Economia in Timor Est

Il lungo e travagliato percorso che ha portato all’indipendenza e la perdurante situazione di precarietà politica hanno causato un ristagno nello sviluppo economico. Il Paese è poverissimo, prevalentemente impegnato in un’agricoltura e in una pesca di sopravvivenza, con una disoccupazione che sfiora il 70%. Nel 2008 il PIL è stato di 499 ml $ USA, con un PIL pro capite di 469 $ USA, il secondo più basso di tutta l’Asia. La maggior parte della popolazione attiva è impiegata nel settore primario, che da sempre sostiene la piccola economia del Paese, anche se il contributo complessivo al PIL è inferiore a un terzo del totale. L’agricoltura, quasi esclusivamente di sussistenza, fornisce riso, grano, manioca, soia, patate dolci, frutta (mango, banana), vaniglia, chiodi di garofano e cannella ma la produttività è bassa anche a causa dell’arretratezza delle tecniche. Tra le colture industriali si hanno il cotone, il tabacco e il caffè che, diffuso in epoca coloniale, alimenta una modesta esportazione. Sulle coste e nelle isole di Atauro e Jako è diffusa la pesca. Lo sfruttamento del legno di sandalo, praticato già da arabi e cinesi, ha subito un incremento incontrollato durante la colonizzazione portoghese, tanto che buona parte di questo patrimonio risulta compromesso. Tuttavia, il legname costituisce ancora una risorsa importante. La scoperta di giacimenti di petrolio e gas naturale nel Mar di Timor hanno già consentito a Timor Est di incrementare le entrate che potrebbero alimentare gli investimenti, e lo sviluppo economico. L’artigianato locale produce profumi, sapone, tessuti, ceramiche, ceste, oggetti in legno. Iniziano, inoltre, a pervenire fondi dallo sfruttamento delle risorse di petrolio e gas naturale presenti nelle acque territoriali. La bilancia commerciale è ampiamente deficitaria: il Paese deve importare beni di prima necessità, oltre a macchinari e prodotti farmaceutici. Gli aiuti internazionali coprono più della metà del PIL.

Altri viaggi che potrebbero interessarti
tour Vietnam

Durata: 8 giorni / 6 notti

da € 920 - Voli esclusi

viaggio nelle Filippine

Durata: 13 giorni / 11 notti

da € 1530 - Voli esclusi

Durata: 10 giorni / 7 notti

da € 2400 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Sport & Natura. Le attività principali che si possono svolgere sono: Snorkelling e immersioni subacquee: I siti migliori sono numerosi in particolare da ricordare Nusa Dua, Sanur, Padangbai, l’area compresa tra Komodo e Lubuanbajo nell’isola di Flores, vicino alle Isole Banda, a largo della costa settentrionale di Irian Jaya, e nell’area di Pulau Biak. Famosi […]

Molte sono le attività che si possono effettuare in Sri Lanka, di seguito ne riportiamo alcune. • Nuoto lungo la costa sud-occidentale • Immersioni subacquee, snorkeling e surf a Hikkaduwa • Snorkeling a Unawatuna • Barca a vela, windsurf e sci d’acqua Bentota • Trekking sull’Adam’s Peak • Escursioni nel silenzioso altopiano di Horton Plains, […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Progettazione, organizzazione ed erogazione di servizi turistici ad aziende, agenzie e utenti finali
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI
Ai fini dell'assolvimento dell'obbligo di pubblicazione degli aiuti di stato percepiti, si rinvia a quanto contenuto nel sito https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx