Il portale dell’India è un famoso monumento ad arco costruito nella città di Bombay, oggi Mumbai in India, per commemorare la visita del re Giorgio V e della regina Maria, avvenuta nel 1911, così come recita l’iscrizione posta in cima al portale stesso.

Tuttavia fu possibile a quel tempo vedere soltanto un modellino in cartone del monumento, in quanto il progetto definitivo dell’architetto scozzese George Wittet fu ideato nel 1914, per poi essere completato nel 1924 e inaugurato il 4 dicembre dello stesso anno, dal viceré il marchese di Reading.

Per gli inglesi che arrivavano in India, la porta quindi era un simbolo della “potenza e maestà” dell’impero britannico e quando il paese ottenne l’indipendenza, le ultime truppe britanniche, passarono proprio dal portale, in una cerimonia avvenuta il 28 febbraio del 1948, che segnò definitivamente la fine della dominazione inglese sull’India.

L’opera, costruita combinando stili architettonici indù e musulmani, è un grande arco di basalto giallo e cemento armato alto ben 26 metri, con 4 torrette che sono la sua caratteristica principale.

Inoltre la sua cupola centrale ha un diametro di 15 metri e un’altezza totale di 25 metri dal suolo, nel suo punto più alto.

L’arco, che si affaccia sul Mar Arabico, sorge per l’esattezza sul lungomare della città, nei pressi del molo un tempo noto come “Apollo Bunder”.

Il costo per realizzarlo fu di 2 milioni di dollari, a carico principalmente del governo imperiale indiano, ma a causa di una carenza di fondi, la strada di avvicinamento non è mai stata costruita e quindi il portale si trova in una posizione obliqua rispetto all’attuale strada che conduce ad esso.

Il portale viene anche indicato come il Taj Mahal di Mumbai, di conseguenza rappresenta la principale attrazione turistica della città e un luogo di ritrovo per la gente del posto, per i venditori ambulanti e per i fotografi.

Infine di fronte al portale si trova la statua, inaugurata il 26 gennaio 1961, in occasione della festa della repubblica indiana, di Bhonsle Shivaji, il re indiano che guidò il suo popolo in una guerra vittoriosa contro l’imperatore moghul Aurangzeb nel 1664 e anche la statua del mistico indiano Swami Vivekananda.

Assolutamente da visitare!

Se vuoi conoscere quali sono tutti i nostri tour in India, ti basta cliccare qui!

 

 

 

Articoli che potrebbero piacerti

Avventuriamoci nella foresta di mangrovie più grande del mondo, un’area selvaggia caratterizzata in particolare da terreni paludosi, dove vivono numerosi animali, tra cui coccodrilli e le temute tigri del Bengala!

Scopri

Adesso i robot sono diventati pure camerieri…Scopritelo qui!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su