Viaggio in Armenia e Georgia

9 giorni / 8 notti

Viaggio in Armenia e Georgia, antichi splendori del Caucaso

da € 1.760 Voli esclusi

CREA IL TUO VIAGGIO TROVA AGENZIA
https://www.goasia.it?p=57720
per informazioni: Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. 071 2089301 - info@goasia.it

Viaggio in Armenia e Georgia

Antichi splendori del Caucaso

Viaggio in Armenia e Georgia alla scoperta dei luoghi più suggestivi della regione caucasica. Armenia e Georgia offrono un concentrato di bellezze storiche, architettoniche, culturali e paesaggistiche, un di mix di emozioni che ti faranno innamorare di questi luoghi. Questo viaggio è indicato per chi desidera conoscere i luoghi più rappresentativi del Caucaso.

Il nostro tour avrà inizio da Yerevan, la capitale dell’Armenia e madre degli Armeni, un popolo sobrio e orgoglioso. Visiteremo i luoghi più rappresentativi, a partire dalla cattedrale Etchmiazdin, il memoriale di Yerevan, i monasteri più importanti ed infine il lago Sevan.

Raggiungeremo la Georgia via terra per arrivare in poco più di cinque ore a Tbilisi, la sua capitale. Tbilisi è una città molto europea, sia nel suo stile di vita che in quello architettonico. Visiteremo la regione di Kakheti nota per l’ottimo vino e per gli antichi complessi monastici. Visiteremo altri tesori storici della Georgia, come la cattedrale Svetiskhoveli ed il monastero di Jvari, entrambi a pochi chilometri dalla capitale. Immancabile la visita di Uplistsikhe, la più città rupestre suggestiva che abbiate mai visto.

I luoghi imperdibili previsti dal tour:

  • Complesso di Etchmiazdin.
  • Lago di Sevan.
  • Città vecchia di Tiblisi, un vero gioiello architettonico.
  • Cattedrale di Svetiskhoveli, pregiata di affreschi e luogo di culto più importante.
  • La città di Uplistsikhe, interamente scavata nella roccia, suggestiva e autentica.

È richiesto un discreto spirito di adattamento per i trasferimenti su strade non sempre asfaltate. La qualità dei servizi ricettivi, a volte, risulta essere al di sotto degli standard europei. Il tour è di gruppo ed in condivisione con altri operatori.

Parti con Go Asia, lo specialista dei viaggi in oriente della famiglia Go World. Goditi il fascino del Caucaso insieme ai tesori storici di Armenia e Georgia.

 

Partenze a date fisse dall’Italia, minimo due partecipanti massimo dodici

1° giorno

ITALIA – YEREVAN (-/-/-)

Partenza dall’Italia con volo di linea secondo disponibilità. Arrivo all’ aeroporto internazionale Zvartnots. Disbrigo delle formalità doganali. Accoglienza e trasferimento in hotel.

2° giorno

YEREVAN (B/L/-)

Prima colazione in hotel e inizio delle visite a partire dalla piazza della Repubblica, il corso Mashtoc, l'Opera dedicata ad Aram Khachatryan e la suggestiva Cascad. Successivamente, ci dirigeremo al Museo dei Manoscritti Matenadaran. Pranzo presso una famiglia locale, si prosegue per la visita ad Echmiadzin* vero e proprio centro spirituale del cristianesimo in Armenia: visita della cattedrale, il più antico tempio cristiano del paese e residenza ufficiale del Katolikos, il patriarca della Chiesa Armena. Durante il tragitto, faremo una sosta per esplorare le rovine della Cattedrale di Zvartnots, risalente al VII secolo (Patrimonio Mondiale dell'UNESCO). Cena libera. Pernottamento in albergo a Yerevan.
*La chiesa è chiusa per restauro fino a tempo indefinito in alternativa si visiterà il museo della cattedrale

3° giorno

YEREVAN - KHOR VIRAP - NORAVANK - YEREVAN (B/L/-)

Prima colazione in hotel. Partenza per Khor Virap e visita del famoso monastero (301 a.C.) che sorge nel luogo di prigionia di San Gregorio Illuminatore, a cui si deve la conversione dell’Armenia al cristianesimo. Dal Monastero si gode di una splendida vista sul sacro Monte Ararat sito in territorio turco. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per il Monastero di Noravank (XII- XIV), in spettacolare posizione sulla cima di un crinale. Rientro a Yereven. Cena libera e pernottamento.

