del Myanmar è possibile locali che offrono una buona selezione di piatti tipici del Myanmar, ma anche cinesi, indiani, tailandesi ed europei. Ci sono anche piccole bancarelle ai lati delle strade che vendono cibi ad una quarto del prezzo dei ristoranti, ma che prestano una ben scarsa attenzione all’igiene. Dato […]

Myanmar

Ambasciata d’Italia a YANGON 3, Inya Myaing Road Golden Valley 11201 Yangon Union of Myanmar Tel.: +95 1 527100/1 Fax: 514565 Tel.satellitare: 00873 761.888.552 Cellulare di reperibilità del Funzionario di turno: (+95) (0)9 8032910 E-mail: ambitaly@ambitaly.net.mm Enti per il Turismo birmano: Myanmar Hotels & Tourism Services: Tel.: 25.18.55 – 28.33.72 – 28.33.63 Myanmar Travels & […]

Il meglio del Myanmar

FORMALITA’ VALUTARIE E DOGANALI Obbligatorio dichiarare, all’entrata ed all’uscita dal Paese, qualsiasi valuta straniera il cui ammontare superi il valore di 2.000 Dollari USA. Per coloro che violano dette disposizioni sono previste pene detentive. I regolamenti sono restrittivi e rigidamente applicati. I bagagli dei viaggiatori possono essere sottoposti a controlli accurati. All’arrivo nel Paese, la […]

VISTI E PASSAPORTI Passaporto: necessario (con validità residua non inferiore al periodo di validità del visto). Visto: necessario, da richiedersi presso l’Ambasciata dell’Unione del Myanmar a Roma: Via della Camilluccia No. 551, 00135 Roma. Tel. (06) 36.30.37.53 – 36.30.40.56 – Fax (06) 36.29.85.66 Il visto turistico ha una validità di 28 giorni e costa 18 dollari. […]

In generale la situazione interna del Paese non presenta particolari criticità. Il tasso di criminalità, in particolare nelle zone turistiche, è basso. Va tuttavia rilevato che nel maggio del 2005 hanno avuto luogo simultaneamente 3 attentati terroristici in altrettanti centri commerciali della Capitale. Nell’aprile 2006 si sono registrati episodi dinamitardi nella capitale, con danni a […]

Myanmar e Cambogia 2

Viabilità: Lo stato della limitata rete stradale all’interno del Paese è in cattive condizioni e peggiora durante la stagione delle piogge. Solo il 12% circa delle strade sono asfaltate, circa i 2/3 sono coperte di ghiaia, mentre le restanti sono difficilmente accessibili con le auto, ma solo con jeep e carretti. I mezzi di trasporto […]

Myanmar

Un concetto chiave della cultura di Myanmar è il “cetana”, una parola originaria Pali che ricorre frequentemente negli insegnamenti del Buddha. Sebbene non esista una traduzione esatta del termine, questo è generalmente usato con il significato di bontà, buone intenzioni e benevolenza. Il cetana è manifestato in mille modi diversi nella vita quotidiana ed ogni […]

L’industria alberghiera del Paese non è molto sviluppata, tanto è che le sistemazioni non sono molto confortevoli e sono anche relativamente care nonostante di anno in anno la situazione va decisamente migliorando. Gli alberghi privati di più recente costruzione sono qualitativamente migliori rispetto a quelli di proprietà statale e comunque le soluzioni migliori sono quelle […]

IL CANTO DELLA LIBERTA’ di Karen Connelly – 2006 – Frassinelli Un racconto dettagliato, un po’ romanzato ma in ogni caso non lontano dalla realtà, sullo svolgimento della vita dei detenuti politici e dei secondini nelle carceri birmane odierne. BIRMANIA FOOTBALL CLUB  di Andrew Marshall – 2006 – Instantlibri Tratta dell’introduzione del gioco del football […]

Le maggiori feste buddiste cadono in diversi periodi dell’anno e di solito coincidono con i giorni di luna piena (essendo legate al calendario lunare). Le feste dei templi (pagoda festivals) possono durare anche più di una settimana e assomigliano ai luna park occidentali, con animatori, maghi, burattinai, musicisti, chiaroveggenti e guaritori, che portano un tono […]

Myanmar e Cambogia

Yangon Nota anche con il nome di Rangoon, Yangon (letteralmente “fine del conflitto”) è la più importante città del Myanmar e sua capitale dal 1886 fino al 2006. Essa è situata nel sud del Paese, sulle rive dell’omonimo fiume e rappresenta un vivo porto commerciale e centro culturale, con i suoi 4 milioni di abitanti. […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti

Negli ultimi trent’anni la Malesia ha conosciuto un fortissimo sviluppo economico, trasformandosi da paese in via di sviluppo ad uno dei paesi più ricchi del sud-est asiatico, non più dipendente soltanto dalla produzione ed esportazione di materie prime. Con la Nuova politica economica (NPE),la Malesia è divenuta leader mondiale nella produzione di componenti elettronici e […]

Flora Più della metà del territorio di Timor Est è coperto da foreste: sandalo (in gran parte distrutte, come conseguenza dello sfruttamento indiscriminato durante i secoli di occupazione coloniale e durante gli anni di lotta per l’indipendenza), eucalipto, ebano, teak, oltre a sequoie, palme da cocco, formazioni di mangrovie. La vegetazione è molto varia già […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

Realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Progettazione, organizzazione ed erogazione di servizi turistici ad aziende, agenzie e utenti finali