Sicurezza e informazioni sanitarie della Corea

Sicurezza

Zone a rischio: Nessuna in particolare.

Zone di cautela: Area di demarcazione tra le due Coree (38° parallelo), in genere non accessibile ai turisti, tranne nel punto di frontiera di Panmunjom che può essere visitato mediante escursioni di gruppo approvate ufficialmente.
Più a sud, vi è poi il Northern District to the Civilian Control Line, una striscia di terra ampia da cinque a venti chilometri, il cui accesso è comunque soggetto ad autorizzazione. In questa zona, occorre attenersi scrupolosamente ai percorsi autorizzati ed alle istruzioni delle Autorità poiché vi si trovano numerosi campi minati.

Zone sicure: Tutto il paese.

Avvertenze
Dalle statistiche coreane si può rilevare un aumento progressivo dei crimini, dagli omicidi alle rapine, dai furti agli stupri, (il tasso è triplicato negli ultimi sei anni).
Esiste una capillare presenza della polizia nelle città e in provincia con molti posti di polizia di quartiere.

Dal 1 ottobre 2006 sarà in funzione in Corea un servizio di informazioni a pagamento per gli stranieri. Il servizio si chiama “BBB” (Before Babel Brigade) e fornirà informazioni agli stranieri in partenza per la Corea o che già vi si trovano, in varie lingue. Le informazioni sono di carattere turistico, culturale, trasporti, ecc. ma non riguardano situazioni di emergenza.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droghe (leggere o pesanti): Esiste una normativa molto severa sui reati di droga. I reati contro la legge sugli stupefacenti sono puniti con pene severissime (fino all’ergastolo) anche quando si tratta di piccoli quantitativi di qualsiasi tipo di droga. In casi estremi si può essere condannati alla pena di morte. Le condizioni di detenzione carceraria sono dure.

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: I minori sono tutelati dalla “Commissione per la Protezione della Gioventù” coreana che si trova a Seoul, 3fl. Central Goverment Complex, 77-6 Sejongno, Chongno-gu.

La normativa al riguardo è reperibile in lingua inglese nel sito: www.youth.go.kr/English/protection/law.asp

Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.
In caso di problemi con le autorità di polizia (es. stato di fermo o arresto) si consiglia di informare immediatamente l’Ambasciata d’ Italia (o il Consolato) presente nel Paese per la necessaria assistenza.

Ogni Ambasciata estera nella Repubblica di Corea si avvale dell’ausilio e della collaborazione di un Ispettore di polizia coreano che viene preposto a tale scopo dall’Ente di Polizia locale detto: “Korean National Police Agency” vedi sito : www.police.go.kr/eng/index.jsp .

 

 

Situazione Sanitaria

La situazione sanitaria è in generale buona con personale medico competente, soprattutto nelle città principali. Tuttavia il personale medico non ha spesso una buona conoscenza delle lingue straniere.
I costi di ricovero ospedaliero per i cittadini stranieri sono abbastanza elevati. Per tale motivo si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
I cittadini stranieri residenti in Corea possono ottenere l’iscrizione al sistema sanitario nazionale, pagando una quota parte in relazione al reddito mentre l’altra quota viene pagata dal datore di lavoro.
Si fa presente che è stato aperto a Seoul un centro di assistenza medica, operativo  H24,  il “Seoul Global Center” a disposizione degli stranieri che risiedono o in visita nel Paese. Il Centro in questione  consentirà  agli stranieri che si trovano nella Repubblica di Corea di poter usufruire  di un ampio ventaglio di servizi medici con personale medico e paramedico che parla correttamente l’inglese. Tutte le indicazioni pratiche al riguardo sono disponibili sul sito: http://global.seoul.go.kr.
Si raccomanda, previo parere medico, la vaccinazione contro l’epatite virale tipo B (adulti non sensibilizzati e bambini) e contro l’encefalopatia giapponese (bambini) presente soprattutto durante la stagione delle piogge. Si consiglia la vaccinazione antitifica.
Si è registrato nell’ultimo anno un aumento di casi di tubercolosi. I malati sono stati curati con successo. Nel settembre 2007 un’epidemia di congiuntivite ha contagiato oltre 1800 persone (principalmente bambini in età scolare). Negli ultimi due anni sono aumentati in tutto il Paese (comprese alcune citta’) anche i casi di malaria. I contagi di malaria sono causati dalla puntura di una particolare zanzara la cui presenza nel Paese e’ aumentata rispetto al passato. Si consiglia dunque ai viaggiatori di prendere precauzioni contro zanzare e moscerini soprattutto nel periodo estivo.
Per ulteriori informazioni sulla situazione sanitaria locale si suggerisce di consultare i seguenti siti: www.port.venice.it/sanimav/paesi/corea.htm; www.travelclinic.it/mondo/asia/corea.htm.
Il numero per le emergenze è il 119 che dal settembre 2006 è operativo in diverse lingue straniere (oltre il coreano), compresi l’inglese e l’italiano.Nei maggiori alberghi si può richiedere l’assistenza medica (reperimento di un dottore o l’invio di un’autoambulanza) tramite:
International SOS Korea: 02-790-7561
che assicura a pagamento un servizio 24 ore su 24 per emergenza agli stranieri, con l’attivazione di collegamenti tra il paziente e gli ospedali coreani.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 13 giorni / 12 notti

da € 1.940 - Voli esclusi

Durata: 3 giorni / 2 notti

da € 820 - Voli esclusi

nara

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 1.490 - Voli esclusi

tour del Laos

Durata: 13 giorni / 10 notti

da € 4.040 - Voli inclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Il ritrovamento di un diario di viaggio fa vivere ad un adolescente dei magnifici sogni in posti lontani fino a che, 10 anni dopo, è finalmente pronto a partire per il suo viaggio – di Francesco Longo

Scopriamo insieme una delle recenti attrazioni di Kuala Lumpur: il giardino dell’Eden, una fantastica esposizione permanente progettata dall’architetto Pamela Tan. Cliccate qui!

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Go Asia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02339160422 R.E.A. AN 179753
Capitale Sociale € 80.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su