4° giorno

YEREVAN - LAGO SEVAN - GARNI - GEGHARD - YEREVAN (B/L/-)

Prima colazione. Escursione al Lago Sevan che si trova 2.000 metri al di sopra del livello del mare, uno dei laghi di acqua dolce più elevati al mondo. Secondo la leggenda, durante una delle frequenti invasioni arabe, gli abitanti della città di Sevan, attraversando il lago gelato, si rifugiarono sulla vicina isola (che oggi è una penisola) dove era situato il monastero di Sevanavank e qui si barricarono pregando Dio per la salvazione della loro patria. Quando gli arabi arrivarono, tentarono anch’essi di attraversare il lago, ma il ghiaccio cedette facendoli affogare nelle acque ghiacciate. Nei pressi del lago si possono ammirare le chiese della penisola costruite alla fine del IX secolo. Proseguimento con la visita al Tempio pagano di Garni, dalle classiche linee ellenistiche, l’unico esempio esistente in Armenia. Nei pressi del tempio si possono trovare le rovine del palazzo reale e le terme con un mosaico ben conservato. Proseguimento per il Monastero di Gheghard, rinomato per conservare la santa lancia con la quale venne trafisso il costato di Cristo. La santa lancia venne portata in Armenia dai due apostoli Taddeo e Bartolomeo e fu conservata a lungo nel monastero di Ghegard. Rientro a Yerevan cena libera e pernottamento.

5° giorno

YEREVAN – SANAHIN – HAGHPAT - SADAKHLO – TBILISI (280 Km) (B/L/-)

Partenza in direzione nord -est per la città di Alaverdi situata nella valle del fiume Debed. Visita del monastero Sanahin e del monastero di Haghpat entrambi decretati dall’Unesco patrimonio dell’Umanità, entrambi risalenti al decimo secolo anche se Sanahin in armeno significa “questo è più antico dell’altro” e dunque testimonia che Sanahin fu costruito prima del complesso di Haghpat. Ambedue i monasteri furono saccheggiati ad opera dei mongoli che conquistarono la fortezza di Akner che si trovava in mezzo ai due monasteri e li proteggeva. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento verso la frontiera armeno/georgiana disbrigo delle formalità doganali. Cambio della vettura, cambio della guida. Incontro con la guida georgiana proseguimento per Tiblisi. Arrivo sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

6° giorno

TIBLISI (B/-/D)

Dopo la prima colazione, visita alla fascinosa capitale della Georgia. Il tour inizia dal cortile della chiesa di Metekhi, situata su una collina che domina il fiume Mtkvari. Con una moderna cabinovia che parte dal parco di Rike, si raggiungerà poi la Fortezza di Narikala, costruita nel IV secolo sulla collina che domina la città. Discesa a piedi al Quartiere di Abanotubani, uno dei pochi posti al mondo nel quale si trovano, a pochi passi una dall’altra, una Chiesa, una Moschea – nella quale pregano insieme sciiti e sunniti – e una Sinagoga. Proseguimento per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della Chiesa di Jvari e della Cattedrale di Svetitskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo. Entrambi sono i posti del patrimonio dell’UNESCO. Rientro a Tbilisi. Cena in ristorante tradizionale. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

7° giorno

TBILISI - STEPANTSMINDA - GERGETI - ANANURI - TBILISI (300 km) (B/L/-)

Dopo colazione partenza verso nord lungo la Strada Militare Georgiana. Arrivo a Stepantsminda (1.750 m), dominata a ovest dalla cima innevata del Monte Kazbeghi (5.047 m), su cui si staglia la sagoma inconfondibile della chiesa di Sameba. Salita in minivan 4x4 alla trecentesca Chiesa della Trinità a 2.170 m di altezza. La sua posizione isolata, sulla cima di una ripida montagna, circondata dalla vastità del paesaggio naturale, ha reso la chiesa, un autentico simbolo della Georgia. Pranzo lungo il percorso. Per la strada si visita il Complesso di Ananuri (XVII sec.), lungo il corso dei secoli, il castello fu teatro di numerose battaglie. Al termine delle visite rientro a Tbilisi. Cena libera. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

