Popolazione e religione in Nepal

Dal 2006 il Nepal è uno stato laico; fino a questa data la religione di stato è stata l’induismo. Alcuni considerano ancora oggi l’ex sovrano una manifestazione del dio Vishnu. L’induismo, la religione più diffusa in Nepal, sta crescendo, toccando quasi il 90% della popolazione. Anche i credi di fede cristiana stanno ampliando la loro portata. Al contrario le fedi islamica, buddhista e animista stanno diminuendo la percentuale di seguaci nepalesi.

 

Sotto molti aspetti – storici, culturali e linguistici – il Nepal è stato un crocevia di scambi commerciali e culturali ed un punto di incontro tra le culture delle popolazioni mongole dell’Asia, di lingua tibetano-birmana, e le popolazioni caucausiche delle pianure indiane, di lingua indoeuropea. Anche oggi il Nepal è caratterizzato da una considerevole varietà di culture: quasi tre quarti della popolazione appartengono ai gruppi etnici indo-nepalese (stanziati soprattutto nel Terai), circa un quarto ai gruppi nepalesi originari (discendenti di popolazioni provenienti dal nord, che abitano le regioni del Medio Himalaya). Alle quote più elevate vivono gruppi di tibetani, tra cui gli sherpa.

I gruppi etnici come i Newar, i Tamang, i Tibetani e gli Sherpas differiscono considerevolmente per lo stile di vita, l’abbigliamento ed i riti religiosi.
La maggior parte delle persone vive in povertà e la mortalità giovanile è molto alta. La mescolanza di popolazioni indoeuropee e mongole ha creato nel paese due distinte aree culturali: buddhista a nord e induista a sud. La speranza di vita è di 56 anni. Il tasso di alfabetizzazione è basso e solo una donna nepalese su dieci è capace di leggere e di scrivere.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.850 - Voli inclusi

Durata: 11 giorni / 9 notti

da € 2.810 - Voli esclusi

Durata: 6 giorni / 5 notti

da € 1.110 - Voli inclusi

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 590 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Rincorrere una tazza, rincorrere un amore, rincorrere la vita per il Giappone, il Sud America, l’Australia – di Guergana Radeva

Tra le opere letterarie del Brunei segnaliamo Le mie notti nell’harem. Una cattiva ragazza alla corte del sultano del Brunei. Narra la storia di una ragazza dell’harem del principe Robin, fratello del sultano del Brunei, circondata dal lusso e sorvegliata dai servitori della monarchia.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su