8° giorno

TBILISI - VARDISUBANI - ALAVERDI - GREMI - TBILISI (290 KM) (B/L/-)

Dopo la prima colazione, partenza per la Regione di Kakheti, regione vinicola della Georgia, nota per i pregiati vini e per la cordiale ospitalità. Visita della bottega locale di Vardisubani dove lavorano artigiani da quattro generazioni e fanno le giare di terracotta seguendo pratiche che risalgono agli albori delle vitivinicolture. Si prosegue con la visita della maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un ciclo di affreschi dell’XI – XVII secolo. Pranzo presso una famiglia locale con degustazione di vini e i piatti tipici della zona. A seguire visita dell’imponente cittadella di Gremi, capitale del regno di Kakheti nel XVI e XVII secolo. Rientro a Tbilisi. Pernottamento in albergo a Tbilisi.

9° giorno

TBILISI (B/-/-)

Prima colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e imbarco su volo di linea di rientro per l’Italia.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppiaSupplemento singola
Dal 22 Aprile 2023 al 30 Aprile 2024€ 1.760€ 330
Dal 25 Marzo 2024 al 2 Aprile 2024€ 1.760€ 330
Dal 20 Maggio 2024 al 28 Maggio 2024€ 1.760€ 330
Dal 3 Giugno 2024 al 11 Giugno 2024€ 1.760€ 330
Dal 10 Giugno 2024 al 18 Giugno 2024€ 1.760€ 330
Dal 8 Luglio 2024 al 16 Luglio 2024€ 1.760€ 330
Dal 22 Luglio 2024 al 30 Luglio 2024€ 1.760€ 330
Dal 5 Agosto 2024 al 13 Agosto 2024€ 1.760€ 330
Dal 12 Agosto 2024 al 20 Agosto 2024€ 1.760€ 330
Dal 2 Settembre 2024 al 10 Settembre 2024€ 1.760€ 330
Dal 30 Settembre 2024 al 8 Ottobre 2024€ 1.760€ 330
Dal 14 Ottobre 2024 al 22 Ottobre 2024€ 1.760€ 330

Note

(B/L/D-AI): B = colazione; L = pranzo; D = Cena; (AI) = All Inclusive.

 

Partenze a  date fisse dall’Italia, minimo due  partecipanti massimo dodici:

  • Marzo 2024: 25
  • Aprile 2024: 22
  • Maggio 2024: 20
  • Giugno 2024: 3,10
  • Luglio 2024:8,22
  • Agosto 2024:5,12
  • Settembre 2024: 2,30
  • Ottobre 2024: 14

 

COMBINAZIONE HOTEL 4 *:

  • Yerevan Opera Suite Hotel 4 * / Median hotel 4*
  • Tbilisi – Holiday Inn Express Tbilisi Avlabari, an IHG Hotel 4* / hotel Gallery Palace 4* / hotel Golden Tulip Design Tbilisi 4*

 

Il check -in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00.

 

Le mance non sono obbligatorie, ma sono attese dagli autisti e dalle guide; vanno intese come gesto di gradimento e accrescimento motivazionale per il lavoro svolto.

 

Per partecipare a questo viaggio occorre passaporto con validità di sei mesi ed una pagina libera,  prendere nota della documentazione aggiuntiva indicata nel link  https://www.viaggiaresicuri.it/country/GEO; https://www.viaggiaresicuri.it/country/AZE; https://www.viaggiaresicuri.it/country/ARM

 

Non è permesso scattare fotografie/ effettuare videoregistrazioni all’interno delle chiese soprattutto durante  le messe. Il livello delle sistemazioni ricettive potrebbe risultare al di sotto degli standard europei.


La quota comprende

  • Hotel menzionati, o se non disponibili, altri della stessa categoria, su base camera doppia standard
  • Trattamento come da programma
  • Trasferimenti in macchina, bus o minibus a seconda del numero dei partecipanti
  • Ingressi come da programma
  • Una degustazione di vini georgiani
  • Guida locale parlante italiano
  • Kit da viaggio GoWorld (zaino, volumi fotografici, porta abiti/trolley – secondo importo pratica)
  • Assicurazione assistenza medica, rimpatrio sanitario, danneggiamento al bagaglio e annullamento fino a € 2.000 per persona Go World Safe https://www.goworld.it/condizioni-generali-di-viaggio/assicurazioni/

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali dall’Italia
  • Le bevande ai pasti, alcuni pasti le mance, il facchinaggio,
  • Extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere, eventuali tasse locali
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Assicurazione integrativa (Raccomandata) Go World Safe Plus https://www.goworld.it/condizioni-generali-di-viaggio/assicurazioni/
  • Quota di iscrizione € 95
Kutaisi Georgia

Più di un quarto dei georgiani abita nella capitale, conduce una vita moderna ed ha un livello di istruzione molto buono. La Georgia è considerata geograficamente asiatica e culturalmente europea e non è difficile accorgersi quanto la mentalità sia aperta e quanto la popolazione sia vicina a noi. La religione di stato è, dal 337, […]

Tblisi La capitale della Georgia presenta un’architettura caratterizzata da edifici bassi, con tetti rossi e disposti alla rinfusa, è dotata di una metropolitana che attraversa tutta la città e è popolata da 1.440.000 abitanti.Tra i numerosi monumenti storici e culturali presenti a Tbilisi segnaliamo la Fortezza di Narikhala, la Cattedrale di Sioni e i teatri […]

In Georgia, secondo l’UNESCO, sono presenti 4 Patrimoni dell’Umanità: • La Cattedrale di Bagrati La Cattedrale, costruita tra il X e l’XI secolo, ha acquisito l’attuale denominazione dopo il regno di Bagrat III, il primo Re della Georgia unita. Dopo l’attacco dei Turchi del 1691 la Cattedrale è stata parzialmente distrutta, ma è possibile visitare […]

Viaggi in Georgia

Per gli amanti della montagna sono consigliare lunghe passeggiate nei monti situati a nord e a sud del paese. Inoltre, nei mesi estivi, c’è la possibilità di effettuare trekking quattro giorni da Kazbegi a Khevsureti, a nord. È preferibile farsi accompagnare da una guida in quanto gli abitanti dei villaggi che saranno attraversati lungo il […]

La crisi energetica della Georgia comporta frequenti blackout, che, se prolungati, causano problemi al funzionamento della segnaletica luminosa aeroportuale con il rischio di lunghe attese all’aeroporto. L’aeroporto di Tbilisi è collegato con l’estero tramite la Georgian Airlines, la Air Georgia, la British Airways, la Turkish Airlines e la Aeroflot. I trasporti via mare sono disponibili […]

Mtskheta

Per entrare in territorio georgiano è necessario presentare un passaporto con validità superiore ai 6 mesi successi alla data d’ingresso o, per i turisti provenienti dall’area Schengen, una carta d’identità elettronica (si consiglia comunque di avere con sé il passaporto con validità superiore ai 6 mesi successi alla data d’ingresso). Non è obbligatorio il visto […]

Superstizioni • Sul tavolo non si possono posare le chiavi e i soldi; • la prima gamba a fare il passo deve sempre essere quella destra, anche quando si scende dal letto, si sale e si scende dall’auto o si entra ed esce da casa o da una stanza; • il lunedì, il venerdì e […]

I locali della Georgia offrono una grande varietà di cibi, che va da quelli europei e americani a quelli classici della tradizione georgiana. La cucina è il cardine della vita domestica georgiana; ad ogni pasto si presentano rituali complessi ed affascinanti davanti agli occhi dei turisti stranieri. A capotavola si siede il tamadà, che guida […]

Sport Gli sport più diffusi in Georgia sono il basket, la lotta, il lelo (oggi sostituito dal rugby), il calcio, il sollevamento pesi e l’hockey su ghiaccio. L’educazione fisica era, ed è tutt’ora, un elemento molto importante della cultura georgiana, tanto che i romani rimasero affascinati dalle loro tecniche di addestramento e dalle loro qualità […]

Vardzia

La letteratura georgiana è fortemente influenzata dalla storia e dalle vicissitudini del paese. In particolare modo, nei tempi più recenti, la venerazione di Stalin generò una serie di opere indirizzate esclusivamente alla divulgazione. Tra i vari testi del periodo troviamo il romanzo “L’alba della Colchide” di Lordkipanidze e i versi “Il capitano Bukhandze” di Abashidze. […]

georgia

La sua posizione strategica con sbocco sul Mar Nero e il passaggio della Via della Seta all’interno del suo territorio hanno da sempre favorito la Georgia nel commercio con diversi paesi. La caduta dell’Unione Sovietica, avvenuta nel 1991, ha provocato un importante crollo economico. Sebbene dal 2000 l’economia georgiana stia registrando sviluppi positivi, con tassi […]

Il paesaggio della Georgia Orientale appare molto diverso da quello della Georgia Occidentale. Nella Georgia Occidentale, i confini sono delimitati dal Grande Caucaso a nord e dal Piccolo Caucaso a sud; tra le due catene montuose si sviluppano 330 Km di praterie che terminano, a ovest, sul Mar Nero. Sono presenti foreste basse e paludose, […]

Viaggio in Georgia e Azerbaigian

Il territorio georgiano è stato abitato fin dall’età della pietra. A sud di Tbilisi, più precisamente nel sito archeologico di Dmanisi, sono stati ritrovati degli ominidi, che hanno rappresentato un punto di svolta nello studio delle migrazioni primordiali. Successivamente i greci colonizzarono la zona occidentale della Georgia, quella che si affaccia sul Mar Nero. Secondo […]

Sevan Sevan è un insediamento che si trova sulla sponda nord-ovest del Lago Sevan. Il Lago si trova a 2.000 metri s.l.m. ed è il più grande della Transcaucasica: in passato la sua superficie era di 1360 Kmq,ora si è ritirato sii 420Kmq a causa dell’utilizzo del fiume Razdan, affluente del Sevan, come fonte di […]

La capitale dell’Armenia è uno degli insediamenti più antichi del mondo. Il centro della città è un avvallamento attorniato da colline su tre lati, che si abbassa dolcemente da nord-est a sud-ovest verso il Monte Ararat in Turchia. Le vie del centro convergono verso l’imponente Piazza della Repubblica, nella quale troviamo lo State Historical Museum […]

In Armenia, secondo l’UNESCO, sono presenti 3 Patrimoni dell’Umanità: • Le chiese di Echmiadzin e il sito archeologico di Zvartnots Il sito rappresenta graficamente l’evoluzione e lo sviluppo della classica Chiesa armena con pianta a croce e cupola centrale, che influenzò ampiamente lo sviluppo architettonico e artistico della regione. • Il Monastero di Geghard e […]

Molte sono le attività che si possono effettuare in territorio armeno, di seguito ne riportiamo alcune. • Escursioni guidate, visite alle grotte e spedizioni in montagna di durata prolungata (fino ad 1 mese), organizzate dalla Società Speleologica Armena • Escursioni in bicicletta • Visita della città di Yerevan programmata dall’Istituto per l’Architettura • Escursioni artistiche […]

L’Armenia è attraversata da due importanti linee ferroviarie che la collegano verso nord ed est con la Georgia e l’Azerbaijan e verso sud con l’Iran. Su tutto il territorio armeno è valida la patente internazionale modello Convenzione di Ginevra (1949) o Convenzione di Vienna (1968). RCC Auto è obbligatoria in Armenia dal 1 gennaio 2011, […]

Yerevan

Si sconsiglia la presenza nelle aree a confine con l’Arzebaijan: possono essere presenti campi minati, oltre alla massiccia presenza di Militari e di Forze di Polizia. Il Nagorno Karabakh è fuori dalla circoscrizione consolata dell’Ambasciata; nel caso in cui non sia possibile evitare la presenza in tale zona, si consiglia di avvertire preventivamente l’Ambasciata d’Italia. […]

Per entrare in territorio Armeno è necessario essere in possesso del passaporto in corso di validità, con visto. Si può richiedere il visto all’Ambasciata di Armenia in Italia: Via XX Settembre, 98/E – 00187 Roma tel. 06/3296638 fax 06/3297763 e-mail: info@ambasciataarmena.it; consolare@ambasciataarmena.it Inoltre, è possibile ottenere un visto anche all’aeroporto e presso i confini terrestri […]

Anticamente l’Armenia veniva chiamata Hayq e successivamente Hayastan (letteralmente “La Terra di Haik”). Secondo la leggenda armena, Haik era un discendente di Noè e capostipite della popolazione armena, che si stabilì ai piedi del Monte Ararat. Grazie ad Armenak, discendente di Haik e don e condottiero del popolo armeno, i popoli vicini indicarono la tribù […]

La cucina armena è costituita da ingredienti freschi, genuini e poco grassi e dall’elevato uso di spezie. Piatti tipici della cucina armena sono il khorovats, spiedini di carne alla griglia, il kashlama, agnello bollito, serviti con pane lavash, sottile sfoglia cotta in un forno interrato, e il bozbash, zuppa di agnello o montone. Il pesce […]

Lo sport più popolare in territorio armeno è il sollevamento pesi. Sono vari gli sportivi armeni che hanno ottenuto riconoscimenti a livello mondiale, come Robert Žirajrovič Ėmmijan, campione europeo ai campionati di Stoccarda (1986) e detentore del record europeo di salto in lungo outdoor, realizzato a Tsaghkadzor nel 1987; Xoren Georgii Hovhannisyan calciatore e allenatore […]

La filmografia armena tratta come tema principale il genocidio della popolazione del 1915. In ordine cronologico si elencano di seguito le principali pellicole sul genocidio armeno e l’emigrazione. • Vodka Lemon, 2003, diretto dal regista curdo Hiner Saleem e prodotto da Francia, Italia, Svizzera e Armenia • Ararat, 2002, diretto da Atom Egoyan, • Mayrig […]

Il tasso di crescita della popolazione armena è stato fortemente negativo per molti anni a causa dell’emigrazione, fenomeno presente dal crollo dell’URSS, e del basso tasso di natalità. Negli ultimi anni il decremento ha subito una frenata grazie al ritorno in patria di molti armeni che erano emigrati in passato. Attualmente gli armeni residenti all’estero […]

La scrittrice Sonya Orfalian ha pubblicato una raccolta delle più importanti fiabe armene nel libro “Le mele dell’immortalità. Fiabe armene”. Nel testo è contenuta la celebre fiaba “Il saggio tessitore”, un racconto antico, fatto di musica, parole e silenzi, elaborato dagli antichi e saggi lavoratori armeni e tramandata dagli ashug, i trovatori armeni. Si narra […]

L’Armenia, per il suo sviluppo socio-culturale e storico, viene spesso considerata uno stato europeo. Visitando Yerevan ci si accorge presto dell’assenza della cultura islamica. Le imponenti chiese sono ornate con intagli in pietra, seppur più semplici delle chiese russe. Nel territorio armeno si possono trovare oltre 4.000 monumenti risalenti a vari periodi storici, dalla preistoria […]

L’economia armena è trainata dal settore primario, grazie anche alla notevole quantità di giacimenti minerari, e dal settore terziario, in particolar modo dal turismo montano. Al contrario il settore industriale, seppur sviluppato nelle industrie alimentare, meccanica, della gomma, chimica, del tabacco, elettrica, cartaria e tessile, ha sofferto gravemente a causa del blocco economico imposto dall’Azerbaijan […]

tour Armenia

Il territorio armeno si estende per 29.800 Km tra il Mar Nero e il Mar Caspio, confinando a nord con la Georgia, a est con l’Azerbaijan, a sud con l’Iran e ad ovest con la Turchia. L’altitudine media di 1.800 metri ha conferito a questo paese l’appellativo di “Tetto dell’Asia Minore”. Il Monte Aragats (4.094 […]

Viaggi in Armenia

La storia dell’Armenia inizia nel VII secolo a.C., quando una popolazione denominata Hay si stabilisce in Anatolia, nei pressi del Lago Van, ai piedi del Monte Ararat. Durante il I secolo a.C. l’Armenia, sotto il Regno di Tigran II, diventa la regione più potente dell’Asia Minore, estendendosi dal Mar Nero al Mar Caspio e al […]


Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Articoli che potrebbero piacerti

Ecco a voi il monastero di Geghard, in Armenia, uno dei luoghi più visitati del paese, caratterizzato da chiese e spazi diversi, scavati nella roccia e abbelliti da bellissime decorazioni. Scopritelo con noi!

Lo spettacolo della cascata Yerevan in Armenia. Clicca qui per saperne di più!

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.
I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.
Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.
Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.
Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.
Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Progettazione, organizzazione ed erogazione di servizi turistici ad aziende, agenzie e utenti finali
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI
Ai fini dell'assolvimento dell'obbligo di pubblicazione degli aiuti di stato percepiti, si rinvia a quanto contenuto nel sito https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx